On the Road Film Festival: al via la quinta edizione

On the Road Film Festival, torna dal 10 al 26 novembre con la quinta edizione uno dei festival più seguiti della capitale.

 

On the Road Film Festival: una grande partenza

On the road ff loc

Venerdì 10 novembre inizia la quinta edizione dell’On the Road Film Festival e quest’anno si festeggeranno insieme anche i vent’anni dello storico cineclub romano, al cinema Detour di Roma.

Dopo una piccola e affollata pre-apertura del 5 novembre, in occasione dei 100 anni della rivoluzione russa è stato proiettato il film di Sergej Ejzenstejn del 1928, “Ottobre”.

Il Festival è realizzato con il sostegno di Regione Lazio Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili; con il Patrocinio di Biblioteche di Roma e Roma Multietnica e in collaborazione con Moving Docs, Doc.it, Creative Europe Media, Il Mandarino, Luci dalla Cina.

Dedicata interamente al tema del viaggio, il festival offrirà 11 lungometraggi e 12 cortometraggi in concorso, più eventi speciali e anteprime nazionali.

A presiedere la giuria per i lungometraggi sarà Vittorio Moroni, insieme a Lea Tafuri e Luca Mandrile. La giuria per i cortometraggi invece sarà affidata a Gianclaudio Cappai insieme a Giovanna Addivinola e Paolo Cavalcanti.

 

On the Road Film Festival: il programma

Paradis Still foto

Il programma dell’On the Road Film Festival comprende una ricca offerta di titoli provenienti da varie parti del mondo. Immersi nella loro cultura ci faranno viaggiare in quelle località a volte difficile anche da immaginare. Tra i lungometraggi in concorso ci saranno film come “Punk à chien” un film francese di Remi Mazet, in cui un giovane outsider insieme al suo cane percorrerà le strade della Francia. “Istabul Echoes” di Giulia Frati, che analizza il rapido processo di cambiamenti urbanistici e socio-culturali della capitale turca. “A Paradise Too Far” del canadese Denis Langlois segue le tracce di due fratelli affetti da una leggera forma di autismo che partono con la loro motoslitta alla ricerca del paradiso. “Mingong” di Davide Crudetti invece affronta un tema attuale come la migrazione di massa dei lavoratori cinesi che si riversano nelle capitali costiere per cercare lavoro. Tra i corti in concorso invece ci saranno “The Edge” della russa Alexandra Averyanova in cui una donna anziana vive in una piccola stazione, persa nella profondità della campagna. “Distancia” di Cristian Perez Scigliano narra di Raul, che arriva a Londra in cerca di un futuro migliore.

Oltre a questi lungometraggi e cortometraggi in concorso ci saranno anche tre notevoli film fuori concorso: “Miles Ahead” diretto e interpretato da Don Cheadle, il film sulla vita del grande genio del jazz Miles Davis. “The Dolphin man” la storia del grande apneista francese Jacques Mayol, soprannominato proprio Dolphin man. “Poesia Sin Fin” del maestro cileno Alejandro Jodorowsky.

A chiudere il Festival, prima della premiazione finale, sarà invece la sonorizzazione del film muto “Alice in Wonderland” di W. W. Young del 1915.

Tomas Barile

07/11/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *