The Lone Ranger

The Lone Ranger – Recensione: Dopo la trilogia “Pirati dei Caraibi”, il regista Gore Verbinski e il produttore Jerry Bruckheimer tornano con un new-western in cui è ancora protagonista Johnny Depp

the lone ranger

Regia: Gore Verbinski – Cast: Johnny Depp, Armie Hammer, Helena Bonham Carter, Ruth Wilson, William Fichtner, Tom Wilkinson, Barry Pepper, James Badge Dale, James Frain, Leon Rippy – Genere: Avventura, Action, colore, 135 minuti – Produzione: USA, 2013 – Distribuito: Walt Disney Italia - Data di uscita: 30 maggio 2013.

 

“The Lone Ranger” si iscrive in linea di continuità con quei film Hollywoodiani che, oscillando tra un auto da fè e un tributo, guardano

Ad esempio, Paul Thomas Anderson con “Il Petroliere” e Quentin Tarantino con “Django Unchained”, con due linguaggi molto differenti, sono andati a toccare due di quelli che sono gli aspetti agro-dolci del processo che ha prodotto ciò che oggi chiamiamo Stati Uniti d’America. In “The Lone Ranger”, riadattamento del personaggio dell’ omonima serie western che andava in onda negli anni Cinquanta, tutto ciò avviene con molta più leggerezza. Non è sicuramente un film drammatico come “Il Petroliere”, è piuttosto un new-western, ma non conosce certo le derive splatter di “Django”. Si avvicina molto ad un action movie ed è a tratti comico; un film per famiglie insomma. all’America delle origini per riconsiderare le grandi colpe e i grandi uomini che l’hanno resa una potenza.

Con "The Lone Ranger" soprattutto ci si diverte; protagonista è la storica coppia formata dal lone ranger Reid e da Tonto, un ranger solitario e un indiano piuttosto bizzarro, in questa nuova versione cucita dagli autori a misura di Johnny Depp, che, infatti, regalando la solita interpretazione esilarante mette facilmente in ombra un Armi Hammer.

Ad ogni modo, visto che i due personaggi si spalleggiano in tutte le sequenze d’azione, condite con effetti speciali firmati Industrial Ligth e Magic, e che il film ne è pieno, la coppia rimane equilibrata al centro dell'obiettivo. La superiorità di Johnny Depp emerge soprattutto nei dialoghi ai quali è lasciato meno spazio.

Tra sparatorie e inseguimenti nel deserto in pieno stile western, tra effetti speciali e comici alterchi, questo film sembra destinato a piacere e a imprimere indelebilmente il proprio marchio sulla storia di "Lone Ranger".

Claudio Di Paola

  • Regia: Gore Verbinski
  • Cast: Johnny Depp, Armie Hammer, Helena Bonham Carter, Ruth Wilson, William Fichtner, Tom Wilkinson, Barry Pepper, James Badge Dale, James Frain, Leon Rippy
  • Genere: Avventura, colore
  • Durata: 135 minuti
  • Produzione: USA, 2013
  • Distribuito: Walt Disney Italia
  • Data di uscita: 30 maggio 2013

the lone ranger1Avventura e humour per “The Lone Ranger”, il lungometraggio che vede Gore Verbinski dirigere nuovamente Johnny Depp dopo la trilogia di “Pirati dei Caraibi”

Lasciato a morire dopo una imboscata con altri cinque Texas Ranger, l'uomo di legge John Reid (Armie Hammer) sopravvive e viene curato e rimesso in salute da un indiano nativoamericano di nome Tonto (Johnny Depp).

L’uomo in seguito decide di indossare una maschera per vendicare gli omicidi dei suoi compagni e per sconfiggere i malvagi, senza mai chiedere nulla in cambio. La sua opera riesce a essere gratuita grazie alla miniera d'argento che eredita dai suoi fratelli defunti, la stessa miniera che gli fornisce una dose illimitata di proiettili d'argento.

A raccontare le avventura, in un mix di azione e divertimento, è proprio il guerriero indiano Tonto, interpretato da Johnny Depp.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *