Thandie Newton

Attrice inglese originaria dello Zambia, coltiva da bambina il sogno di divenire una ballerina, ma un incidente alla schiena le bloccherà la carriera, consentendo comunque a Thandie Newton di far risplendere la sua bellezza nel campo della recitazione, riuscendo a raggiungere importanti traguardi e svariati riconoscimenti.

Thandie Newton, una star “alla ricerca della felicità”

(Londra, 6 novembre 1972)

Thandie NewtonIl suo nome significa “amata” in una lingua africana, continente d’origine di sua madre Nyasha, infermiera dello Zimbabwe. Thandie Newton nasce nel Regno Unito ma cresce fino a cinque anni in Africa.

La sua grande passione è la danza, disciplina alla quale dovrà rinunciare dopo un incidente alla schiena. La ragazza decide allora di studiare Antropologia a Cambridge e di intraprendere la carriera di attrice.

Debutta nel 1991 nel film del regista australiano John Duigan “Flirting” in cui interpreta una giovane ugandese. Sul set affianca Nicole Kidman e Naomi Watts.

Dopo ruoli in film per la TV e in “Young Americans” (1993) con Harvey Keitel e Viggo Mortensen, Thandie viene inoltre scritturata per la parte di Yvette in “Intervista col vampiro” (1994).

La 'mission impossible' di Thandie Newton: da ballerina ad attrice

L’attrice anglo-africana si è ormai trasferita ad Hollywood dove torna a lavorare altre due volte con John Duigan, suo compagno di vita in “The Journey of August King” (1995) e in “The Leading Man” (1996) con il cantante Bon Jovi.

Nel 1995 James Ivory la dirige nella pellicola in costume “Jefferson in Paris”, con Nick Nolte e Greta Scacchi, che le dona una vasta popolarità internazionale. Sembra che il regista Jonathan Demme l’abbia notata in questo lavoro e l’abbia conseguentemente scelta circa tre anni dopo per “Beloved” (1998), nel quale veste i panni del personaggio che dà il titolo alla pellicola. Nel frattempo la Newton passa da commedie brillanti come “Gridlock – Istinti criminali” (1997) a drammi come “L’assedio” (1998) di Bernardo Bertolucci, del quale è Shandurai, la protagonista.

La giovane attrice londinese torna a recitare accanto a Tom Cruise in “Mission Impossible II” (2000) sei anni dopo “Intervista col vampiro”. Per questo ruolo di ladra di gioielli si aggiudica il Razzie Award, l’Oscar della peggiore interpretazione come attrice non protagonista. Nel 2000 appare nella pellicola a basso budget “It Was an Accident” e per questo lavoro rinuncia al set di “Charlie’s Angels”, dove il suo posto verrà preso da Lucy Liu.

Un'attrice 'Rocknrolla'

Jonathan Demme la scrittura ancora una volta per “The Truth About Charlie” (2002), nel quale veste i panni di Regina Lambert. È grazie a “Crash – Contatto fisico” del 2004 che Thandie Newton conquista il primo premio importante della sua carriera, il BAFTA Award, e numerose altre nomination. L’attrice lavora anche con il regista italiano Gabriele Muccino che la chiama sul set de “La ricerca della felicità” (2006), nel quale e’ la moglie di Chris Gardner (Will Smith) che lo abbandona con un figlio piccolo.

Recita in due film durante l’anno successivo: la commedia “Norbit” con Eddie Murphy e in “Run, Fat Boy, Run” di David Schwimmer. Thandie viene poi diretta da Guy Ritchie in “Rocknrolla” (2008), nel quale interpreta Stella, la contabile e amante di Mr One.

Dottoressa di successo per la tv, nel mezzo della catastrofe in "2012"

In TV tra il 2003 e il 2009 la Newton recita nella serie di grande successo “E. R.” nei panni della moglie del dottor Carter.

Ricopre poi il ruolo di Condoleeza Rice nel biopic di Oliver StoneW.” (2008) ovvero il ritratto del presidente George W. Bush.

Nell’anno successivo compare nel catastrofico “2012” diretto e sceneggiato da Roland Emmerich. Escono nel 2010 le pellicole: “Huge”, “Vanishing on the 7th Street” e “For Colored Girls”. Nel 2011 presta la sua voce alla narrazione della storia di “The Prophet”, un documentario di Gary Tarn.

Nel 2012 è nel cast di "Good Deeds" insieme a Tyler Perry, mentre l'anno scuccessivo veste i panni di Olanna in "Half of Yellow sun" (2013).

Nel 2016 Thandie Newton si ritrova sul set di "Westworld", nuovo show televisivo ideato da Jonathan Nolan e Lisa Joy per la HBO e basato sulla pellicola "Il mondo dei robot" ("Westworld", 1973), scritta e diretta da Michael Crichton. L'attrice veste qui i panni di Maeve Millay, maîtresse del saloon Mariposa.

Dopo l’unione con John Duigan, l’attrice ha sposato nel 1998 il regista e sceneggiatore Ol Parker, dal quale ha avuto due bambini: Nico e Ripley.

Ilaria Capacci

Thandie Newton Filmografia – Cinema

Thandie Newton film

  • Flirting, regia di John Duigan (1991)
  • Young Americans, regia di Danny Cannon (1993)
  • Loaded, regia di Anna Campion (1994)
  • Intervista con il vampiro, regia di Neil Jordan (1994)
  • Jefferson in Paris, regia di James Ivory (1995)
  • Il viaggio di August, regia di John Duigan (1995)
  • The Leading Man, regia di John Duigan (1996)
  • Gridlock’d, regia di Vondie Curtis-Hall (1997)
  • Beloved, regia di Jonathan Demme (1998)
  • L’assedio, regia di Bernardo Bertolucci (1998)
  • Mission: Impossible II, regia di John Woo (2000)
  • It Was an Accident, regia di Metin Hüseyin (2000)
  • The Truth About Charlie, regia di Jonathan Demme (2002)
  • Shade – Carta vincente, regia di Damian Nieman (2003)
  • The Chronicles of Riddick, regia di David Twohy (2004)
  • Crash – Contatto fisico, regia di Paul Haggis (2004)
  • La ricerca della felicità, regia di Gabriele Muccino (2006)
  • Norbit, regia di Brian Robbins (2007)
  • Run, Fat Boy, Run, regia di David Schwimmer (2007)
  • Star System – Se non ci sei non esisti, regia di Robert B. Weide (cameo) (2008)
  • RocknRolla, regia di Guy Ritchie (2008)
  • W., regia di Oliver Stone (2008)
  • 2012, regia di Roland Emmerich (2009)
  • Vanishing on 7th Street, regia di Brad Anderson (2010)
  • Huge, regia di Ben Miller (2010)
  • For Colored Girls, regia di Tyler Perry (2010)
  • Retreat, regia di Carl Tibbetts (2011)
  • Good Deeds, regia di Tyler Perry (2012)
  • Half of yellow sun, regia di Biyi Bandele (2013)

Thandie Newton Filmografia – Televisione

  • Pirate Prince, regia di Alan Horrox (film TV) (1991)
  • In Your Dreams, regia di Simon Cellan Jones (film TV) (1997)
  • E.R. – Medici in prima linea (serie TV, 14 episodi) (2003-2009)
  • Rogue (serie TV) (2013)
  • The Slap (serie TV, 8 episodi) (2015)
  • Westworld (serie TV) (2016)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *