Words on Bathroom Wall: Taylor Russell si unisce al cast

L’attrice canadese Taylor Russell collaborerà insieme a Charlie Plummer in “Words on Bathroom Walls”, adattamento cinematografico del libro di Julia Walton che verrà diretto da Thor Freudenthal.

Words on Bathroom Walls

L’attrice canadese Taylor Russell, Judy Robinson nel prossimo reboot di “Lost in Space”, collaborerà con Charlie Plummer in “Words on Bathroom Walls”, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Julia Walton uscito nel 2017.

Il film verrà diretto dal regista Thor Freudenthal (“Hotel Bau“, “Diario di una schiappa” e “Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo – Il mare dei mostri“) partendo dalla sceneggiatura di Nick Naveda che ha adattato il libro.

In “Words on Bathroom Walls” la Russell ricoprirà il ruolo dell’interesse amoroso del personaggio di Plummer, un giovane ragazzo di nome Adam a cui e è stato diagnosticata la schizofrenia e si iscrive a una nuova scuola. Grazie ad un nuovo e promettente  farmaco, Adam sembra riprendere appieno la propria vita finché non viene rivelata la verità sulla sua condizione, costringendolo a prendere delle decisioni che lo condizioneranno per sempre.

Mickey Liddell e Pete Shilaimon produrranno il film grazie al finanziamento della LD Entertainment.

Taylor Russell per ottenere il ruolo di Judy Robinson nel reboot di 10 episodi di “Lost in Space” ha battuto diverse attrici che ambivano al ruolo, mettendola così nei radar per un prossimo ruolo da protagonista. La serie debutterà su Netflix il 13 aprile 2018 e vede coinvolti anche Toby Stephens (“Black Sails”), Mina Sundwall, Max Jenkins, Molly Parker (“House of Cards”), Ignacio Serrichio e Parker Posey (“Irrational Man“, “Cafè Society“).

Inoltre pare sia legata al progetto della Sony “Maze” diretto da Adam Robitel con Deborah Ann Woll e Logan Miller.

Il giovane Charlie Plummer ha esordito al cinema nel 2011 con “We Are the Hartmans” di Laura Newman.  Recentemente ha recitato in “Tutti i soldi del mondo” e come protagonista in “Charlie Thompson“.

 

Riccardo Careddu

26/03/2018

 

 

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *