Suicide Squad

Suicide Squad - Recensione: la DC cambia strategia dopo "Batman v Superman: Dawn of Justice", ma con poco successo

Suicide Squad

È stato pubblicizzato come il capolavoro dell'anno, con una campagna promozionale senza pari: una locandina diversa ogni mese, trailer, clip, foto dei personaggi, frasi ad effetto, tutto il possibile per creare una fervente e scalpitante attesa tra i fan del genere. Da tutto ciò sembrava che, una volta entrati nel cinema, ci si sarebbe trovati di fronte un film dall'intreccio complesso - dopotutto, com'è possibile avere dei cattivi come protagonisti? -, ironico e dall'azione forte e avvincente.

La realtà è, come spesso succede in questi casi, che "Suicide Squad" è un film piacevole e ironico, ma anche fortemente superficiale; più che una pellicola d'azione, sembra di trovarsi di fronte ad un videogioco. Le motivazioni date per la creazione della squadra sono poco credibili e vengono fornite allo spettatore in modo spicciolo all'inizio del film, senza approfondire il discorso come meriterebbe. Inoltre la scelta dei 'cattivi' in questione lascia un po' perplessi visto lo scopo per il quale vorrebbero essere utilizzati: tranne El Diablo, infatti, che ha dei poteri significativi, gli altri - considerando le abilità che girano nell'universo DC - sono semplici criminali particolarmente matti o particolarmente abili nell'uso di armi.

Il presupposto è che siano stati scelti per una missione suicida, dove non importa se riusciranno o meno a tornare indietro; peccato che la missione suicida sia completamente assente.

Suicide Squad: Batman e il Joker personaggi di contorno

Dopo una filmografia da protagonista, Batman - interpretato nuovamente da Ben Affleck, che si tiene stretto il personaggio del Cavaliere Oscuro - si ritrova a fare solo due sparute apparizioni nel corso di "Suicide Squad" e decide di prendersi una vacanza mentre il cattivo di turno cerca di distruggere il mondo.

Stessa fine per il Joker, intorno al quale si era creata un'aspettativa elettrica che non viene soddisfatta dalle quattro/cinque scene a lui dedicate, alcune delle quali prive oltretutto di senso e di utilità. Il Joker di Jared Leto è elegante, non sfregiato, matto per il gusto di essere matto e si presenta come uno pseudo boss mafioso anziché un folle che gira per la città distruggendo ciò che gli capita.
Solitamente, con il Joker a piede libero, Batman è incessantemente impegnato nel tentativo di catturarlo, ma non è questo il caso: che l'Uomo Pipistrello si sia rammollito con l'avanzare dell'età?

Suicide Squad: battute divertenti e costumi eccezionali

Nonostante alcuni buchi di trama e la scarsa utilità di molti personaggi, "Suicide Squad" ha comunque alcuni punti di forza che lo rendono una visione godibile se non ci si pongono troppe domande. Una delle cose migliori del film sono senza dubbio i costumi e il trucco, che caratterizzano benissimo i personaggi e li fanno risaltare sullo schermo, rimarcando come lo sceneggiatore e regista David Ayer abbia voluto puntare principalmente su di loro. Il personaggio di Harley Quinn/Margot Robbie è, come si era intuito fin dal primo trailer, il migliore del film da tanti punti di vista, nonché protagonista indiscussa assieme a Deadshot/Will Smith, mentre il soldato Rick Flag/Joel Kinnaman, presupposto co-protagonista che guida la squadra, risulta scialbo e di poco impatto.

Notevoli anche la musica e la sceneggiatura; il lato ironico del film è una delle cose più riuscite. Poco interessanti invece gli effetti speciali, molto da videogioco e in tante occasioni poco credibili.

In conclusione "Suicide Squad" è un film da vedere per gli appassionati del genere, perché esplora nuovi personaggi mai visti finora al cinema, è divertente e propone un'azione piuttosto realistica ed efficace, ma non bisogna aspettarsi il capolavoro dell'anno, perché di certo non è di questo che si tratta.

Valeria Brunori

  • Regia: David Ayer
  • Cast: Jared Leto, Will Smith, Margot Robbie, Joel Kinnaman, Viola Davis, Jai Courtney, Cara Delevingne, Adam Beach, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Jay Hernandez, Karen Fukuhara, Scott Eastwood, Ben Affleck, Common, Jim Parrack, Ike Barinholtz, Corina Calderon
  • Genere: Azione, colore
  • Durata: 130 minuti
  • Produzione: USA, 2016
  • Distribuzione: Warner Bros Italia
  • Data di uscita: 13 Agosto 2016

Suicide SquadDavid Ayer, regista noto soprattutto per “Fury”, dirige un cast d’eccellenza nell’action movie intitolato "Suicide Squad".

Ambientato nell'universo cinematografico della DC Comics, "Suicide Squad" riunisce tutti i 'cattivi' contro cui supereroi come Batman lottano da anni nei vari albi a fumetto. Amanda Waller (Viola Davis) è un agente governativo che ha bisogno di una squadra da inviare in una missione suicida e decide di affidarsi ad una serie di criminali prigionieri che non hanno nulla da perdere e delle cui vite non importa a nessuno.

Vengono così riuniti Deadshot (Will Smith), Harley Quinn (Margot Robbie), Capitan Boomerang (Jai Courtney), Killer Croc (Adewale Akinnuoye-Agbaje), Katana (Karen Fukuhara) e Slipknot (Adam Beach); oltre a loro nel film compaiono il Joker (Jared Leto), il cui ruolo è avvolto da un'aura di mistero, e Incantatrice (Cara Delevingne). E' inoltre presente Batman, interpretato ancora una volta da Ben Affleck dopo il successo che ha riscosso in "Batman V Superman: Dawn of Justice".

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *