Suburra – La serie 1×04 – Recensione e Spoiler

Il quarto episodio di “Suburra” dal titolo “Buon appetito” è diretto ancora una volta da Andrea Molaioli. In questo episodio tutte le situazioni che si sono venute a creare fino a questo punto cominciano a precipitare sempre più nel baratro.

Suburra – la serie: il “re” di Roma

samurai foto

All’inizio del quarto episodio di “Suburra”, dopo aver visto – come di consueto – quello che succederà alla fine, viene mostrato una parte più umana di Samurai.

Fino a questo momento l’abbiamo visto come un personaggio al di sopra di tutti, convinto di essere il re di Roma, circondato dai suoi sudditi. Quello che viene mostrato ora è la figura di un uomo, semplicemente un uomo solo, che accudisce la madre e si prende cura dei propri cavalli, anche dei campioni invecchiati. Viene considerato un semplice uomo anche da quelli che sono sopra di lui, che non accetteranno un fallimento da parte sua. Questa visione di Samurai sparirà molto presto nel corso della puntata.

Al personaggio di Samurai in “Suburra – la serie” è stato dato il volto di Francesco Acquaroli, conosciuto per film come “Diaz – Don’t Clean Up This Blood” di Daniele Vicari e “Smetto quando voglio” di Sydney Sibilia. La sua interpretazione non si discosta poi molto dal personaggio al quale Claudio Amendola aveva prestato il volto nel film, rendendolo fondamentale per il corso della trama. Anche qui risulta essere il punto di collegamento tra tutte le varie vicende trattate. Rimane un personaggio che lavora nell’ombra senza dare il minimo segno di presenza ma che quando serve, risulta sempre essere preparato.

 

Suburra – la serie: l’inizio della fine

Anche in questo episodio gli sviluppi della trama si svolgono alla periferia di Roma, la città come tutti la conosco, la Roma trafficata, caotica sembra sempre rimanere sullo sfondo, in attesa che qualcosa di ancora più grande si possa sviluppare.

Che qualcosa si possa muovere è sotto gli occhi di tutti, ed è proprio un personaggio che fino a questo momento è rimasto in balia degli eventi, senza poter reagire alla situazione in cui si era messo a scatenare una possibile reazione a catena. Sarà proprio Lele che per ripagare il suo debito segnerà l’inizio della fine, sicuramente dando vita ad un capovolgimento delle gerarchie delle famiglie coinvolte e scatenando nuove faide tra di loro.

 

Tomas Barile

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *