Sabrina Ferilli

Attrice, volto popolare TV e testimonial, quella di Sabrina Ferilli è una carriera all'insegna della mescolanza di generi. Teatro, tv, commercial e passioni sportive (madrina AS Roma nell'anno dello scudetto), segnano in maniera differente la sua carriera, anche se sarà il cinema a consacrarla definitivamente.

Sabrina Ferilli, attrice di 'grande bellezza'

(Roma, 28 giugno 1964)

Sabrina Ferilli attrice

Sabrina Ferilli nasce a Roma il 28 giugno 1964. Incantata fulmineamente dal magico mondo dello spettacolo, tenta invano di entrare al prestigioso Centro Sperimentale di Cinematografia. Questo piccolo insuccesso non la scoraggia anzi, si concede un piccolo debutto nel cinema con una parte nella pellicola “Caramelle da uno sconosciuto” (1987) di Franco Ferrini. Dopo alcune parti secondarie in diverse pellicole di fine anni ottanta, nel 1988, a 24 anni, esordisce finalmente come attrice nel film “Il volpone” di Maurizio Ponzi al fianco di Enrico Montesano. Immediatamente il regista Alessandro D’Alatri la vuole con sé in “Americano rosso”, del 1991.

Tra il 1993 e il 1994 recita in una serie di pellicole tra cui “Anche i commercialisti hanno un’anima”, sul cui set conosce Renato Pozzetto, “Il giudice ragazzino” (1993) e “Diario di un vizio” (1993). Grazie a “La bella vita” (1994) di Paolo Virzì raggiunge la popolarità e conquista il Nastro d’Argento come Miglior Attrice Protagonista, interpretando la cassiera Mirella che, in seguito alla depressione del marito (Claudio Bigagli), perde la testa per la stella di un'emittente televisiva locale (Massimo Ghini).

Nel 1996 Sabrina Ferilli prende parte a “Vite strozzate” di Ricky Tognazzi e “Ferie d’agosto” ancora di Virzì, che si è guadagnato diverse nomination per il Nastro d’Argento e il David di Donatello. Nello stesso anno partecipa, nelle vesti di Sandra, a “Ritorno a casa Gori” di Alessandro Benvenuti e a “Tu ridi” dei Fratelli Taviani.  Nel 1998 torna, invece al cinema con “Il signor Quindicipalle” di Francesco Nuti. Grazie alla buona riuscita di queste commedie Pippo Baudo la affianca alla bionda Valeria Mazza nella conduzione del festival di Sanremo del ’96.

Dal cinepanettone ai Nastri d'Argento fino a Paolo Sorrentino

Dopo il successo teatrale e televisivo, Sabrina Ferilli regala ai suoi fan un calendario da urlo, stampato per il mensile Max. Nel 2001, per festeggiare lo scudetto della sua Roma, si esibisce in uno spogliarello al Circo Massimo, davanti a centinaia di tifosi giallorossi.

Nel 2003 Luciano Emmer la vuole come protagonista del suo “L’acqua… il fuoco”, dove la Ferilli impersona tre donne diverse, ma la sua interpretazione questa volta solleva diverse critiche. Segue il divertente periodo dei cinepanettoni: “Christmas in love” (2004), “Natale a New York” (2006) e “Natale a Beverly Hills” (2009). Nel 2008 vince ancora un Nastro d’Argento grazie alla sua performance in “Tutta la vita davanti” di Virzì, che racconta il precariato attraverso il mondo dei call center.

Oltre ad essere testimonial per diversi spot pubblicitari, nel 2005, insieme a Katia Bellillo, sostiene il referendum per la fecondazione assistita. Dopo le pubbliche accuse di quest’ultima riguardo la sua adozione, la loro amicizia finisce in tribunale. Anche la vita sentimentale non va proprio a gonfie vele: nel 2003 si sposa con Andrea Perone, ma nel 2005 chiede la separazione dopo la pubblicazione di alcune foto che lo ritraggono in compagnia di un’altra donna.

Nel 2006 Sabrina Ferilli è nel cast di "Eccezzziunale veramente - Capitolo secondo... me" con la regia di Carlo Vanzina e sempre nello stesso anno la ritroviamo in "Natale a New York", per la regia di Neri Parenti.

Presta la voce a “Cars - Motori ruggenti” e indossa i panni di una donna frustrata dal lavoro e dalla crisi di mezz'età in “Tutta la vita davanti” nel 2008. Successivamente, l'attrice romana fa parte del cast di “Vacanze di Natale a Cortina”, per la regia di Neri Parenti (2011) e recita ne "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino, presentato nell'edizione 2013 del Festival di Cannes, guadagnandosi un altro Nastro d’argento come Migliore Attrice non Protagonista.

Nel 2015 è protagonista assieme a Margherita Buy di "Io e lei" di Maria Sole Tognazzi, insieme a Margherita Buy: grazie alla sua interpretazione vince il Ciak d'oro alla migliore attrice protagonista e ottiene una candidatura al David di Donatello e al Nastro d'argento nella stessa categoria.

Giusy Del Salvatore

Sabrina Ferilli Filmografia - Cinema

Sabrina Ferilli piscina

Sabrina Ferilli è Ramona in una scena del film "La grande bellezza" (2013) di Paolo Sorrentino

 

  • Portami la luna, regia di Carlo Cotti (1986)
  • Caramelle da uno sconosciuto, regia di Franco Ferrini (1987)
  • I picari, regia di Mario Monicelli (1988)
  • Il frullo del passero, regia di Gianfranco Mingozzi (1988)
  • Il volpone, regia di Maurizio Ponzi (1988)
  • Rimini Rimini - Un anno dopo, regia di Bruno Corbucci (1988)
  • Night Club, regia di Sergio Corbucci (1989)
  • Americano rosso, regia di Alessandro D'Alatri (1991)
  • La strada di Ball, regia di Marco Colli (1991)
  • Piccoli omicidi senza parole, regia di Josè Quaglio (1991)
  • Donne sottotetto, regia di Roberto Giannarelli (1992)
  • Vietato ai minori, regia di Maurizio Ponzi (1992)
  • Naufraghi sotto costa, regia di Marco Colli (1992)
  • Diario di un vizio, regia di Marco Ferreri (1993)
  • Donne in un giorno di festa, regia di Salvatore Maira (1993)
  • Il giudice ragazzino, regia di Alessandro Di Robilant (1994)
  • Anche i commercialisti hanno un'anima, regia di Maurizio Ponzi (1994)
  • La bella vita, regia di Paolo Virzì (1994)
  • Vite strozzate, regia di Ricky Tognazzi (1996)
  • Ferie d'agosto, regia di Paolo Virzì (1996)
  • Ritorno a casa Gori, regia di Alessandro Benvenuti (1996)
  • Arance amare, regia di Michel Such (1997)
  • Tu ridi, regia di Paolo e Vittorio Taviani (1998)
  • Il signor Quindicipalle, regia di Francesco Nuti (1998)
  • I fobici, regia di Giancarlo Scarchilli (1999)
  • Le giraffe, regia di Claudio Bonivento (2000)
  • Le ali della vita, regia di Stefano Reali (2000)
  • A ruota libera, regia di Vincenzo Salemme (2000)
  • L'acqua... il fuoco, regia di Luciano Emmer (2003)
  • Christmas in love, regia di Neri Parenti (2004)
  • Eccezzziunale veramente - Capitolo secondo... me, regia di Carlo Vanzina (2006)
  • Natale a New York, regia di Neri Parenti (2006)
  • Tutta la vita davanti, regia di Paolo Virzì (2008)
  • I mostri oggi, regia di Enrico Oldoini (2009)
  • Natale a Beverly Hills, regia di Neri Parenti (2009)
  • Vacanze di Natale a Cortina, regia di Neri Parenti (2011)
  • La grande bellezza, regia di Paolo Sorrentino (2013)
  • Io e lei, regia di Maria Sole Tognazzi (2015)
  • Forever Young, regia di Fausto Brizzi (2016)
  • Omicidio all'italiana, regia di Maccio Capatonda (2017)

Sabrina Ferilli Filmografia - Televisione

  • Naso di cane (Miniserie TV) (1986)
  • I ragazzi della 3ª C, nell'episodio "A Carnevale ogni scherzo vale" (1987)
  • La casa dell'orco (Film TV) (1988)
  • Valentina (Serie TV) (1989)
  • Stelle in fiamme (Serie TV) (1989)
  • L'isola dei misteri (Film TV)  (1990)
  • Una storia italiana (Film TV)  (1992)
  • Un commissario a Roma, nell'episodio "Specchio d'acqua" (1993)
  • Inka Connection (Film TV)  (1995)
  • Die Falle (Film TV) (1995)
  • Il padre di mia figlia (Film TV)  (1997)
  • Leo e Beo (Miniserie TV) (1998)
  • Commesse (Miniserie TV) (1999)
  • Le ali della vita (Film TV) (2000)
  • Come l'America (Film TV)  (2001)
  • Le ali della vita 2 (Film TV) (2001)
  • Cuore di donna (Film TV)  (2002)
  • Commesse 2 (Miniserie TV) (2002)
  • Rivoglio i miei figli (Miniserie TV) (2004)
  • Al di là delle frontiere (Miniserie TV) (2004)
  • La terra del ritorno (Miniserie TV) (2004)
  • Dalida (Miniserie TV) (2005)
  • Angela (Film TV)  (2005)
  • Matilde (Film TV)  (2005)
  • Lucia (Film TV)  (2005)
  • La provinciale (Film TV)  (2006)
  • Due imbroglioni e... mezzo! (Film TV)  (2007)
  • Anna e i cinque (Miniserie TV) (2008)
  • Caldo criminale (Film TV) (2010)
  • Due imbroglioni e... mezzo! (Miniserie TV) (2010)
  • Anna e i cinque 2 (Miniserie TV) (2011)
  • Né con te né senza di te (Miniserie TV) (2012)
  • Baciamo le mani - Palermo New York 1958, regia di Eros Puglielli (2013)
  • Rimbocchiamoci le maniche, regia di Stefano Reali (2016)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *