Rogue One: A Star Wars Story

Rogue One: A  Star Wars Story – Recensione: uno spin-off ben radicato nella saga principale

Rogue One: A Star Wars Story

“Rogue One” è il primo capitolo di un nuovo filone di pellicole che la Disney ha deciso di sviluppare all’interno del mondo creato da Lucas per “Star Wars”.
Non è un vero e proprio spin-off poiché, posizionandosi tra il III e il IV capitolo della saga principale, è un sequel-prequel, a seconda del punto di osservazione in cui ci posizioniamo.

“Rogue One” narra di come l’alleanza ribelle sia riuscita a sottrarre i piani segreti della Morte Nera, circa  diciannove anni dopo la conclusione delle vicende de “La vendetta dei Sith”, raccontando con dovizia di particolari quello che dice in sintesi l’incipit dell’episodio IV, “Una nuova speranza”, il primo film della saga apparso nelle sale cinematografiche: “…Navi spaziali ribelli, dopo aver colpito una base segreta, hanno ottenuto la loro prima vittoria contro il malvagio Impero Galattico. Durante la battaglia, spie ribelli sono riuscite a rubare i piani tecnici dell'arma decisiva dell'Impero, la Morte Nera…”.

Rogue One: A  Star Wars Story: un film alla portata sia dei fan sia di chi è digiuno di “Star Wars”

Per i fan della saga di Lucas sarà come colmare visivamente vicende fino a ora solo immaginate, ma questo non significa che la pellicola non sia fruibile anche da coloro che di “Star Wars” non sanno proprio niente. Chi conosce bene i sette episodi di “Guerre stellari” non potrà che arricchire di particolari le già note vicende, allietato nel cuore da piccoli rimandi a personaggi o ambientazioni che già ama, sapientemente posizionate qua e là dai realizzatori del film.

Per i neofiti sarà un chiassoso e divertente action movie, da poter gustare con maggiore enfasi, mentre per i fan di vecchia data “Rogue One” è una parentesi che ha poco da dire a livello narrativo.

Rogue One: A  Star Wars Story: l’inizio di un’imponente operazione commerciale

Se la Disney ha intenzione di dilatare ogni vicenda accennata da Lucas nella sua elaborazione temporale di “Star Wars” c’è materiale per una serie infinita di pellicole, che possono approfondire qua e là episodi o personaggi… ci chiediamo se questo sia necessario o interessante cinematograficamente, fermo restando la valenza commerciale di quest’operazione, che non teme concorrenza.

Se valutiamo “Rogue One” come film a sè, dimenticandoci di tutto il mondo di Lucas che gli sta attorno, possiamo dire, senza temere smentite, che è un buon lavoro d’avventura, con un cast bene assortito in cui spicca Felicity Jones, che presta il volto a Jyn Erso, eroina senza macchia e senza paura.

Gli effetti speciali sono esaltanti, e le riprese effettuate sull'atollo Laamu alle Maldive sono davvero incredibili.

Rogue One: A  Star Wars Story: lo si può valutare senza relazionarlo alla saga principale?

Il problema di “Rogue One”, non ce ne vogliano i realizzatori, è lo stesso del capitolo settimo: manca Lucas, la sua genialità, la sua creatività, la sua capacità di dare un’anima a ogni personaggio di questo incredibile affascinante mondo dove, se ci credi, la forza sarà sempre con te, e muoverà le tue azioni.

“Rogue One”, per quanto ben fatto e godibile, appare inanimato rispetto alle vicende principali.
I personaggi, per quanto interessanti (come Chirrut Îmwe, interpretato dal bravo Donnie Yen, l’unico legame con la forza in tutto il contesto narrativo) non sono all’altezza dei loro ‘compagni di saga’, e confessiamo che l’apparizione di Darth Vader è una vera boccata d’ossigeno.

Lo consigliamo? Certo che si! Perché comunque “Star Wars” è sempre “Star Wars”, e persino queste briciole di saga possono rinfrancare l’anima assetata dei fan.

Maria Grazia Bosu

  • Regia: Gareth Edwards
  • Cast: Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Donnie Yen, Jiang Wen, Forest Whitaker, Mads Mikkelsen, Alan Tudyk, Riz Ahmed, Jonathan Aris
  • Genere: Fantascienza, colore
  • Durata: 133 minuti
  • Produzione: USA, 2016
  • Distribuzione: Walt Disney
  • Data di uscita: 14 Dicembre 2016

Rogue One: A Star Wars StoryPrimo capitolo di una nuova serie cinematografica dedicata a "Star Wars", "Rogue One: A Star Wars Story" si pone come un'avvincente avventura che coinvolge il mondo delle Guerre Stellari, pur non rapportandosi alla linea narrativa di base.

Temporalmente parlando la pellicola si inserisce prima di "Star Wars: Episodio IV - Una nuova speranza", ossia il primo film in ordine di produzione e quarto in ordine cronologico della fortunata saga fantascientifica, e dopo “La vendetta dei Sith”, quarto film in ordine di produzione e terzo in ordine cronologico.
Protagonista di "Rogue One: A Star Wars Story" è un gruppo di combattenti della resistenza: la loro missione è quella di impossessarsi dei progetti per la costruzione della Morte Nera. Nuovi scenari verranno esplorati e, con essi nuovi territori e prospettive; nonostante questo però l'atmosfera sarà quella tanto amata dai fans della serie originale.

"Rogue One: A Star Wars Story" vede la regia di Gareth Edwards, che sta lavorando su un copione di Gary Whitta e Chris Weitz; a sua volta il copione è nato da un'idea del John Knoll dell'Industrial Light & Magic.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *