agosto 02, 2015

Paul Walker – Biografia

Paul Walker, un attore ‘Fast and Furious’

(Glendale, 12 settembre 1973 – Santa Clarita, 30 novembre 2013)

PaulWalkerPaul William Walker IV è quello che possiamo definire il vero e proprio modello di riferimento quando si parla di californian boy: alto (191 cm per l’esattezza), muscoloso, biondo, occhio ceruleo; insomma il classico fisico da surfista hollywoodiano. Certo è che non si può giudicare questo talentuoso attore ed ex modello solo dal suo aspetto fisico, del resto la sua filmografia parla chiaro con all’attivo circa un film l’anno.

Il debutto cinematografico di Walker avviene prestissimo. All’età di tredici anni infatti partecipa a “Non aprite quell’armadio” (1986) di Bob Dahlin, interrompendo però subito la sua carriera cinematografica per continuare gli studi.

Nel 1991 si diploma presso la Los Angeles San Fernando Valley Villane Christian High School e si iscrive alla facoltà di Biologia Marina, trasferendosi in diversi College della California. In un’intervista, ricordando i suoi trascorsi scolastici, l’attore ha raccontato un episodio poco chiaro: sarebbe infatti stato coinvolto in un crimine (a detta di Walker molto grave), anche se la sua fedina penale è pulita.

Nel 1998 ritorna al cinema con due pellicole: “Superfusi di testa” (1998) e “Pleasantville”(1998). Il primo lavoro che però gli dà popolarità e le copertine di tutti i giornaletti per teenager del pianeta è “Kiss Me” (1999) di Robert Iscove.

Nei primi anni del millennio finalmente arrivano le prime pellicole in cui la bellezza è sovrastata dalla bravura. Si tratta di “The Skulls – I Teschi” (2000) di Rob Cohen, seguito dal terrificante “Radio Killer” (2001) di John Dahl.

Nel 2001 è nuovamente diretto da Rob Cohen che lo vuole come protagonista del primo capitolo di “Fast and Furious”, pellicola che ottiene un successo talmente eclatante al box office da meritarsi ben sei sequel: “2 Fast 2 Furious” (2003) di John Singleton, “The Fast and the Furious: Tokyo Drift” (2006), “Fast & Furious – Solo parti originali” (2009) di Justin Lin, “Fast & Furious 5” nel 2011, “Fast & Furious 6″ (2013) sempre di Justin Lin, e “Fast & Furious 7″.

Certo è che Paul, oltre a questi blockbuster, si è dedicato anche ad altri progetti di successo. Il film più importante in cui ha recitato è “Flags of Our Fathers” (2006) di Clint Eastwood. Sempre nel 2006 è il protagonista di “Running” di Wayne Kramer e “Otto amici da salvare” di Frank Marshall. Altri due film in cui si è messo in mostra sono “Bobby X, il signore della droga” (2007) di John Herzfeld e “Lazarus Project – Un piano misterioso” (2008) di John Patrick Glenn.

Il 30 novembre 2013, Paul Walker perde tragicamente la vita in un incidente automobilistico, mentre si trovava a bordo di una Porsche insieme a un amico.

Fabiana Girelli

Related posts

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *