Patricia Arquette alla regia di “Love Canal”

Patricia Arquette, attrice vincitrice del premio Oscar nel 2015 per la sua interpretazione in “Boyhood”, farà il suo esordio alla regia con “Love Canal”, prodotto dalla TriStar Pictures.

Patricia Arquette e una storia al femminile

Patrice Arquette film

Patricia Arquette dirigerà un film drammatico ambientato negli anni ’70. La trama verte su un gruppo di casalinghe della classe operaia che vivono nella parte settentrionale dei sobborghi di New York, dove sono state scaricate enormi quantità di rifiuti tossici. Senza l’aiuto di alcuna istituzione le coraggiose donne affrontano l’industria chimica, il governo e addirittura il Presidente degli Stati Uniti.

Lo script è a cura di Brad Desch – già sceneggiatore di “Padri e figlie”, film di Gabriele Muccino del 2015 – ed è basato sul documentario “The Canal”, diretto da Will Battersby, che produrrà il film insieme a Richard Abate della 3 Arts Entertainment, insieme alla stessa Arquette e insieme a Tory Tunnel della Safe House, produttore di “King Arthur – Il potere della spada” con Jude Law.

Joby Harold e Molly Madden saranno i produttori esecutivi, mentre Hannah Minghella – figlia del compianto Anthony Minghella, vincitore del Premio Oscar al Miglior Regista nel 1997 per “Il paziente inglese” – e Shary Shirazi supervisioneranno, su incarico della TriStar Pictures, la co-produzione tra la Safe House e la 3 Arts Entertainment.

Patricia Arquette e i suoi prossimi progetti

I progetti imminenti di Patricia Arquette includono anche la serie in onda sul canale televisivo Showtime “Escape at Dannemora” con Benicio del Toro e Paul Dano, il debutto alla regia di Kirsten Dunst dal titolo “The Bell Jar” e l’attesissimo sequel “Toy Story 4” di produzione Pixar, la cui uscita in sala è prevista per il 2019 e che vedrà il ritorno dei mitici Woody Pride e Buzz Lightyear questa volta alla ricerca di Bo Peep, l’amata del cowboy che non era presente nel terzo film della saga ideata da John Lasseter.

Francesco Caiazza

04/10/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *