Paola Cortellesi

Attrice, comica, imitatrice, cantante, showgirl e sceneggiatrice italiana: la versatilità di Paola Cortellesi non conosce limiti, tra David di Donatello e riuscite imitazioni, è considerata una delle artiste più in vista nel panorama italiano.

Paola Cortellesi, l'attrice che 'nessuno può giudicare'

(Roma, 24 novembre 1973)

Paola-CortellesiBella, brava e simpatica: questi gli aggettivi che descrivono al meglio Paola Cortellesi, attrice romana nata il 24 novembre del 1973. Dopo aver studiato presso la scuola di recitazione Beatrice Bracco, inizia a lavorare a teatro e in radio, per giungere poi in tv con il personaggio di Suor Letizia nel programma “Macao” (1997 – 1998) condotto da Alba Parietti.

Lavora poi con Serena Dandini in “La posta del cuore” (1998) e in “Teatro 18” (1999), e con la Gialappa’s Band in “Mai dire gol” (2000) e “Mai dire grande fratello” (2000 – 2001). Il primo approccio con il grande schermo avviene grazie alla sua splendida voce quando partecipa al doppiaggio di “Anna e il re”(1999) e “Stuart Little 2” (1999).

Un successo dietro l'altro: l'escalation di Paola Cortellesi

Appare invece in carne e ossa nel 2000 in ben tre pellicole: “Amarsi può darsi” con Claudia Gerini come protagonista; “Chiedimi se sono felice”, dove affianca Aldo, Giovanni e Giacomo, e “Un’altr’anno e poi cresco”. L’anno dopo viene nominata al Nastro d’Argento come Miglior Attrice non Protagonista per “Se fossi in te”. Insieme all’attore Valerio Mastandrea, all’epoca suo compagno, partecipa al video della famosa canzone dei Tiromancino “La descrizione di un attimo” e tra il 2002 e il 2003 affianca Gianni Morandi nella conduzione del programma televisivo “Uno di noi”.

È simpaticissima nel ruolo della fidanzata che manda all’aria la vita di Fabrizio Bentivoglio in “A cavallo della tigre” (2002), remake del film di Luigi Comencini, per poi cimentarsi in una parte drammatica ne “Il posto dell’anima” (2003) di Riccardo Milani e con Claudio Santamaria in “Passato prossimo” (2003) di Maria Sole Tognazzi. Nel 2004 presenta il Festival di Sanremo con Simona Ventura, Gene Gnocchi e Maurizio Crozza. Nel frattempo continua a mietere successi a teatro, basti citare a testimonianza del suo talento lo spettacolo"Gli ultimi saranno ultimi" di Massimiliano Bruno, che ha toccato 59 città italiane, con 189 repliche e che è stato visto da oltre 250.000 spettatori.

Tra Aldo, Giovanni e Giacomo e la Dandini, un'artista che non 'perdiamo di vista'

Torna con Aldo, Giovanni e Giacomo in “Tu la conosci Claudia?” (2004) e si fa dirigere da Gianluca Maria Tavarelli in “Non prendere impegni stasera” (2006). Ancora diretta da Tavarelli reciterà per la tv nella serie drammatica “Maria Montessori – Una vita per i bambini” (2007), per la quale ottiene il consenso di pubblico e critica oltre a ricevere il Maximo Award alla Roma Fiction Fest. Sempre nel 2007 torna a prestare la propria voce al cartone animato “Persepolis” ed è nel cast di “Piano, solo” con Kim Rossi Stuart, incentrato sulla vita del pianista jazz, Luca Flores.

È poi in tv con “Parla con me” della Dandini e con “Perdiamoci di vista”. Ottiene un’altra candidatura ai Nastri d’Argento come Miglior Attrice non Protagonista con “Due Partite” (2008) di Enzo Monteleone e partecipa al documentario “L’incredibile viaggio della tartaruga” (2008). Nel 2009 affianca Claudio Amendola ne “La fisica e dell’acqua”, è di nuovo diretta da Tavarelli per la serie tv “Le cose che restano”, la troviamo nel video “Ancora qui”di Renato Zero e canta con successo nella canzone “Battibecco” di Claudio Baglioni. Nel 2010 passa alla pubblicità come testimonial di Brio Blu Rocchetta ed è nel cast della commedia di FaustoBrizzi “Maschi contro femmine”.

'Sotto la buona stella' di Paola Cortellesi

Il 2011 è un anno fortunatissimo: la troviamo in "Femmine contro maschi", sempre di Fausto Brizzi; "C'è chi dice no" di Gianbattista Avellino e soprattutto "Nessuno mi può giudicare" di Massimiliano Bruno, film che sbanca letteralmente i botteghini.

Il 2013 la vede a lavorare al film di Carlo Verdone "Sotto una buona stella" e a "Un boss in salotto" di Luca Miniero. Nel 2014 Verdone la vorrà per la sua commedia "Sotto una buona stella", cosa che farà altrettanto Riccardo Milani che la sceglierà, come protagonista da affiancare a Raul Bova, per "Scusate se esisto!".

Isabella Gasparutti

Paola Cortellesi Filmografia – Cinema

paola cortellesi

  • Chiedimi se sono felice, regia di A. Baglio, G. Poretti, G. Storti e M. Venier (2000)
  • Un altr’anno e poi cresco, regia di Federico Di Cicilia (2000)
  • Se fossi in te, regia di Giulio Manfredonia (2000)
  • Bell’amico, regia di Luca D’Ascanio (2000)
  • Amarsi può darsi, regia di Alberto Taraglio (2001)
  • A cavallo della tigre, regia di Carlo Mazzacurati (2001)
  • Passato prossimo, regia di Maria Sole Tognazzi (2002)
  • Il posto dell’anima, regia di Riccardo Milani (2002)
  • Tu la conosci Claudia?, regia di Massimo Venier (2004)
  • Non prendere impegni stasera, regia di Gianluca Maria Tavarelli (2006)
  • Piano, solo, regia di Riccardo Milani (2007)
  • Due partite, regia di Enzo Monteleone (2009)
  • La fisica dell’acqua, regia di Felice Farina (2009)
  • Maschi contro femmine, regia di Fausto Brizzi (2010)
  • Femmine contro maschi, regia di Fausto Brizzi (2011)
  • Nessuno mi può giudicare, regia di Massimiliano Bruno (2011)
  • C’è chi dice no, regia di Giambattista Avellino (2011)
  • Un boss in salotto, regia di Luca Miniero (2014)
  • Sotto una buona stella, regia di Carlo Verdone (2014)

Paola Cortellesi Filmografia – Televisione

  • Maria Montessori – Una vita per i bambini, (Miniserie TV) (2007)
  • Le cose che restano, (Miniserie TV) (2010)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *