Oscar 2017: “Fuocoammare” in gara per l’Italia

Oscar 2017: il documentario di Gianfranco Rosi è stato scelto per rappresentare, nella categoria Migliore Film Straniero, l’Italia alla prossima cerimonia degli Oscar. Suscitando qualche polemica.

Oscar 2017: “Fuocoammare” è la pellicola italiana candidata agli Academy Awards

oscar 2017

L’ultima opera di Gianfranco Rosi, “Fuocoammare”, concorrerà, per l’Italia, alla nomination come Miglior Film Straniero agli Oscar 2017. Il documentario, già vincitore dell’Orso d’Oro all’ultima Berlinale, è un affresco sulla vita di Lampedusa, il confine simbolico dell’Europa, divisa tra chi sull’isola ci abita da sempre, i lampedusani, e chi ci arriva per andare altrove, i migranti.

“Fuocoammare” è stato scelto da una commissione di selezione tra una rosa di sette film, che comprendeva, oltre al film di Rosi: “Gli ultimi saranno gli ultimi” di Massimiliano Bruno, “Indivisibili” di Edoardo De Angelis, “Lo chiamavano Jeeg Robot”, di Gabriele Mainetti; “Perfetti sconosciuti” di Paolo Genovese; “Pericle il nero” di Stefano Mordini; “Suburra” di Stefano Sollima.

La Commissione di selezione era composta dai rappresentanti di tutta la filiera cinematografica: produttori, distributori, giornalisti, scrittori e registi.

In rappresentanza di questi ultimi c’era Paolo Sorrentino, che si è fatto promotore di una piccola polemica riguardante la scelta del film.

Il premio Oscar per “La Grande Bellezza”, non mettendo in dubbio le qualità artistiche della pellicola, si è mostrato scettico sull’opportunità di candidarla nella categoria di Miglior Film Straniero invece che in quella più specifica di Miglior Documentario. Infatti, il lavoro di Rosi avrebbe avuto ottime chance di ottenere una candidatura e magari anche di vincere l’agognata statuetta in quella categoria. Al tempo stesso un altro film poteva careggiare nella categoria di Migliore Film Straniero; cosi l’Italia sarebbe stata rappresentata da ben due pellicole.

Il successo di “Fuocoammare”

Tralasciando le polemiche, “Fucoammare” ha ottenuto uno straordinario successo: oltre 1 milione di euro di incasso in Italia, venduto in più di 60 paesi e ora la corsa per l’oscar.
Non resta che attendere di vedere se la pellicola riuscirà a entrare nella quintina ufficiale e, poi, essere protagonista nella sera di domenica 26 febbraio 2017, giorno della cerimonia di consegna degli Oscar.

Oreste Sacco

27/09/2016

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *