Octavia Spencer

Octavia Spencer è un'attrice americana che, dopo anni di ruoli minori, è riuscita a raggiungere il successo grazie ad una splendida interpretazione in "The Help".

Octavia Spencer, 'infiltrata speciale' del cinema

(Montgomery, 25 maggio 1972)

octavia-spencer

In varie occasioni Octavia Spencer ha scherzato con i giornalisti dicendo di aver cominciato a recitare fin dal primo vagito. Forse non avrà declamato i versi di Shakespeare proprio in quel tiepido pomeriggio del 25 maggio del 1972 mentre veniva al mondo, ma sicuramente già in quel momento la verve e quel pizzico di sfacciataggine che, una volta diventata grande, l’avrebbero resa un’attrice da premio Oscar, erano già parte di lei.

Certo l’infanzia della piccola Octavia Lenora, questo il suo nome completo, trascorsa a Montgomery in Alabama non deve essere stata facile. La madre faceva infatti la cameriera e oltre a quella di Octavia aveva altre sei bocche da sfamare. Fin da quando aveva 8 anni però la piccola inizia a coltivare il sogno di diventare, un giorno, una grande diva del cinema. Tuttavia non ha il coraggio di confidarlo a nessuno neanche alla madre, che invece la incoraggia a concentrarsi sugli studi, pensando che questa sia la chiave per far in modo che la figlia abbia una vita migliore della sua. Con grande orgoglio di mammà la caparbia Octavia nel 1995 consegue la laurea in letteratura inglese presso la Auburn University.

Appena dopo la laurea riesce a trovare il suo posticino all’interno della grande industria cinematografica, ma non in veste di attrice bensì di addetta al casting e proprio in questa veste nel 1995 lavora sul set di “The Grass Harp” con Sissy Spacek e del film della Disney “Le avventure di Tom Sawyer ed Huck Finn”. In queste due occasioni alcuni collaboratori, scoperta la sua passione, le consigliano di provare a fare qualche audizione.

Nonostante gli incoraggiamenti ricevuti, Octavia è restia a fare il grande balzo: non si sente all’altezza e pensa che, non avendo ricevuto alcun tipo di formazione nel campo delle arti drammatiche, il suo desiderio è destinato a rimanere un sogno in un angolo di un cassetto. Ma si sa, come nelle favole, ogni tanto i sogni diventano realtà e questo in particolare grazie all’intervento di una fata turchina d’eccezione, il regista Joel Schumacher, che scopre Octavia nel 1996 mentre sta lavorando come addetta al casting sul set di “Il momento di uccidere”, pellicola con Sandra Bullock e Samuel L. Jackson. Rimasto folgorato dalla sua verve e dal suo viso dolce il regista decide di affidargli un piccolo ruolo nel film.

Octavia Spencer: l'esordio

Octavia Spencer attriceIl 1996 è l’anno della svolta, la futura star dice ‘ciao ciao’ all’Alabama decidendo di trasferirsi in pianta stabile a Hollywood e tentare di sfondare nel mondo del cinema, questa volta in veste di attrice. È così che tra la fine degli anni ’90 e gli inizi del terzo millennio ottiene piccoli ruoli in commedie di successo come “Mai Stata baciata” del 1999 al fianco di Drew Barrymore e nel film diretto da Les Mayfield “Da ladro a poliziotto” sempre del 1999. Nello stesso periodo inizia ad alternare il cinema alla tv partecipando anche a serie televisive del calibro di “E.R - Medici in Prima Linea” (1998), “X-Files” (1999), “Roswell” (1999), e “Chicago Hope”.

Le sue interpretazioni iniziano a convincere tutti che ha del talento e dei tempi comici innati, proprio per questo la sua carriera continua all’insegna della comicità: la ritroviamo nel 2003 in “Una bionda in carriera” al fianco di Reese Witherspoon e nei panni di Opal accanto al Babbo Natale più perfido della storia, Billy Bob Thornton, in “Babbo Bastardo”. Nel 2005 collabora nuovamente con Sandra Bullock in “Miss F.B.I - Infiltrata Speciale”. Il cinema sì le piace ma almeno fino a quel momento è sempre il piccolo schermo a riservarle ruoli di un certo rilievo,la ritroviamo infatti nella serie “Ugly Betty” (2007), “Medium” (2008), “CSI: Scena del crimine” (2008) ed infine la sit-com di culto “Big bang theory” (2008).

Anche il 2008 si rivela per la signorina Spencer un anno cruciale: risale proprio a questa data l’incontro con Tate Taylor che le affida un ruolo da co-protagonista in “Pretty Ugly People” dove recita con Melissa McCarthy. Negli anni successivi collabora con registi come Sam Raimi che la dirige in “Drag Me to Hell” nel 2009 e con il nostro Gabriele Muccino che le affida una parte in “Sette anime” con Will Smith.

Octavia Spencer e il successo grazie a "The Help"

In realtà è solo nel 2011 che ottiene il primo ruolo importante. Tate Taylor decide infatti che solo lei può calzare alla perfezione i panni della caparbia cameriera Minnie nel suo ultimo film “The Help”. Sarà proprio questa sua grandissima interpretazione a farle vincere nel 2012 un BAFTA Award, un Guild Award, un Golden Globe e soprattutto l’ambitissimo Oscar come Miglior Attrice non Protagonista.

Negli anni successivi, gli impegni dell'attrice non accennano a diminuire. Nel 2012, la troviamo nel drammatico "Smashed" e in "Blues for Willadean" mentre, nel 2013, la Spencer lavora in ben cinque pellicole tra cui "Fruitvale Station", primo lungometraggio di Ryan Coogler, "Snowpiercer" di Bong Joon-ho che si ispira alla serie di fumetti francese "Le Transperceneige" e "Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo - Il mare dei mostri" in cui presta la voce a Martha.

Quest'anno è tornata alla ribalta con la sua prova in "Il diritto di contare", che le ha portato la seconda nomination della sua carriera.

Mirta Baris

Octavia Spencer Filmografia - Cinema

Octavia Spencer filmografia

  • Il momento di uccidere, regia di Joel Schumacher (1996)
  • Un canestro per due, regia di Randall Miller (1997)
  • Sparkler , regia di Darren Stein (1997)
  • Mai stata baciata, regia di Raja Gosnell (1999)
  • Da ladro a poliziotto, regia di Les Mayfield (1999)
  • Essere John Malkovich, regia di Spike Jonze (1999)
  • Live Virgin, regia di Jean-Pierre Marois (1999)
  • Everything Put Together, regia di Marc Forster (2000)
  • Missing Pieces, regia di Carl Schenkel (2000)
  • Da che pianeta vieni?, regia di Mike Nichols (2000)
  • Big Mama, regia di Raja Gosnell (2000)
  • Four Dogs Playng Poker, regia di Paul Rachman (2000)
  • The Journeyman, regia di James Crowley (2001)
  • Follow the Stars Home, regia di Dick Lowry (2001)
  • Spider-Man, regia di Sam Raimi (2002)
  • S.W.A.T. (Squadra speciale anticrimine, regia di Clark Johnson (2003)
  • Una bionda in carriera, regia di Charles Herman-Wurmfeld (2003)
  • Babbo bastardo, regia di Terry Zwigoff (2003)
  • Appuntamento da sogno!, regia di Robert Luketic (2004)
  • Breakin' All the Rules, regia di Daniel Taplitz (2004)
  • Coach Carter, regia di Thomas Carter (2004)
  • Pretty Persuasion, regia di Marcos Siega (2005)
  • Miss F.B.I. - Infiltrata speciale, regia di John Pasquin (2005)
  • Beauty Shop, regia di Bille Woodruff (2005)
  • Pulse, regia di Jim Sonzero (2006)
  • The Nines, regia di John August (2007)
  • Pretty Ugly People, regia di Tate Taylor (2008)
  • Sette anime, regia di Gabriele Muccino (2008)
  • Love at First Hiccup, regia di Barbara Topsøe-Rothenborg (2009)
  • Drag Me to Hell, regia di Sam Raimi (2009)
  • Il solista, regia di Joe Wright (2009)
  • Halloween II, regia di Rob Zombie (2009)
  • Un amore alle corde, regia di Ryan Craig (2010)
  • A cena con un cretino, regia di Jay Roach (2010)
  • Peep World, regia di Barry W.Blaustein (2010)
  • Le regole della truffa, regia di Rob Minkoff (2011)
  • The Help, regia di Tate Taylor (2011)
  • Blues for Willadean regia di Del Shores (2012)
  • Smashed regia di James Ponsoldt (2012)
  • Prossima fermata Fruitvale Station, regia di Ryan Coogler (2013)
  • Lost on Purpose, regia di Ian Nelms (2013)
  • Snowpiercer, regia di Joon-ho Bong (2013)
  • Paradise, regia di Diablo Cody (2013)
  • Get on Up - La storia di James Brown, regia di Tate Taylor (2014)
  • The Divergent Series: Insurgent, regia di Robert Schwentke (2015)
  • Padri e figlie (Fathers and Daughters), regia di Gabriele Muccino (2015)
  • Zootropolis, regia di Rich Moore e Byron Howard (2016) – voce
  • The Divergent Series: Allegiant, regia di Robert Schwentke (2016)
  • Babbo bastardo 2 (Bad Santa 2), regia di Mark Waters (2016)
  • Il diritto di contare (Hidden Figures), regia di Theodore Melfi (2016)
  • Gifted - Il dono del talento (Gifted), regia di Marc Webb (2017)
  • The Shack, regia di Stuart Hazeldine (2017)

Octavia Spencer Filmografia - Televisione

  • E.R. - Medici in prima linea (Serie TV, 1 episodio) (1998)
  • X-Files (Serie TV, 1 episodio) (1999)
  • Roswell (Serie TV, 1 episodio) (1999)
  • Chicago Hope (Serie TV, 1 episodio) (1999)
  • City of Angels (Serie TV, 5 episodi) (2000)
  • Malcolm (Serie TV, 1 episodio) (2000)
  • Dharma & Greg (Serie TV, 1 episodio) (2001)
  • The Chronicle (Serie TV, 6 episodi) (2001-2002)
  • NYPD Blue (Serie TV, 2 episodi) (2002-2005)
  • Medium (Serie TV, 1 episodio) (2005)
  • LAX (Serie TV, 6 episodi) (2004-2005)
  • Ugly Betty (Serie TV, 4 episodi) (2007)
  • Halfway Home (Serie TV, 10 episodi) (2007)
  • The Minor Accomplishments of Jackie Woodman (Serie TV, 4 episodi) (2006-2007)
  • I maghi di Waverly (Serie TV, 2 episodi) (2008)
  • Big Bang Theory (Serie TV, 1 episodio) (2008)
  • CSI: Scena del crimine (Serie TV, 1 episodio) (2008)
  • Avvocati a New York (Serie TV, 5 episodi) (2009)
  • Red Band Society (Serie TV) (2014 - in produzione)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *