Non c’è campo

  • Regia: Federico Moccia
  • Cast: Vanessa Incontrada, Gianmarco Tognazzi, Corrado Fortuna, Claudia Potenza, Neva Leoni,Beatrice Arnera, Mirko Trovato, Eleonora Gaggero, Caterina Biasiol
  • Genere: Commedia sentimentale, colore
  • Durata:
  • Produzione: Italia, 2017
  • Distribuzione: Koch Media
  • Data di uscita: 2 novembre 2017

 

Non c'è campo locandina dedinitivaLaura (Vanessa Incontrada), professoressa di liceo amante del proprio lavoro e affezionata ai propri allievi, decide di organizzare una gita di una settimana in Puglia, dove il gruppo sarà ospitato da Gualtiero Martelli (Corrado Fortuna), apprezzato artista noto in tutto il mondo.
La sua partenza la costringe a lasciare a casa suo marito Andrea (Gian Marco Tognazzi) e la figlia Virginia (Eleonora Gaggero).

La professoressa Alessandra (Claudia Potenza) sarà la compagna di viaggio di Laura che trova un buon riscontro nei suoi studenti – in particolare Francesco (Mirko Trovato), Flavia (Beatrice Arnera) e Valentina (Caterina Biasiol) – già dal viaggio in pullman.

Unico imprevisto della gita è l’assenza di campo dei telefoni cellulari  nel piccolo paese, meta della classe: un vero e proprio "black out telematico" al quale il gruppo dovrà far fronte, facendo a meno dell’oggetto ormai divenuto per la maggior parte della gente indispensabile.

L’assenza dello smartphone fa cambiare le abitudini dei personaggi che si ritrovano a comportarsi in maniera meno costruita, con reazioni più dirette e immediate. Questo periodo fatto di rapporti senza filtri diventerà per tutti un momento di crescita personale.

Non c'è campo: Federico Moccia senza tecnologia

Dopo "Universitari", film del 2013, Federico Moccia, apprezzato scrittore, sceneggiatore e regista, figlio del grande Pipolo, torna dietro la macchina da presa con "Non c'è campo", le cui riprese sono state effettuate a Scorrano in provincia di Lecce. Il film interpretato, tra gli altri, da Vanessa Incontrada, pone l'accento sui danni della tecnologia quando se ne abusa, sul bisogno dell'umanità di ritrovarsi, superando le barriere create dai mezzi di comunicazione sempre più invasivi, attraverso cui la nostra società sembra isolarsi, perdendo la bellezza del contatto diretto.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *