Molly Monster (2016)

Molly Monster - Recensione: un film per piccolissimi che esalta la famiglia

Molly Monster review

Una delle preoccupazioni più grande dei bambini è quella di perdere l'amore e le attenzioni dei propri genitori con la nascita di un fratellino.

La stessa ansia sembra assillare Molly, ma ancor di più Edison, simpatico pupazzo a carica, nonché miglior amico della protagonista. Molly, pur vivendo a Mostrolandia, ha le stesse abitudini dei cuccioli umani. Come loro è costretta a lavare i denti prima di andare a letto, ama ascoltare ninne nanne e dormire con il suo gioco preferito e come loro deve separarsi dalla mamma (nel suo caso anche dal papà) nel momento in cui sta per arrivare un nuovo componente della famiglia.

Tratto dalla famosa serie tv, andata in onda su Rai Yoyo, dedicata a un pubblico decisamente giovanissimo, "Molly Monster", diretto da Ted Sieger, Matthias Bruhn e Michael Ekbladh, attraverso disegni molto semplici in cui si eccede volutamente nell'uso di colori accesi. É una pellicola d'animazione che fuoriesce dagli standard dei prodotti d'intrattenimento, che sfruttano la tecnologia per una resa visiva eccellente, e sceglie di concentrarsi, con la stessa semplicità, sul messaggio che intende trasmettere.

La pellicola, che sviluppa una trama senza nessun particolare turbamento, è indirizzata - proprio come lo erano gli episodi televisivi - a bambini al di sotto dei sei anni e sceglie come forma di comunicazione immagini rassicuranti e musiche concilianti.

Molly Monster: l'unione fa la forza

Molly, Edison e con loro tutti i bambini possono dormire sonni tranquilli: la separazione dai genitori nel momento di un nuovo arrivo è il punto di partenza per una nuova era in cui la famiglia sarà più unita che mai e il nascituro costituirà un valore aggiunto al nucleo famigliare.

Il percorso che Molly e Edison intraprendono per raggiungere i genitori allo scopo di recapitare il regalino che la piccola ha confezionato per il fratellino (o sorellina che sia), ripropone la carrellata di simpatici e bizzarri personaggi, compagni d'avventura di Molly negli episodi della serie tv. I due viaggiatori man mano che si muovono in un paesaggio spaziale, tra paure e preoccupazioni, si rendono conto sempre più che l'unione fa la forza e che ogni spavento può essere dissolto in compagnia degli amici e di chi si ama.

L'isola delle uova, meta della peregrinazione del simpatico duo, è il luogo in cui la famiglia si ricongiunge prima che il nuovo arrivato esca dal suo guscio.

Il gruppo si è riunito, il peggio è scongiurato, i simpatici mostri hanno dimostrato che non bisogna mai aver timore delle novità e che spesso proprio quel che più si teme può essere ciò che arricchirà la nostra vita.

Il film, distribuito da 102 Distribution, è stato presentato alla stampa e al pubblico pagante il 25 marzo a Cinecittà World.

Giulia Sessich

  • Titolo originale: Molly Monster The Movie
  • Regia: Ted Sieger, Matthias Bruhn, Michael Ekbladh
  • Cast: Tom Eastwood, Stefan Fredrich, Denise Gorzelanny, Sophie Rois, Gerald Schaale
  • Genere: Animazione, colore
  • Durata: 72 minuti
  • Produzione: Germania, Svizzera, Svezia, 2016
  • Distribuzione: 102 Distribution
  • Data di uscita: 29 marzo 2018

Molly Monster - locandina

Molly è una mostriciattola che vive con la sua famiglia a Mostrolandia, il Paese di Mostri. Tutto procede tranquillamente, finchè i suoi genitori non decidono di partire per il Paese delle Uova da cui torneranno con un fratello o una sorella. La protagonista è molto dispiaciuta di non poterli accompagnare e resta, scoraggiata, in attesa del loro ritorno. Quando la piccola si accorge che il papà ha dimenticato il suo cappello decide di raggiungerli. Allora si avventura con il giocattolo a molla Edison, il suo migliore amico, verso il Paese delle Uova. Non sarà una passeggiata semplice...

Molly Monster: il film tratto dalla serie televisiva

I registi Ted Sieger, Matthias Bruhn e Michael Ekbladh portano sul grande schermo il primo film di "Molly Monster", tratto dalla serie televisiva di gran successo.

Il tema principale della pellicola è la grande difficoltà del diventare un fratello o una sorella maggiore. Tramite un'avventura davvero originale, la protagonista arriva a capire il vero significato della famiglia e dell'amore dei propri genitori e accetta l'arrivo del nuovo piccolo di casa. Superate tutte le paure del non avere più le giuste attenzioni e di essere trascurata, scoprirà che in realtà essere una sorella maggiore rende ancora più speciali.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *