Michael J. Fox

Michael J. Fox divenuto famosissimo a seguito della sua interpretazione di Marty McFly nella trilogia "Ritorno al futuro", l'attore ha continuato a coltivare successi dimostranti grandi abilità di recitazione e doppiaggio.

Michael J. Fox, l’attore ‘ritornato al futuro’

(Edmonton, 9 giugno 1961)

Michael J. Fox filmografia

MichaelFox nasce a Edmonton in Canada, da William, generale dell’esercito canadese e Phyllis, impiegata con la passione della recitazione. La sua famiglia si trasferisce spesso a causa del lavoro del padre e si stabilisce definitivamente a Burnaby nella regione della British Columbia, dove Michael frequenta le scuole superiori. A 15 anni il ragazzo debutta in una serie TV canadese di breve durata “Leo and Me”: questo ruolo lo aiuta a riflettere sul suo futuro e lo porta a prendere una decisione importante.

Nel 1979 Michael abbandona la scuola e si trasferisce a Los Angeles per inseguire il sogno. Il suo primo passo è quello di cambiare leggermente il suo nome non appena scopre che esiste già un Michael Fox nel registro degli attori. Decide così di aggiungere una J tra nome e cognome in onore di Michael J. Pollard. Nel 1982 Fox si presenta al provino per la serie TV “Casa Keaton” (1982 - 1989) dalla quale verrà lanciato definitivamente nel mondo dello show business. Il ruolo di Alex P. Keaton gli porterà ben tre Emmy Award e un Golden Globe, nonché successo e popolarità in vari Paesi, Italia compresa. Per gli adolescenti degli anni ’80 Michael J. Fox rimarrà per sempre nell’immaginario collettivo come Marty McFly, il giovane viaggiatore nel tempo della trilogia “Ritorno al Futuro” di Robert Zemeckis.

Il successo e la nomination ai Golden Globes

Tra il 1985 e il 1990 questi tre film sono campioni di incassi ai botteghini di tutto il mondo e il protagonista conquista anche una nomination ai Golden Globes come Miglior Attore nell’86. Fox prosegue vestendo i panni di personaggi giovanissimi in pellicole come “Voglia di vincere” (1985) e “Il segreto del mio successo” (1987). Nei due film “Le mille luci di New York”(1988) e “Vittime di guerra” (1989) interpreta due ruoli drammatici. In quest’ultimo film di Brian De Palma lavora con Sean Penn, con il quale i rapporti durante le riprese non sono affatto buoni. Nonostante ciò Michael lascerà al termine della lavorazione un biglietto al famoso attore in cui ammetterà l’onore di aver lavorato con lui. Sposatosi nel 1988 con la collega Tracy Pollan, da lei avrà quattro figli.

Durante le riprese di “Doc Hollywood” (1991), in cui interpreta il dottor Benjamin Stone, l’attore mostra i primi segni della malattia che purtroppo lo affligge tuttora: il morbo di Parkinson. Fox non rende note le sue condizioni fino al 1998, quando in un’intervista alla rivista “People” confessa di avere il morbo, ma anche di essere intenzionato a combatterlo appoggiando la ricerca sulle cellule staminali. La sua carriera procede con ruoli minori nei film “Blue in the Face” (1995), “Il Presidente– Una storia d’amore” (1995) e “Mars Attacks!” (1996) di Tim Burton.

Dal 1996 recita nella serie TV “Spin City” (1996 - 2001), molto apprezzata dal pubblico, con la quale si aggiudica l’Emmy Award nel 2000 e ben tre Golden Globe. Dopo quattro anni, a causa del progredire della sua malattia, è costretto ad abbandonare il set della sitcom. Il suo posto verrà preso da Charlie Sheen, che introduce un nuovo personaggio nella serie, Charlie Crawford.

In seguito Fox si dedica al doppiaggio in lingua inglese del topolino Stuart Little nei tre film omonimi. Il suo ultimo lavoro per il cinema risale al 2002 con “Interstate 60”dove recita con Gary Oldman e Kurt Russell.

L'impegno umanitario

Attualmente Fox si occupa della fondazione intitolata a suo nome, con la quale raccoglie fondi per la ricerca contro il morbo di Parkinson. Sulla sua malattia ha scritto un libro autobiografico, intitolato “Lucky Man” (Uomo fortunato). L’attore ha appoggiato nelle elezioni politiche americane di medio termine quei candidati che si impegnavano a sostenere la ricerca sulle cellule staminali ed è apparso anche in campagne pubblicitarie elettorali.

È quasi impossibile dare un giudizio di lui come attore poiché non sappiamo che piega avrebbe preso la sua carriera se il morbo di Parkinson non avesse colpito senza pietà il suo sistema nervoso rallentandone i movimenti e disturbandone la parola.

Sicuramente sappiamo che, poco prima di essere colpito dal Parkinson, Fox stava cercando di uscire da quei ruoli di eterno ragazzo e di accettare copioni impegnati, forse ci sarebbe riuscito.

A ogni modo la malattia non ha fermato la sua energia, e lo vediamo impegnato in prima fila nella lotta per potenziare la ricerca sulle cellule staminali. Per tale impegno, che lo ha portato a istituire una fondazione a proprio nome, gli è stata conferita il 5 marzo 2010 una Laurea honoris causa dal Karolinska Institutet di Stoccolma.

Dopo molti anni passati lontani dai riflettori nel 2013 Michael J. Fox torna sul piccolo schermo con la serie TV trasmessa dalla NBC "The Michael J. Fox Show".

Ilaria Capacci

Michael J. Fox Filmografia - Cinema

Ritorno al futuro Marty Mcfly

L'attore Michael J.Fox in una scena della trilogia de "Ritorno al futuro", nei panni del famoso Marty McFly

 

  • Follia di mezzanotte, regia di Michael Nankin e David Wechter (1980)
  • Classe 1984, regia di Mark L. Lester (1982)
  • Voglia di vincere, regia di Rob Daniel (1985)
  • Ritorno al futuro, regia di Robert Zemeckis (1985)
  • La luce del giorno, regia di Paul Schrader (1987)
  • Il segreto del mio successo, regia di Herbert Ross (1987)
  • Le mille luci di New York, regia di James Bridges (1988)
  • Vittime di guerra, regia di Brian De Palma (1989)
  • Ritorno al futuro Parte II, regia di Robert Zemeckis (1989)
  • Ritorno al futuro Parte III, regia di Robert Zemeckis (1990)
  • Doc Hollywood - Dottore in carriera, regia di Michael Caton-Jones (1991)
  • Insieme per forza, regia di John Badham (1991)
  • Amore con interessi, regia di Barry Sonnenfeld (1993)
  • Cercasi superstar, regia di James Lapine (1993)
  • Il grande fiume del Nord, regia di Jay Craven (1993)
  • Caro zio Joe, regia di Jonathan Lynn (1994)
  • Don't Drink the Water, regia di Woody Allen (1994)
  • Blue in the Face, regia di Paul Auster e Wayne Wang (1995)
  • Coldblooded, regia di Wallace Wolodarsky (1995)
  • Il presidente - Una storia d'amore, regia di Rob Reiner (1995)
  • Sospesi nel tempo, regia di Peter Jackson (1996)
  • Mars Attacks!, regia di Tim Burton (1996)
  • Interstate 60, regia di Bob Gale (2002)
  • Drew: The man behind the poster, documentario diretto da Eric Sharkey (2013)
  • Back in time, documentario sulla trilogia di Ritorno al Futuro (2015)

Michael J. Fox Filmografia - Televisione

  • Leo and Me (Serie TV) (1976)
  • Lou Grant (Serie TV) (1979)
  • Letters from Frank, regia di Edward Parone (1979)
  • Palmerstown, U.S.A. (Serie TV) (1980-1981)
  • Un liceo tutto matto (Serie TV) (1983)
  • Giudice di notte (Serie TV) (1984)
  • Poison Ivy, regia di Larry Elikann (Film TV) (1985)
  • Family Ties Vacation, regia di Will Mackenzie (Film TV) (1985)
  • Casa Keaton (Serie TV) (1982-1989)
  • I racconti della cripta (Serie TV) (1991)
  • Don't Drink the Water, regia di Woody Allen (Film TV) (1994)
  • Spin City (Serie TV) (1996-2001)
  • Scrubs - Medici ai primi ferri (Serie TV) (2004)
  • Boston Legal (Serie TV) (2006)
  • Rescue Me (Serie TV) (2009)
  • Curb Your Enthusiasm (Serie TV) (2011)
  • The Good Wife (Serie TV) (2010-2014)
  • The Michael J. Fox Show (Serie TV) (2013-2014)

Michael J. Fox Filmografia - Doppiatore

  • In fuga a quattro zampe, regia di Duwayne Dunham (1993)
  • Quattro zampe a San Francisco, regia di David R. Ellis (1996)
  • Stuart Little - Un topolino in gamba, regia di Rob Minkoff (1999)
  • Atlantis - L'impero perduto, regia di Gary Trousdale e Kirk Wise (2001)
  • Stuart Little 2, regia di Rob Minkoff (2002)
  • Clone High (Serie TV) (2002)
  • Stuart Little 3 - Un topolino nella foresta, regia di Audu Paden (2006)
  • The Magic 7, regia di Roger Holzberg (Film TV) (2009)
  • Phineas e Ferb (Serie TV) (2011)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *