Michael Douglas nega pubblicamente ogni accusa di molestie

Michael Douglas nega pubblicamente ogni accusa di molestie, ancor prima che gli vengano poste domande a riguardo. L’attore ha aggiunto che dà il pieno appoggio all’iniziativa #MeToo.

Michael Douglas nega pubblicamente ogni accusa di molestie

Michael Douglas

Lo scandalo di molestie a Hollywood non sembra fermarsi. Dopo l’intervista di James Franco al “Late Show”, in cui l’attore ha negato fermamente ogni accusa di molestie, arrivano anche le risposte di Michael Douglas, accusato da un’ex impiegata. Douglas ha deciso di pronunciarsi a riguardo prima ancora che gli venissero poste delle domande sulla questione e si è mostrato fermamente convinto di ciò che stava dicendo.

Le accuse mosse all’attore sono piuttosto pesanti: la donna ha affermato che Douglas si sarebbe masturbato di fronte a lei. Inoltre, avrebbe usato un linguaggio piuttosto colorito e le avrebbe tagliato i ponti nell’industria di Hollywood. I fatti risalirebbero a circa trent’anni fa. Questi non sono stati pubblicati e Douglas ha deciso di non aspettare che qualche testata si interessasse alla notizia: al contrario, l’attore ha voluto chiarire la situazione preventivamente.

Le risposte di Michael Douglas

Michael Douglas ha definito le accuse dell’ex impiegata come una ≪completa bugia≫. Ha inoltre chiarito perchè non ha aspettato che qualche rivista o quotidiano parlasse della questione. Douglas ha sostenuto che sarebbe stato decisamente più complesso tentare di difendersi dopo delle accuse pubbliche e che, in quelle circostanze, la propria versione non sarebbe stata ascoltata accuratamente. Perciò, l’attore ha deciso di parlarne preventivamente e spiegare la propria posizione prima che fosse compromessa di fronte all’opinione pubblica. Infine, ha chiarito di non avere niente a che fare con il licenziamento dell’ex impiegata e che non è stato un suo volere quello di escluderla dall’industria cinematografica. Michael Douglas ha, poi, mostrato pubblicamente il proprio appoggio all’iniziativa #MeToo, affermando che spera che il movimento continui a crescere. Ci ha tenuto, tuttavia, a specificare che bisognerebbe prestare attenzione tanto all’accusato quanto a come le accuse vengono gestite.

 

Claudia Pulella

11/1/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *