Micaela Ramazzotti

Attrice italiana destinataria di numerosi riconoscimenti nel corso della sua carriera, Micaela Ramazzotti ha ottenuto 1 David di Donatello, 6 Nastri d'Argento e 2 Ciak d'oro, un'interprete sincera e genuina, notata da Paolo Virzì con il quale, anche lontano dal set, ha "Tutta la vita davanti".

Micaela Ramazzotti, ‘la prima cosa bella’

(Roma, 17 gennaio 1979)

Micaela Ramazzotti BiografiaNata il 17 gennaio del 1979 a Roma, Micaela Ramazzotti inizia a lavorare come attrice di fotoromanzi, per poi esordire nel 1999 sul grande schermo con il film a episodi “La prima volta” di Massimo Martella. Lo stesso anno Pupi Avati le offre la possibilità di recitare ne “La via degli Angeli”, oltre a essere reclutata da Vanzina per il cinepanettone “Vacanze di Natale 2000”. Il debutto in tv non tarda ad arrivare con la seconda stagione di “Incantesimo” (1999 – 2000) alla quale seguirà “Una donna per amico 3” (2001) e il film tv di Giulio Base “Gli occhi rubati” (2001).

Il primo ruolo da protagonista per il grande schermo gli viene offerto nel 2000 dai Manetti Bros. con “Zora la vampira”, dove ha la possibilità di lavorare con Verdone, presente nella pellicola in veste di produttore, oltre che come attore.

Nel 2001 è tra gli interpreti di “Commedia sexy” con Ricky Tognazzi, Alessandro Benvenuti ed Elena Sofia Ricci, per poi continuare ad alternare la propria carriera tra cinema e televisione.

Micaela Ramazzotti, un'attrice che ha "Tutta la vita davanti"

Il primo riconoscimento arriva con “Non prendere impegni stasera” (2006) di Gianluca Maria Tavarelli, grazie al quale riceve il premio Wella Cinema Donna, come attrice rivelazione alla 63ª edizione del Festival di Venezia. Nel film la Ramazzotti interpreta Veronica, una giovane donna innamorata di un uomo sposato, cui presta il volto Luca Zingaretti, destinato a una tragica fine.

La popolarità non viene meno con fiction come “R.I.S. 3 - Delitti imperfetti” (2007), “Crimini bianchi” (2008) e con la mini serie “L’ultimo padrino” (2008) di Marco Risi con Michele Placido e Daniele Pecci.

Nonostante il discreto successo, la vera svolta professionale e privata arriva con Paolo Virzì, che conosce sul set di “Tutta la vita davanti” (2008), in cui si fa notare soprattutto per le sue dolci curve quando si imbatte seminuda in Valerio Mastandrea. Il film le frutta una candidatura ai David di Donatello nel 2009, anno in cui vince anche il Ciak d’Oro per la prova resa in “Questione di cuore” (2008) di Francesca Archibugi con Kim Rossi Stuart. Il 2009 si rivela un anno fortunato non solo perché ottiene il Nastro d’Argento come Attrice Rivelazione, ma anche perché, il 17 gennaio, convola a nozze con Virzì dalla cui unione nasceranno due bambini, Jacopo nel 2010 e Anna nel 2013.

Interprete spontanea, è Micaela "La prima cosa bella" di Paolo Virzì

Nel 2010 torna ad essere diretta dal marito che la spedisce negli anni Settanta con “La prima cosa bella”, dove ritrova Mastandrea e divide lo stesso personaggio con Stefania Sandrelli, ricevendo per la sua prova attoriale il David di Donatello e il Nastro d’Argento come Miglior Attrice Protagonista.

Nel frattempo si riavvicina al mondo della musica come protagonista del videoclip della canzone “Il cielo ha una porta sola” di Biagio Antonacci, esperienza già vissuta con Max Pezzali per “Il mondo insieme a te” (2004). Nel 2011 è la musica a entrare nel suo cinema quando divide il set con Cesare Cremonini, diretta da Pupi Avati nel film “Il cuore grande delle ragazze”, mentre nel 2012, dopo tanti anni ritrova Verdone che la include nel cast di “Posti in piedi in paradiso”. Con entrambe le pellicole ottiene il Nastro d’Argento come Miglior Attrice Protagonista.

 'Uccide Napoleone' nell commedia di Giorigia Farina

Nel 2013 è nuovamente in coppia con Kim Rossi Stuart in “Anni felici” di Daniele Luchetti, presentato al Toronto Film Festival, oltre a ritrovare Pupi Avati per la fiction “Un matrimonio”, molto amata dal pubblico televisivo.

La ritroviamo poi nell’esordio alla regia di Sebastiano Riso, “Più buio di mezzanotte” (2014) e ancora diretta dall’Archibugi nella commedia “Il nome del figlio” (2015). Nello stesso anno verrà diretta da  Giorgia Farina per la commedia "Ho ucciso Napoleone".

Il 2016 è un anno d'oro per la Ramazzotti, protagonista di due pellicole di spicco: "La pazza gioia" di Paolo Virzì e "La tenerezza" di Gianni Amelio.

Giorgio Bartoletti

Micaela Ramazzotti Filmografia - Cinema

Micaela Ramazzotti Filmografia

Micaela Ramazzotti in "Il cuore grande delle ragazze"

  • La prima volta, regia di Massimo Martella (1999)
  • La via degli angeli, regia di Pupi Avati (1999)
  • Vacanze di Natale 2000, regia di Carlo Vanzina (1999)
  • Zora la vampira, regia dei Manetti Bros. (2000)
  • Commedia sexy, regia di Claudio Bigagli (2001)
  • Blindati, regia di Claudio Fragasso (2003)
  • La sagoma, regia di Federico Mazzi (2003)
  • Sexum Superando - Isabella Morra, regia di Marta Bifano (2005)
  • Non prendere impegni stasera, regia di Gianluca Maria Tavarelli (2006)
  • Tutta la vita davanti, regia di Paolo Virzì (2008)
  • Questione di cuore, regia di Francesca Archibugi (2009)
  • Ce n'è per tutti, regia di Luciano Melchionna (2009)
  • La prima cosa bella, regia di Paolo Virzì (2010)
  • Il cuore grande delle ragazze, regia di Pupi Avati (2011)
  • Posti in piedi in paradiso, regia di Carlo Verdone (2012)
  • Bellas mariposas, regia di Salvatore Mereu (2012)
  • Anni felici, regia di Daniele Luchetti (2013)
  • Più buio di mezzanotte, regia di Sebastiano Riso (2014)
  • Il nome del figlio, regia di Francesca Archibugi (2015)
  • Ho ucciso Napoleone, regia di Giorgia Farina (2015)
  • La pazza gioia, regia di Paolo Virzì (2016)
  • Qualcosa di nuovo, regia di Cristina Comencini (2016)
  • La tenerezza, regia di Gianni Amelio (2017)
  • Una famiglia, regia di Sebastiano Riso (2017)

Micaela Ramazzotti Filmografia - Televisione

  • Incantesimo 2, regia di Alessandro Cane e Tomaso Sherman (Serie TV) (1999-2000)
  • Don Matteo 2, episodio "Fuori gioco", regia di Andrea Barzini (Serie TV) (2001)
  • Una donna per amico 3, regia di Marcantonio Graffeo e Alberto Manni (Serie TV) (2001)
  • Gli occhi dell'amore, regia di Giulio Base (Film TV) (2001)
  • Cuori rubati, registi vari (Serie TV) (2002)
  • Amanti e segreti , regia di Gianni Lepre (Miniserie TV) (2004)
  • Un anno a primavera, regia di Angelo Longoni (Miniserie TV) (2005)
  • Orgoglio capitolo secondo, regia di Giorgio Serafini e Vittorio De Sisti (Serie TV) (2005)
  • E poi c'è Filippo, regia di Maurizio Ponzi (Miniserie TV) (2006)
  • Il mio amico Babbo Natale 2, regia di Lucio Gaudino (Film TV) (2006)
  • R.I.S. 3 - Delitti imperfetti, regia di Alexis Sweet e Pier Belloni (Serie TV) (2007)
  • L'ultimo padrino , regia di Marco Risi (Miniserie TV) (2008)
  • Crimini bianchi, regia di Alberto Ferrari (Serie TV) (2008)
  • Le segretarie del sesto, regia di Angelo Longoni (Miniserie TV) (2009)
  • Un matrimonio, regia di Pupi Avati (Miniserie TV) (2013)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *