Libero De Rienzo

Libero De Rienzo, figlio d'arte, è un attore, regista e sceneggiatore italiano che sin da bambino sogna il mondo del cinema respirandolo quotidianamente nell'ambiente familiare.

Libero De Rienzo: una promessa del cinema mantenuta e un futuro ad maiora

(Napoli, 24 Febbraio 1977)

Libero De Rienzo AttoreLibero De Rienzo nasce a Napoli il 24 febbraio del 1978, sin da subito nutrendosi e respirando cinema e scrittura: è infatti figlio di Fiore De Rienzo, sceneggiatore, aiuto di Citto Maselli e notissimo giornalista.

Si affaccia alla recitazione nel 1996 unendosi alla troupe catalana “Fura del Baus” e quindi alla compagnia Area Teatro di Roma. Le prime apparizioni cinematografiche risalgono al 1999, quando recita in “Asini” di Antonello Grimaldi con Claudio Bisio e in “La via degli angeli” di Pupi Avati con Gianni Cavina, Carlo Delle Piane e Valentina Cervi. L’anno successivo è talmente determinato a voler partecipare al film “A mia sorella” di Catherine Breillat che si mette a studiare il francese di notte e, dopo un primo provino con esito negativo, riesce a ottenere il ruolo.

L'esordio e il successo

Il successo arriva nel 2001 con il film di esordio di Marco Ponti “Santa Maradona” per il quale, nel ruolo di Bart, vince il David di Donatello quale Miglior Attore non Protagonista. Ancora per la regia di Marco Ponti interpreta l’intrigante e simpatico fattorino d’albergo in “A/R Andata + Ritorno” del 2004.

Nel 2005 scrive, interpreta e dirige “Sangue – La morte non esiste” con Elio Germano ed Emanuela Barilozzi, presentato al Festival di Locarno: la pellicola è interessante dal punto di vista tecnico in quanto propone inquadrature insolite e particolari effetti di luce ma la storia – il rapporto incestuoso tra fratello e sorella sullo sfondo di un rave party tra droga, musica e visioni lisergiche, fughe dalla polizia e finale con funerale – vuole forse dire troppo e non convince la critica.

I ruoli importanti di Libero De Rienzo

Nel 2009 interpreta Giancarlo Siani, il giornalista del Mattino ucciso dalla camorra nel 1985, nel film di Marco RisiFortapàsc” che gli vale la nomination al David di Donatello come Migliore Attore Protagonista. Nel 2011 partecipa a “La kryptonite nella borsa”, esordio alla sceneggiatura di Ivan Cotroneo. Nel 2013 è Rocco nel film drammatico “Miele”, ancora un esordio, questa volta alla regia, per Valeria Golino.

Nel 2014 passa alla commedia, diretto da Sydney Sibilia, con “Smetto quando voglio” che gli vale ancora una nomination al David di Donatello. L'anno successivo recita invece in "Ho ucciso Napoleone" di Giorgia Farina.

Ha interpretato anche fiction televisive a partire dal 1999 con “Più leggero non basta” di Elisabetta Lodoli e, più di recente, ha partecipato a “Nassiriya – Per non dimenticare” (2007) di Michele Soavi e “Aldo Moro – Il Presidente” (2008) di Gianluca Maria Tavarelli.

Libero De Rienzo è giovane, con la passione per il cinema e ha mostrato di essere un interprete versatile, egualmente convincente sia in ruoli comici che drammatici, e un regista alla ricerca del nuovo: è legittimo attendersi da lui, nei prossimi anni, molte e grandi cose.

Claudio Di Paola

Libero De Rienzo Filmografia - Cinema

Libero De Rienzo Film

Libero De Rienzo (sinistra) e Pietro Sermonti

  • La via degli angeli, regia di Pupi Avati (1999)
  • Asini, regia di Antonello Grimaldi (1999)
  • A mia sorella, regia di Catherine Breillat (2000)
  • Benzina, regia di Monica Stambrini (2001)
  • Santa Maradona, regia di Marco Ponti (2001)
  • Gioco con la morte, regia di Maurizio Longhi (2001)
  • A/R Andata + Ritorno, regia di Marco Ponti (2004)
  • Mundo civilizado, regia di Luca Guadagnino (2005)
  • Sangue - La morte non esiste, sceneggiatura, montaggio e regia di Libero De Rienzo (2005)
  • Milano-Palermo: il ritorno, regia di Claudio Fragasso (2007)
  • Fortapàsc, regia di Marco Risi (2009)
  • Le ultime 56 ore, regia di Claudio Fragasso (2010)
  • Tutti al mare, regia di Matteo Cerami (2011)
  • La kryptonite nella borsa, regia di Ivan Cotroneo (2011)
  • Miele, regia di Valeria Golino (2013)
  • Smetto quando voglio, regia di Sydney Sibilia (2014)
  • Ho ucciso Napoleone, regia di Giorgia Farina (2015)
  • La macchinazione, regia di David Grieco (2016)
  • Smetto quando voglio - Masterclass, regia di Sydney Sibilia (2017)
  • Smetto quando voglio - Ad Honorem, regia di Sydney Sibilia (2017)

Libero De Rienzo Filmografia - Televisione

  • Più leggero non basta, regia di Elisabetta Lodoli (1998)
  • Il sequestro Soffiantini, regia di Riccardo Milani (Miniserie TV) (2002)
  • La mia casa in Umbria, regia di Richard Loncraine (2003)
  • Nassiriya - Per non dimenticare, regia di Michele Soavi - Miniserie TV (2007)
  • Aldo Moro - Il presidente, regia di Gianluca Maria Tavarelli (Miniserie TV) (2008)
  • Caccia al Re - La narcotici, regia di Michele Soavi (Miniserie TV) (2011)
  • Pier Paolo Pasolini - Il Santo Infame, regia di Graziano Conversano - Documentario (2015)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *