La Testimonianza (2018)

  • Titolo originale: Haedut
  • Regia: Amichai Greenberg
  • Cast: Ori Pfeffer, Rivka Gur, Hagit Dasberg, Orna Rotenberg, Emmanuel Cohn, Ori Yaniv, Daniel Adari, Shmulik Atzmon, Iréna Flury, Izhak Heskia, Lea Koenig
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 91 minuti
  • Produzione: Austria, Israele, 2017
  • Distribuzione: Lab 80 Film
  • Data di uscita: 25 gennaio 2018

La Testimonianza locandina itaYoel è un ricercatore che studia l'Olocausto e sta portando avanti una grande battaglia legale per far luce su un massacro di ebrei avvenuto verso la fine della Seconda Guerra Mondiale. Durante la sua ricerca della verità, scopre che proprio sua madre è sotto una falsa identità.

La Testimonianza: l'indagine di Yoel

Alla regia del film "La Testimonianza" vi è Amichai Greenberg, che decide di trattare il tema dell'Olocausto in un modo piuttosto originale, ponendo in primo piano un evento dimenticato, un massacro di ebrei avvenuto alla fine della Seconda Guerra Mondiale in un piccolo villaggio chiamato Lendsorf.

Il protagonista è Yoel, studioso proprio degli avvenimenti relativi a questo capitolo nero della storia dell'umanità. L'uomo si fa portavoce di una battaglia legale che vorrebbe impedire a un gruppo di industriali di costruire sul terreno in cui è avvenuta la strage.

"La Testimonianza" mette a fuoco tutti gli elementi del concetto di verità, quella verità che Yoel cerca di raggiungere in ogni modo possibile. Il protagonista deve però fare i conti in prima persona con la realtà del proprio passato e l'identità della madre, ponendosi egli stesso al centro della battaglia legale e arrivando a porsi le domande più scomode. L'identità ebraica e il diritto alla giustizia sono gli strumenti fondamentali per questo compito.

Amichai Greenberg realizza un film in cui dà ampio spazio all'indagine minuziosa, alla ricerca di nuovi indizi e dettagli, guidata da un necessario ed esistenziale bisogno di consapevolezza e di scoperta dei fatti. La determinazione del protagonista è l'ultimo ingrediente che Greenberg aggiunge al proprio punto di vista.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *