La notte è piccola per noi – Director’s Cut (2016)

  • Regia: Gianfrancesco Lazotti
  • Cast: Michela Andreozzi, Cristiana Capotondi, Riccardo De Filippis, Marco Guazzone, Tommaso Lazotti, Philippe Leroy, Teresa Mannino, Andrea Sartoretti
  • Genere: Drammatico, colore
  • Produzione: Italia, 2016
  • Durata: 90 minuti
  • Distribuzione: Distribuzione Indipendente
  • Data di uscita: n/d

la notte è piccola per noi loc ita "La notte è piccola per noi - Director’s Cut" è diretto da Gianfrancesco Lazotti, il regista romano di "I ragazzi del muretto" (1996) e "Linda e il Brigadiere" (1997) "Dalla vita in poi" (2010).
L'opera è stata presentata alla settima edizione del Bif&st e riporta le lancette dell'orologio indietro, all'anno 1983 e quindi al pluri-premiato "Ballando ballando" del famoso regista Ettore Scola scomparso nel 2016.

La notte è piccola per noi - Director's Cut: tutti in pista!

Ne "La notte è piccola per noi - Director's Cut" lo scenario è quello di una sala da ballo di un qualsiasi sabato sera, frequentata da persone molto diverse fra loro. Le vite di alcune di queste persone sono destinate a intrecciarsi proprio in questo luogo.

Un appuntamento al buio, con lo stupore della donna matura e del giovane ragazzo che non si erano mai visti e non sospettavano la differenza d'età, costretti a spogliarsi di tutte le menzogne raccontate in chat; la bella cantante della band corteggiata da un suo ex-ragazzo, un pugile fallito che si ostina a non lasciarla andare; una donna separata da anni che attende ancora il suo uomo incapace di proseguire il suo cammino; un maresciallo dei carabinieri che si lascia sfuggire, distratto da un'aitante cameriera, un ladro di sua

conoscenza; quattro professoresse che festeggiano la loro promozione, dimostrandosi purtroppo tanto irritanti nei modi da innervosire la clientela e i camerieri.

Vi sono in questo microcosmo altri personaggi, come una cameriera dalla simpatia spiccata e una misteriosa cartomante. Tutti insieme dipingono un quadro con gradazioni di ironia e humor mescolato al retrogusto amaro delle commedie vecchio stile.
Fortunatamente, non vi sono macchie di volgarità o ironia banale e spicciola.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *