La battaglia dei sessi

  • Titolo originale: Battle of the Sexes
  • Regia: Jonathan Dayton, Valerie Faris
  • Cast: Emma Stone, Steve Carell, Elisabeth Shue, Alan Cumming, Sarah Silverman, Eric Christian Olsen, Andrea Riseborough, Austin Stowell, Jessica McNamee, James Mackay, Chip Chinery, Natalie Morales, Martha MacIsaac
  • Genere: Biografico, colore
  • Durata: 121 minuti
  • Produzione: USA, Gran Bretagna, 2017
  • Distribuzione: 20th Century Fox
  • Data di uscita: 19 ottobre 2017

La battaglia dei sessi Poster

Il film "La battaglia dei sessi", scritto a due mani dai registi Jonathan Dayton e Valerie Faris, è la trasposizione cinematografica di un famoso episodio avvenuto nel 1973, riguardante lo sport del tennis.

Il campione in pensione Bobby Riggs, all'età di cinquantacinque anni e ormai fuori dal giro, si fa venire in mente un'idea per guadagnare e far conoscere al mondo lo sport che più ama: il tennis.

L'atleta inizia a rilasciare dichiarazioni in cui afferma che il livello agonistico delle sportive femminili è talmente basso, che anche a quell'età potrebbe batterle.

Riggs organizza così quella che verrà ricordata come "La battaglia dei sessi", sfidando tre campionesse in carica.

La battaglia dei sessi: Billy Riggs vs Billie Jeann King

La seconda gara è giocata contro Billie Jean King - all'epoca ventinovenne e seconda nella classifica femminile - che, dopo aver inizialmente rifiutato, imbarazzata per la sconfitta nella battaglia precedente della collega Margaret Smith Court e stimolata da un'ottima offerta economica, decide di mettersi in gioco il 20 settembre 1973. A differenza della Court, Billie Jean si prepara scrupolosamente all'incontro e attua una strategia per costringere il suo avversario a stancarsi. Durante i match gioca numerose smorzate e mette Riggs in posizione di essere costretto ad un serve & volley, passaggio per lui innaturale e decisamente troppo dispendioso dal punto di vista energetico.

Davanti a ben trentamila persone sugli spalti e altre novantamila collegate da casa, la King, vince la partita. La vicenda ebbe moltissimo risalto mediatico e consegnò la donna alla gloria.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *