Kubo e la spada magica

Kubo e la spada magica – Recensione: un ragazzo e il suo eroico destino

kubo e la spada magica

Kubo è un ragazzo che vive con la madre malata sulle coste di un immaginario Giappone antico, ha il potere di dare vita a storie incredibili traendole da origami animati. Con i suoi racconti intrattiene e affascina gli abitanti del piccolo villaggio di pescatori in cui abita, mentre la sera accudisce la madre, una donna provata dalla perdita del marito, che spesso sembra perdere conoscenza e vivere momenti di trance.

Nonostante le responsabilità da adulto che il ragazzo si assume, la sua è una vita tranquilla, fino al giorno in cui viene meno alla regola imposta dalla madre: rientrare a casa prima che arrivi il buio. Il ragazzo attira a sè uno spirito malvagio in cerca di vendetta, che lo costringerà a intraprendere una pericolosa avventura, in compagnia di nuovi e misteriosi amici.

Kubo dovrà recuperare le armi del più grande guerriero Samurai che il mondo abbia mai conosciuto, tra pericoli naturali, forze malefiche e personaggi malvagi, sviluppando una conoscenza di sé che lo porterà ad affrontare e cercare di realizzare il proprio eroico destino.

La pellicola d’animazione targata Laika, la casa di produzione americana che ha realizzato il film candidato agli Oscar “Coraline e la porta magica”, è un bel film, dal respiro epico, in cui tecniche cinematografiche occidentali, humor e ritmo si coniugano splendidamente con il mito e la cultura giapponese, di cui Travis Knight, regista e produttore della pellicola, si è dichiarato fervente ammiratore fin dall’infanzia.

Kubo e la spada magica: un bel racconto dai tempi troppo dilatati

La struttura narrativa di "Kubo e la spada magica" è curata nei dettagli, dialoghi e vicende si accavallano come in un action di finzione cinematografica con protagonisti in carne ed ossa, i tanti personaggi sono ben delineati e Kubo incarna, seppur giovanissimo, l’eroe senza macchia e senza paura, fedele ai valori familiari.

Peccato che il film, nonostante la tanta carne al fuoco e la miriade di situazioni e personaggi, abbia un andamento troppo lento, a tratti quasi esasperante, che concilia il sonno dello spettatore. A momenti di grande dinamismo si alternano momenti eccessivamente dilatati, che mortificano anche il messaggio veicolato dalle immagini.

Indicato per un pubblico adulto e di giovanissimi, troppo elaborato per la primissima infanzia, il film è comunque un buon prodotto, da gustare con un po' di pazienza.
Maria Grazia Bosu

  • Titolo originale: Kubo and the Two Strings
  • Regia: Travis Knight
  • Cast: Ralph Fiennes, Rooney Mara, Matthew McConaughey, Art Parkinson, Charlize Theron, Brenda Vaccaro, Cary-Hiroyuki Tagawa, George Takei, Minae Noji, Ranjani Brow, Michael Sun Lee, Laura Miro, Saemi Nakamura, Ken Takemoto, Alpha Takahashi, Aaron Aoki
  • Genere: Animazione, colore
  • Durata: 101 minuti
  • Produzione: USA, 2016
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Data di uscita: 3 Novembre 2016

Kubo e la spada magicaLa storia di "Kubo e la spada magica" è ambientata nell’antico Giappone, dove le leggende sulle grandi gesta samurai accompagnano il sonno dei bambini e popolano la vita reale.

Kubo è un giovane ragazzo che si prende cura di sua madre in un piccolo villaggio Giapponese; la loro vita procede in maniera ordinaria fino a quando degli spiriti del passato si affacciano alla porta.
In cerca di vendetta per un torto subito tempo addietro, gli spiriti stravolgono completamente la vita del povero Kubo e di sua madre, costringendoli alla fuga. Per sopravvivere e vincere contro queste presenze maligne e spettrali, Kubo ha solo un tentativo: deve trovare l’antica armatura una volta appartenuta a suo padre, un leggendario guerriero Samurai.

Il lungometraggio animato "Kubo e la spada magica" è prodotto dalla LAIKA e dalla Focus Features, e grandi nomi prestano la loro voce per i personaggi nella versione originale, tra cui Ralph Fiennes, Matthew McConaughey e Charlize Theron.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *