Jude Law

Jude Law è un attore britannico che durante la sua carriera ottiene due candidature ai Premi Oscar: come miglior attore non protagonista per "Il talento di Mr. Ripley" e come miglior attore protagonista per "Ritorno a Cold Mountain"

Jude Law, meglio belli che buoni!

(Londra, 29 dicembre 1972)

Jude Law Biografia

Oscar Wilde sosteneva che "è meglio essere belli che essere buoni" e la frase ben si adatta all'attore inglese Jude Law, tanto evidente la sua bellezza quanto il suo non essere esattamente il bravo ragazzo che ogni mamma sogna per la figlia. Con i suoi splendidi occhi e quel sorriso ambiguo, Jude è un vero tombeur de femmes e fa spesso più notizia per le sue conquiste che per le sue prove recitative.

Nato e cresciuto nella verde Inghilterra debutta al cinema con “Shopping” (1994), di Paul W.S. Anderson, per poi lavorare proprio nel film, con Stephen Fry, che racconta la vita dello scrittore irlandese. Nel cast di "Wilde" (1997), di Brian Gilbert, Jude è uno dei ragazzi di strada che affascinano lo scrittore, gruppo che comprende anche l'esordiente Orlando Bloom.

Al cinema Law, che è figlio di due insegnanti e fratello dell'attore Peter Law, ci è arrivato dopo aver studiato recitazione alla Guildhall School of Music and Drama e al National Youth Music Theatre, e dopo anni di gavetta in lavori televisivi e teatrali. La breve apparizione in "Wilde" lo fa notare al grande Clint Eastwood che lo vuole nel cast di "Mezzanotte nel giardino del bene e del male" (1997). Law si è da poco sposato con la collega Sadie Frost, conosciuta sul set di "Shopping" (1994) e da cui avrà tre figli: Rafferty, Iris e Rudy Indiana Otis più il figliastro Finlay Munro. Sempre nel 1997 recita accanto a Uma Thurman e Ethan Hawke in "Gattaca – La porta dell’universo", di Andrew Niccol e nel 1999 David Cronenberg lo dirige in "eXistenZ".

Jude Law, il debutto ad Hollywood

Ma sarà Anthony Minghella a lanciarlo definitivamente tra le stelle hollywoodiane. Il regista gli affida il ruolo del ricco ragazzo americano ne "Il talento di Mister Ripley" (1999), tratto dal romanzo di Patricia Highsmith. La sua prova accanto a Gwyneth Paltrow e Matt Damon gli vale una nomination agli Oscar e una ai Golden Globe e anche se non porterà a casa nessuno dei due premi, oramai il pubblico, soprattutto quello femminile, si è accorto di lui. Con Minghella, Law lavorerà ancora nel kolossal "Ritorno a Cold Mountain" (2003), con Nicole Kidman e Renée Zellweger; con Juliette Binoche e Robin Wright Penn in "Complicità e sospetti" (2006). Nel 2001, altri grandi registi lo vorranno nei loro film: Jean-Jacques Annaud in "Il nemico alle porte"; Robert Altman in "Gosford Park" e Steven Spielberg in "A.I. Intelligenza artificiale".

Più bello e affascinante che mai nel 2004 è tra i protagonisti di "Closer", di Mike Nichols, una storia in cui due uomini e due donne, si incontrano e si innamorano, si tradiscono, litigano, si lasciano e si ritrovano e dove Law si fa sedurre da una sensuale Natalie Portman, ed è scanzonato e brillante seduttore in "Alfie" in un ruolo che fu di Michael Caine. Nel Natale del 2006 arriva sugli schermi con "L'amore non va in vacanza", di Nancy Meyers, dove è un romantico e disilluso padre-vedovo che conquista il cuore della bionda Cameron Diaz e nello stesso anno ci regala “Tutti gli uomini del re", di Steven Zaillian, sulla carriera politica di un ex venditore nell’America degli anni ‘30. A Law si affida il regista cinese Wong Kar-Wai per quell’indimenticabile bacio romantico in "My Blueberry Nights" (2007). Nel 2007 arriva al Festival del Cinema di Venezia con Michael Caine, in “Sleuth” di Kenneth Branagh. Il film è il remake dell'omonima pellicola del 1972, uscito in Italia col titolo “Gli insospettabili”, dove Caine aveva il ruolo poi passato a Law.

Jude Law, la scala verso il successo

Jude Law BioNel 2009 lo vedremo protagonista del fanta-thriller “Repossession Mamba” e con la regia di Terry Gilliam in “Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo”, in cui è una delle tanti manifestazioni di Tony, strano personaggio che viaggia in mondi paralleli, il cui volto sarà anche quello di Colin Farrell, Johnny Depp e dello scomparso Heath Ledger. Sarà inoltre il Dottor Watson di “Sherlock Holmes” (2009), di Guy Ritchie con Robert Downey Jr. al quale seguirà "Sherlock Holmes - Gioco di ombre" (2011).

Nel 2012 è nel cast del kolossal “Anna Karenina”, per la regia di Joe Wright. Jude Law è Aleksej Karenin, il marito di Anna Karenina. L’anno successivo poi è scelto da Steven Soderbergh nel thriller “Effetti collaterali”, dove recita al fianco di Rooney Mara, Catherine Zeta-Jones, Channing Tatum e Vinessa Shaw,  mentre nel 2013 partecipa al film “Dom Hemingway” di Richard Shepard.

 Nel 2014 è nel ruolo di giovane scrittore in “Gran Budapest Hotel” di Wes Anderson e recita in “Black Sea” di Kevin Macdonald.

Nel 2016 è protagonista della serie televisiva, ideata da Paolo Sorrentino, "The Young Pope", nei panni di un ambiguo giovane Papa.

Jude Law tra cinema e vita privata

Ma negli ultimi anni è anche la vita privata di Law a fare notizia. Il suo matrimonio va a rotoli quando sul set di “Alfie” rimane stregato dalla bella Sienna Miller. Ma anche questa love story avrà un brusco epilogo: la stampa scopre la relazione fra Law e la baby-sitter dei figli che lo ha seguito sul set di “Tutti gli uomini del re” a New Orleans. La storia con la Miller finisce nonostante le scuse pubbliche dell’ex fidanzato. Il seguito è una serie di relazioni più o meno confermate e si dice di un ritorno di fiamma con Sadie Frost. Nel settembre del 2008 Law ha trovato anche il tempo per seguire il regista Jeremy Gilley, fondatore della campagna "Peace One Day", in Afghanistan. Un viaggio di due giorni a sostegno dell’Unicef, come già aveva fatto nel 2007, per incontrare gli operatori umanitari e il presidente Karzai. Insomma come diceva Oscar Wilde: “meglio essere belli che buoni, ma meglio essere buoni che brutti”!

Barbara Mattiuzzo

Jude Law Filmografia - Cinema

Jude Law Filmografia

  • Shopping, regia di Paul W.S. Anderson (1994)
  • I Love You, I Love You Not, regia di Billy Hopkins (1996)
  • Bent, regia di Sean Mathias (1997)
  • Wilde, regia di Brian Gilbert (1997)
  • Gattaca – La porta dell’universo, regia di Andrew Niccol (1997)
  • Mezzanotte nel giardino del bene e del male, regia di Clint Eastwood (1997)
  • Musica da un’altra stanza, regia di Charlie Peters (1998)
  • Final Cut, regia di Dominic Anciano e Ray Burdis (1998)
  • Brivido di sangue, regia di Po-Chih Leong (1998)
  • eXistenZ, regia di David Cronenberg (1999)
  • Presence of Mind, regia di Antoni Aloy (1999)
  • Il talento di Mr. Ripley, regia di Anthony Minghella (1999)
  • Love, Honour and Obey, regia di Dominic Anciano e Ray Burdis (2000)
  • Il nemico alle porte, regia di Jean-Jacques Annaud (2001)
  • A.I. – Intelligenza artificiale, regia di Steven Spielberg (2001)
  • Era mio padre, regia di Sam Mendes (2002)
  • Ritorno a Cold Mountain, regia di Anthony Minghella (2003)
  • I Heart Huckabees – Le strane coincidenze della vita, regia di David O. Russell (2004)
  • Sky Captain and the World of Tomorrow, regia di Kerry Conran (2004)
  • Alfie, regia di Charles Shyer (2004)
  • Closer, regia di Mike Nichols (2004)
  • The Aviator, regia di Martin Scorsese (2004)
  • Tutti gli uomini del re, regia di Steven Zaillian (2006)
  • Complicità e sospetti, regia di Anthony Minghella (2006)
  • L’amore non va in vacanza, regia di Nancy Meyers (2006)
  • Un bacio romantico – My Blueberry Nights, regia di Kar Wai Wong (2007)
  • Sleuth – Gli insospettabili, regia di Kenneth Branagh (2007)
  • Rage, regia di Sally Potter (2009)
  • Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo, regia di Terry Gilliam (2009)
  • Sherlock Holmes, regia di Guy Ritchie (2009)
  • Repo Men, regia di Miguel Sapochnik (2010)
  • The Boy in the Oak, regia di Luke Losey (2011)
  • Contagion, regia di Steven Soderbergh (2011)
  • Passioni e desideri, regia di Fernando Meirelles (2011)
  • Hugo Cabret, regia di Martin Scorsese (2011)
  • Sherlock Holmes – Gioco di ombre, regia di Guy Ritchie (2011)
  • Anna Karenina, regia di Joe Wright (2012)
  • Effetti collaterali, regia di Steven Soderbergh (2013)
  • Dom Hemingway, regia di Richard Shepard (2013)
  • Connection cortometraggio, regia di Vladimir Shcherban (2013)
  • Grand Budapest Hotel , regia di Wes Anderson (2014)
  • Black Sea, regia di Kevin Macdonald (2014)
  • Spy, regia di Paul Feig (2015)
  • Genius, regia di Michael Grandage (2016)
  • King Arthur - Il potere della spada (King Arthur: Legend of the Sword), regia di Guy Ritchie (2017)
  • Animali fantastici e dove trovarli 2 (Fantastic Beasts and where to find them), regia di David Yates (2018)

Jude Law Filmografia - Televisione

  • The Tailor of Gloucester, regia di John Michael Phillips (Film TV) (1989)
  • Families (Serie TV, episodio 1×01) (1990)
  • Il taccuino di Sherlock Holmes (Serie TV, episodio 3×03) (1991)
  • The Young Pope – serie TV (2015)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *