Jane Birkin

Jane Mallory Birkin è un'attrice e cantante britannica che ha lavorato prevalentemente in Francia ma che vanta un successo planetario.

Jane Birkin: una cantante, un'attrice e... una borsa

(Londra, 14 Dicembre 1946)

Jane Birkin Biografia

Le fashion-victims associano il suo nome a una borsa, quella che nel 1984 Hermès le dedicò: la Birkin appunto, oggetto di desiderio come la Kelly o la McPherson sempre della maison francese, o l'italiana Jackie O di Gucci. Ma sarebbe molto riduttivo pensare alla splendida Jane Birkin solo in termini di icona di moda e di uno stile originale e difficilissimo da copiare.

Figlia di un maggiore della Marina Militare inglese e di una cantante-attrice, Jane è stata una delle figura centrali nella Swinging London dei Beatles, di Twiggy e delle prime minigonne di Mary Quant. Giovanissima si dedica al teatro, cercando di seguire le orme della madre come interprete di musical. A soli 19 anni sposa il musicista John Barry, autore fra l'altro di molte colonne sonore di 007. Il matrimonio dura pochissimo e lascia a Jane la prima figlia Kate.

Jane Birkin, esordio al cinema e successo immediato

A metà degli anni '60 la Birkin fa il suo esordio nel cinema, accanto alle bellissime Charlotte Rampling e Jacqueline Bisset, in "The Knack" (1965) di Richard Lester che vince la Palma d'Oro a Cannes. Ma sarà con il nostro Michelangelo Antonioni in "Blow up" (1966), premiato anch’esso con la Palma d'Oro, che la giovane attrice inglese, complice una scena di nudo, si ritrova al centro della vita artistica londinese. Nel 1968, anche a causa della crisi matrimoniale con Barry, lascia l’Inghilterra e va a lavorare in Francia. Qui sul set di "Slogan" incontra il regista e compositore Serge Gainsbourg. Per quasi vent'anni saranno una delle coppie più chiacchierate del jet set. Si lasceranno solo all'inizio degli anni '80 dopo una figlia, Charlotte nata nel 1971 e ora attrice, e tante performances artistiche alcune molto discusse. La più nota è del 1969 quando incidono "Je t'aime... moi non plus", canzone ad alto contenuto erotico, fatto di sospiri, gemiti e un testo molto esplicito. La canzone diventerà anche un film nel 1976.

Dopo la separazione da Gainsbourg, che morirà nel 1991, la Birkin si lega al regista francese Jacques Dillon che la dirigerà nei suoi ultimi film e da cui nel 1982 avrà la seconda figlia, Lou e poi al giornalista Olivier Rolin. Nella sua carriera Jane ha girato decine e decine di pellicole tra cui "La piscina" (1968) con Alain Delon e Romy Schneider, "Assassinio sul Nilo" (1978), dal romanzo di Agatha Christie con Sir Peter Ustinov. Ha lavorato accanto a Philippe Noiret in "L'amico di Vincent" (1983), con Dirk Bogarde in "Daddy Nostalgie" (1990) ed è stata diretta nel 1998 da James Ivory in "La figlia di un soldato non piange mai".

Jane Birkin, di nuovo a Cannes, ma come regista e sceneggiatrice

Nel 2007 torna a Cannes questa volta come regista e presenta "Boxes", un film altamente biografico, di cui ha scritto la sceneggiatura. Il titolo fa riferimento alle scatole del trasloco a cui si sta dedicando la protagonista della storia, scatole da cui escono lettere, appunti, memorie, oggetti che portano ricordi di attimi e persone. La regista affida il ruolo dei suoi genitori a Michel Piccoli e a Geraldine Chaplin, mentre la figlia Lou interpreta Charlotte Gainsbourg. Nel 2009 è nuovamente sul set in "Questioni di punti di vista" e del 2010 è "Adorabili nemiche" in cui veste i panni di una delle protagoniste. Ospite di Fabio Fazio e della trasmissione di Rai Tre “Che tempo che fa” presenta il suo libro “Oh scusa dormivi” da cui è stata tratta una pièce teatrale.

Nel 2012 lavora in "Venuto al mondo", di Sergio Castellitto, e nel 2013 in "Quai d'Orsay", di Bertrand Tavernier.

Jane Birkin, l'impegno sociale oltre al cinema

Negli ultimi anni il suo impegno sociale è diventato più forte: è stata in Bosnia, in Cecenia, ha cantato in Cisgiordania, nella tormentata Ramallah, si è esibita in un concerto a favore delle vittime del conflitto in Ruanda ed è scesa in campo per chiedere la liberazione di Aung San Suu Kyi la leader birmana, premio Nobel per la pace, costretta da anni, dalla giunta militare al potere in Myanmar, agli arresti domiciliari. In questa affascinante 60enne il tempo ha lasciato i primi segni sul viso ma non ha spento la passione e l’energia e dopo una vita vissuta intensamente ora si impegna per dar voce a chi soffre.

Barbara Mattiuzzo

Jane Birkin Filmografia - Cinema

 

Jane Birkin Filmografia

  • Non tutti ce l’hanno, regia di Richard Lester (1965)
  • La truffa che piaceva a Scotland Yard (1966)
  • Blow-up, regia di Michelangelo Antonioni (1966)
  • Wonderwall (1968)
  • Katmandu (1968)
  • Slogan (1969)
  • La piscina, regia di Jacques Deray (1969)
  • Sex Power (1970)
  • Trop petit mon ami (1970)
  • Alba pagana, regia di Ugo Liberatore (1970)
  • New York Parigi per una condanna a morte (Cannabis) (1970)
  • 19 djevojaka i Mornar (1971)
  • Il romanzo di un ladro di cavalli (1971)
  • Melody (film TV) (1971)
  • Perché mammà ti manda solo? (1972)
  • La scala della follia, regia di Don Sharp (1973)
  • Una donna come me (1973)
  • La morte negli occhi del gatto, regia di Antonio Margheriti (1973)
  • Projection privée (1973)
  • Il montone infuriato (1974)
  • Comment réussir… quand on est con et pleurnichard (1974)
  • La Moutarde me monte au nez (1974)
  • Bons baisers de Tarzan (film TV) (1974)
  • Primavera carnale (1975)
  • La Course à l’échalote (1975)
  • Un letto in società (1975)
  • I baroni della medicina, regia di Jacques Rouffio (1975)
  • Bruciati da cocente passione, regia di Giorgio Capitani (1976)
  • Je t’aime moi non plus, regia di Serge Gainsbourg (1976)
  • Le Diable au coeur (1976)
  • L’animale (1977)
  • Assassinio sul Nilo, regia di John Guillermin (1978)
  • Au bout du bout du banc (1979)
  • Melancoly Baby (1979)
  • La Miel (1979)
  • Inferno e passione, regia di Herbert Vesely (1981)
  • La Fille prodigue (1981)
  • Rends-moi la clé! (1981)
  • Delitto sotto il sole, regia di Guy Hamilton (1982)
  • Detective (1982)
  • Scarface (film TV) (1982)
  • Circulez y’a rien à voir (1983)
  • L’amico di Vincent (1983)
  • Le Garde du corps (1984)
  • La Pirate (1984)
  • L’amore in pezzi (1984)
  • Leave All Fair (1985)
  • La Fausse suivante (film TV) (1985)
  • Dust (Dust) (1985)
  • Il nipote di Beethoven (1985)
  • La Femme de ma vie (1986)
  • Kung Fu Master (1987)
  • Cura la tua destra…, regia di Jean-Luc Godard (1987)
  • Comédie! (1987)
  • Jane B. par Agnès V. (1988)
  • L’ex-femme de ma vie (film TV) (1990)
  • Daddy Nostalgie, regia di Bertrand Tavernier (1990)
  • La bella scontrosa, regia di Jacques Rivette (1991)
  • Les cent et une nuits de Simon Cinéma, regia di Agnès Varda (1995)
  • Noir comme le souvenir (1995)
  • Parole, parole, parole… , regia di Alain Resnais (1997)
  • Quand le chat sourit (film TV) (1997)
  • La figlia di un soldato non piange mai, regia di James Ivory (1998)
  • Last September (1999)
  • Cenerentola per sempre, regia di Beeban Kidron (film TV) (2000)
  • Ceci est mon corps (2001)
  • Regine per un giorno (2001)
  • Merci Docteur Rey (2002)
  • Mariées mais pas trop (2003)
  • Boxes, regia di Jane Birkin (2006)
  • Les Aventuriers des mers du Sud (film TV) (2006)
  • Questione di punti di vista (2009)
  • Adorabili amiche, regia di Benoît Pétré (2010)
  • Si tu meurs, je te tue (2011)
  • Venuto al mondo, regia di Sergio Castellitto (2012)
  • Quai d’Orsay, regia di Bertrand Tavernier (2013)

Jane Birkin Filmografia - Televisione

  • Armchair Mystery Theatre - serie TV (1965)
  • Armchair Theatre - serie TV (1967-1968)
  • Bons baisers de Tarzan, regia di Pierre Desfons - film TV (1974)
  • La fausse suivante, regia di Patrice Chéreau - film TV (1985)
  • Médecins des hommes - Serie TV (1988)
  • L'ex-femme de ma vie, regia di Josée Dayan - film TV (1990)
  • Red Fox - miniserie TV (1991)
  • Quand le chat sourit, regia di Sabine Azéma - film TV (1997)
  • Cenerentola per sempre, regia di Beeban Kidron - film TV (2000)
  • Les aventuriers des mers du Sud, regia di Daniel Vigne - film TV (2006)
  • Hiver rouge, regia di Xavier Durringer - film TV (2011)
  • Bleu catacombes, regia di Charlotte Brandstrom - film TV (2013)

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *