J.J. Abrams

Jeffrey Jacob Abrams è ritenuto da critica e addetti ai lavori il ‘ragazzo d’oro’ di Hollywood. Amato dal pubblico cinematografico e televisivo, impiega i suoi molteplici talenti artistici a favore della settima arte, esprimendosi sempre ad alto livello come sceneggiatore, regista, compositore, produttore e attore, attività quest’ultima nella quale si diletta al solo scopo di comprendere al meglio gli interpreti che dirige.

J.J. Abrams: il tuttofare d’oro hollywoodiano

(New York City, 27 giugno 1966)

J.J. Abrams biografia

All’anagrafe Jeffrey Jacob Abrams, nasce a New York il 27 giugno 1966 in una famiglia ebrea, da Gerald, attore e produttore, e da Carol, produttrice. Cresce a Los Angeles e mostra fin da bambino un grande amore per il cinema. Frequenta il Sarah Lawrence College e durante gli studi scrive e realizza i suoi primi cortometraggi.

A 16 anni realizza il suo primo lavoro: scrive le musiche per il film di Don Dohler del 1982 “Nightbeast”.

Assieme ad un amico del college scrive il soggetto acquistato dalla Touchstone Pictures, su cui si basa “Filofax - Un’agenda che vale un tesoro”, del 1990, con James Belushi e Charles Grodin, che è anche il primo film che lo vede come sceneggiatore e produttore.

Le prime sceneggiature impegnate

Porta la sua firma la sceneggiatura di “A proposito di Henry” di Mike Nichols del 1991, con Harrison Ford, nel quale ritaglia per sé un piccolo ruolo, e quella di “Amore per sempre” di Steve Miner, con Mel Gibson del 1992; per entrambi si occupa anche della produzione.

È produttore anche di “Tre amici, un matrimonio e un funerale” di Matt Reeves, del 1996, con David Schwimmer e Gwyneth Paltrow, e scrive nel 1998, con Jonathan Hensleigh, “Armageddon - Giudizio finale” di Michael Bay, con Bruce Willis. Sempre nel 1998 inizia la sua carriera televisiva, crea e realizza “Felicity”, con Kery Russell, che va in onda con grande successo fino al 2002, e fa conoscere Abrams ad un pubblico giovane.

Le serie di successo, da “Alias” a “Lost”

Realizza con la Bad Robot, la sua casa di produzione, la serie “Alias”, in onda dal 2001 al 2006, un misto di spy e fantasy, con cui diventa simbolo indiscusso di una produzione fresca e innovativa, che affascina le platee di tutto il mondo.

Il nome di Abrams è una sicurezza per lo spettatore, che si fida non solo del suo talento, ma anche del suo gusto nelle scelte produttive. Ha inoltre un grande intuito con gli attori delle sue realizzazioni. “Alias” ad esempio ha reso la protagonista Jennifer Garner una star, e ha mostrato al pubblico Bradley Cooper, uno degli attori più richiesti del momento.

Mentre “Alias” è ancora in produzione, nel 2004, crea con Carlton Cuse “Lost”, serie di culto che tiene inchiodate al piccolo schermo le platee mondiali, curiose di conoscere i misteri dei famosi naufraghi, dal 2004 al 2010, e gli regala un Golden Globe e tre Emmy. Durante le riprese di “Lost”, più che in ogni altra realizzazione, Abrams mostra il suo grande rispetto per le location, a suo parere le riprese non devono mai modificare le abitudini di chi vive nei luoghi in cui decide di girare, così come non ha problemi ad eliminare personaggi in un batter di ciglia, quando ritiene che la condotta degli interpreti sia lesiva dei buoni rapporti tra troupe e locali.

Il cinema di J. J. Abrams

Risale al 2006 la prima regia per il grande schermo, “Mission: Impossible III” con Tom Cruise, che pare lo abbia voluto fortemente dopo aver visto in dvd il pilota di “Alias”. Nel 2008 produce “Cloverfield”, diretto dal collega e amico Matt Reeves.

Nel 2009 Abrams porta al cinema un progetto che gli sta tanto a cuore da sempre, un sogno che culla dall’infanzia, “Star Trek”, pellicola stupefacente per gli effetti speciali e la sceneggiatura, amata da pubblico e critica. Nel 2013 dirigerà anche l’episodio “Into Darkness - Star Trek”. Nel novembre 2011 ha diretto e prodotto il film “Super 8”, mentre si è occupato, sempre nello stesso anno, della sceneggiatura di "Mission: Impossible - Protocollo fantasma", che vedrà protagonista il solito Tom Cruise.

Il suo nome è legato anche alle serie tv “A proposito di Brian” (2006 -2007), del cui cast ha fatto parte anche il nostro Raoul Bova, “Six Degrees of Separation” (1993), “Fringe”, con Joshua Jackson che finalmente si svincola da “Dawson’s Creek”, e “Anatomy of Hope”. Nel 2012 produce la serie tv "Alcatraz" e nel 2013 ne è stata messa in produzione un'altra dal titolo "Almost Human".

Nel 2015 dirige il settimo capitolo della saga fantascientifica più amata di sempre: "Star Wars: Il risveglio della Forza".

Nel privato cerca di stare lontano dai riflettori, dal 1996 è sposato con Katie McGrath dalla quale ha tre figli, Harry, Gracie e August; sostiene da sempre il Partito Democratico.

Maria Grazia Bosu

J.J. Abrams Filmografia - Cinema

JJ.J. Abrams porta

 

  • Mission: Impossible III (2006)
  • Star Trek (2009)
  • Super 8 (2011)
  • Into Darkness - Star Trek (2013)
  • Star Wars: Il risveglio della Forza (2015)

J.J. Abrams Filmografia - Televisione

  • Felicity (Serie TV, episodi 1x13 e 1x14) (1998-2002)
  • Alias (Serie TV, episodi 1x01, 1x22 e 2x22) (2001-2006)
  • Lost (Serie TV, episodi 1x01 e 1x02) (2004)
  • The Office (Serie TV, episodio 3x17) (2007)
  • Anatomy of Hope (2009)
  • Undercovers (Serie TV, episodio pilota) (2010)

J.J. Abrams  Sceneggiatore - Cinema

  • Filofax - Un'agenda che vale un tesoro, regia di Arthur Hiller (1990)
  • A proposito di Henry, regia di Mike Nichols (1991)
  • Amore per sempre, regia di Steve Miner (1992)
  • Chi pesca trova, regia di Christopher Cain (1997)
  • Armageddon - Giudizio finale, regia di Michael Bay (1998)
  • Radio Killer, regia di John Dahl (2001)
  • Mission: Impossible III, regia di J. J. Abrams (2006)
  • Radio Killer 2 - Fine della corsa, regia di Louis Morneau (2008) - Soggetto
  • Super 8, regia di J. J. Abrams (2011)
  • Mission: Impossible - Protocollo fantasma, regia di Brad Bird (2011)
  • Radio Killer 3 - La corsa continua, regia di Declan O'Brien (2014) - Soggetto
  • Star Wars: Il risveglio della Forza, regia di J. J. Abrams (2015)

J.J. Abrams Sceneggiatore - Televisione

  • Felicity (Serie TV) (1998-2002) - Co-creatore serie con Matt Reeves e co-sceneggiatore
  • Alias (Serie TV) (2001-2006) - Creatore serie e co-sceneggiatore
  • Lost (Serie TV) (2004-2010) - Co-creatore serie con Damon Lindelof e Jeffrey Lieber e co-sceneggiatore
  • The Catch (Serie TV) (2005)
  • Undercovers (Serie TV) (2010) - Co-creatore serie con Josh Reims e co-sceneggiatore
  • Fringe (Serie TV) (2008-2013) - Co-creatore serie con Alex Kurtzman e Roberto Orci e co-sceneggiatore

J.J. Abrams Attore - Cinema

  • A proposito di Henry, regia di Mike Nichols (1991)
  • 6 gradi di separazione, regia di Fred Schepisi (1993)
  • Diabolique, regia di Jeremiah S. Chechick (1996)
  • The Suburbans, regia di Donal Lardner Ward (1999)
  • The Disaster Artist, regia di James Franco (2017)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *