Il segreto

Il segreto – Recensione: Sheridan propone un melodramma classico  

Il segreto recensione

Una scena de "Il segreto".

“The Secret Scripture”, che uscirà nelle sale in Italia col titolo “Il Segreto”, è l’ultima fatica del regista Jim Sheridan, qui anche nelle vesti di sceneggiatore e co-produttore, ed è liberamente tratto dal romanzo omonimo di Sebastien Barry del 2008.

Il film ci presenta l’anziana Rose, interpretata da Vanessa Redgrave, da quasi mezzo secolo rinchiusa in un ospedale psichiatrico oramai fatiscente. La struttura viene per questo venduta, e i pazienti trasferiti altrove, grazie alle nuove leggi molti potranno essere accolti in famiglia dai parenti. Prima che avvenga il trasferimento, la situazione mentale di Rose dovrà essere riesaminata dal dottor Grene, impersonato da Eric Bana.

Attraverso la lettura del diario segreto tenuto per tutti questi anni dalla paziente, al dottore si rivelano via via le dolorose vicende che hanno portato la giovane e bella Rose, una bravissima Rooney Mara, a ritrovarsi segregata.

Il segreto: la storia di una donna e dell’Irlanda degli anni Quaranta

Notevole l’accurata e sentita ricostruzione dell’Irlanda cattolica degli anni della Seconda guerra mondiale: il regista pone l’attenzione sul persistere di un acceso bigottismo nei confronti della figura femminile e sull’odio nei confronti dei britannici, quest’ultimo immutato nonostante lo sforzo che l’aviazione inglese stesse compiendo durante la Battaglia d’Inghilterra. Bella la fotografia, che con i suoi mutamenti di tono segue i tormenti dei protagonisti, coinvolgenti più di altre le riprese effettuate sulla costa nei momenti di bassa marea.

"Il segreto, tuttavia, risulta non perfettamente riuscito: la sceneggiatura, intesa come successione degli avvenimenti narrati, è debole e con qualche lacuna. Il finale, soprattutto, sembra buttato lì in fretta e furia, ed in generale il racconto non riesce a coinvolgere emotivamente lo spettatore; non aiuta l’opaca interpretazione di Eric Bana, mai entrato nel personaggio.

È sempre un peccato vedere sprecata una buona occasione e senza dubbio il tema trattato da questo film aveva le carte in regola per colpire il cuore dello spettatore: da consigliare solo ai ferventi ammiratori della Mara, autrice di una prova convincente, e della immensa Redgrave, che anche in camicia da notte col suo sguardo illumina lo schermo.

Daniele Battistoni

  • Titolo originale: The Secret Scripture
  • Regia: Jim Sheridan
  • Cast: Vanessa Redgrave, Rooney Mara, Eric Bana, Jack Reynor, Theo James, Aidan Turner, Susan Lynch
  • Genere: Drammatico, Colore
  • Durata: 108 minuti
  • Produzione: Irlanda, 2016
  • Distribuzione: Lucky Red
  • Data di uscita: 6 Aprile 2017

Poster del film Il segreto

"Il segreto" è l'emozionante storia di una quarantenne, Rose, rinchiusa all'interno di un manicomio dell'Irlanda del Nord.

Il segreto: l'amore tra un medico una paziente

Rose incontrerà un medico di buon animo, il dottor Grene, il quale non si sofferma semplicemente a giudicare la sua condizione psicologica in maniera cieca, ma osserva e ascolta attentamente per cercare di comprendere fino in fondo la terribile storia della donna, impedendo di conseguenza il trasferimento di Rose in una nuova struttura.

Lei viene giudicata pazza perché accusata dell'uccisione di suo figlio appena nato, un figlio, che molti credono sia nato dalla storia segreta con un prete cattolico. La donna ha sempre negato l'accaduto, arrivando ad affermare che il suo bambino era nato dalla storia d'amore tra lei e un pilota dell'esercito britannico.

Molti aspetti della sua vita rimangono avvolti nel mistero anche a causa dei numerosi elettroshock al quale è stata sottoposta, che l'hanno portata a dimenticare molti particolari importanti. Il dottor Grene non si arrende e porta avanti una vera e propria inchiesta per scoprire quale è la verità che si cela dietro la triste sorte destinata a questa donna allontanata dal mondo al quale apparteneva. È veramente lei la pazza o lo sono gli altri i pazzi che l'hanno costretta a vivere questo incubo?

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *