IERI SERA SU RAI UNO “INDOVINA CHI”
 sabato 19 aprile 14 - 02:18

   | Spettacolo e Attualità | Visto in tv | Schede Film | Archivio Recensioni | Archivio Biografie
  Home | Oscar 2014 | Stasera in TV | Nati ad Aprile | Trailer Film |  Rss Archivio | Email | Ecodelcinema
Film in uscita
Recensioni film al cinema
Box Office cinema
Ritratti-Biografie cinema
Festival cinematografici





Cerca nel sito





Ricerca personalizzata

Ieri sera su Rai Uno “Indovina chi”

Ieri sera alle 21,00 su Rai Uno è andato in onda “Indovina Chi”, un film di Kevin Rodney Sullivan con Bernie Mac, Ashton Kutcher e Zoe Saldana. L'idea di fondo è tratta dal classico del 1967 “Indovina chi viene a cena” con Spencer Tracy e Katherine Hepburn, in cui i due coniugi, dichiaratamente moderni e di mentalità aperta rimangono invece turbati dalla notizia del fidanzamento della loro unica figlia con un medico di colore. La situazione in questo caso è invertita: il problema razziale persiste, ma da parte di un padre di famiglia nero nei confronti del futuro genero bianco. Questa volta, infatti, abbiamo Percy Jones, uomo di colore che crede di sapere sempre cosa vada o non vada bene per la sua famiglia, che rimane sbalordito quando scopre che il nuovo fidanzato della figlia Theresa, agente di borsa, che sulla carta sembrerebbe avere tutte le credenziali a posto e che Percy aveva immaginato come un affascinante incrocio tra Denzel Washington e Tiger Woods, è un bianco. Un susseguirsi di gag e divertenti equivoci richiamano elementi sia della classica sit-com black, alla Bill Cosby, che della commedia del 2000 “Ti presento i miei”, in cui Ben Stiller cercava in tutti i modi di mostrarsi perfetto agli occhi del futuro genero Robert De Niro, creando solo guai e malintesi. Ashton Kutcher ha una verve comica da non sottovalutare, in fondo, il suo esordio televisivo è stato proprio nelle vesti dell'imbranato Michael Kelso nel telefilm “That 70's Show”. In “Indovina chi” fa coppia con Bernie Mac, faccia simpatica già apparsa in film di successo come “Ocean's Eleven” e “Babbo Bastardo”, che cerca di mettere in difficoltà Kutcher in ogni modo, costringendolo perfino a gareggiare in una gara di go cart. Semplice e frizzante, il film vuole toccare il tema del problema razziale sfruttando l'ironia e la comicità delle situazioni e dei dialoghi. Il finale, fin troppo scontato, si risolve nel giro di qualche minuto e nel modo più banale possibile come in una favola in cui tutti “vissero per sempre felici e contenti”. Si sa bene che ancora oggi un “incrocio razziale” ha una vita dura all'interno della società. Tutti si dichiarano tolleranti, ma davanti a un bambino mulatto o ad una coppia di colore fanno inconsciamente (o volutamente) una faccia storta. Il film non intende di certo prendersi la responsabilità di risolvere questo problema, ma ogni tanto si fa bene a ricordare che non esistono razze e che siamo tutti uguali. Come diceva Einstein “Conosco una sola razza, la razza umana!”.

Silvia Caputi

20 / 08 / 2009

Pagine correlate visto in tv

Ieri sera su Rai Uno “Indovina chi”





Contatti

Per contattare la redazione del sito Ecodelcinema scrivere all'indirizzo email redazione@ecodelcinema.com

 






News Produzioni

Notizie

Gossip

Conferenze Stampa

Festival

Premi

Prossimamente al cinema

Serie tv

Approfondimenti

New Trailer e Clip

Filmografia

Colonne Sonore

Storia del cinema e Cult

Produzioni

Distribuzioni

Buon Compleanno Vip

Forum

Ecodelcinema su Facebook

Ecodelcinema su Youtube

Privacy


  portale di Eco del Cinema (EDC) pagina pubblicata in 0 secondi
Le foto presenti su Ecodelcinema.com sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail redazione@ecodelcinema.com che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.
Ecodelcinema.com - Registrazione al Tribunale di Roma n.79/2009 del 11/03/2009

Note Legali: questo sito web è di proprietà di Eco del Cinema a cui va la piena e unica responsabilità dei contenuti testuali e grafici pubblicati sul sito - email redazione@ecodelcinema.com -
dati e generalità del proprietario del presente dominio sono disponibili pubblicamente presso l'ente internazionale di registrazione domini.
Alcune foto presenti sul sito sono state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio
Per chiedere la rimozione di foto o contenuti scrivere alla redazione del sito - Il network a cui il sito è affiliato non è responsabile dei contenuti pubblicati sui singoli siti.