settembre 02, 2015

I mercenari 2 – Recensione

Godibile action dal sapore retro che mette sulla stessa scena un cast da fare invidia a qualsiasi filmmaker, e fonde con gusto avventura e ironia

(The Expendables 2) Regia: Simon West – Cast: Sylvester Stallone, Jason Statham, Dolph Lundgren, Terry Crews, Jet Li, Chuck Norris, Jean Claude Van Damme, Bruce Willis, Arnold Schwarzenegger, Randy Couture, Liam Hemsworth, Scott Adkins, Amanda Ooms, Charisma Carpenter – Genere: Azione, colore, 102 minuti – Produzione: USA, 2012 – Distribuzione: Universal Pictures – Data di uscita: 17 agosto 2012.

mercenari2Tornano sugli schermi i ‘ragazzi’ di Barney Ross/Sylvester Stallone, e stavolta non è solo il lavoro a motivare le loro azioni: uno di loro viene ucciso, e il desiderio di punire il colpevole porta ‘i mercenari’ ad agire mettendo a rischio le proprie vite.

Questo secondo capitolo, scritto come il primo anche da Stallone, che ha tanto a cuore il progetto, ha uno dei suoi punti di forza nell’autoironia dei protagonisti, che quasi fanno il verso a se stessi, o meglio a quei personaggi che hanno rappresentato nei gloriosi action – movie degli anni ottanta.

Qui non ci sono radar, satelliti spia, puntatori laser o quant’altro arricchisce le pellicole action contemporanee, si fa un vero e proprio tuffo nel passato: scazzottate, calci, fucili e pistole dai caricatori inesauribili, e muscoli da supereroe, magari tatuati, che mostrano con orgoglio tutti i protagonisti, dai più giovani ai più stagionati.

Il film di West è spassoso, a tratti persino esilarante, come nell’ingresso in scena di Chuck Norris, che da solo vale il prezzo del biglietto.

L’ironia pervade un racconto dove sono più i pugni che i concetti, e tutto scorre velocemente, grazie ad una regia che non lascia pause allo spettatore, e alla scelta di un cast dato dal giusto mix di veterani e nuove leve, che sa fondere alla perfezione umorismo e azione.

Veramente ben riuscito il personaggio di Hale Caesar, alias Terry Crews, noto in Italia per aver interpretato, tra le tante cose, il simpatico Julius, papà di Chris, nella sit-com “Tutti odiano Chris” ideata e realizzata da Chris Rock. L’innata verve comica dell’attore arricchisce la scena.

Come poi non apprezzare Stallone/alias Rocky IV e Lundgren/alias Capitan Ivan Drago, combattere fianco a fianco? O Sly, Schwarzy e Willis condividere la stessa scena?

La telecamera è forse ingenerosa su veterani come Stallone e Schwarzenegger, che più che il passare del tempo mostrano il ‘passare’ del botox, mentre mostra un Willis che mantiene ancora un certo fascino.

È un film che consigliamo a tutti coloro che vogliono divertirsi senza pensieri, sicuri che il cattivone di turno sarà punito.

Maria Grazia Bosu

Related posts

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *