I 10 momenti indimenticabili degli Oscar 2017

La notte degli Oscar si sta avvicinando e l’attesa inizia a farsi sentire. Abbiamo deciso di ripercorrere i 10 momenti indimenticabili degli Oscar 2017, per ricordare cosa abbiamo amato della precedente edizione.

I 10 momenti indimenticabili degli Oscar 2017

Oscar Statuetta

I veri appassionati di cinema attendono una notte in particolare per tutto l’anno, la notte degli Oscar. Tra red carpet, preferenze ed eccezionali film in gara sappiamo che difficilmente sarà una notte deludente. Dopo la premiazione dei Golden Globe dello scorso 7 gennaio, siamo ormai proiettati verso l’edizione degli Oscar 2018, che avrà luogo il prossimo 4 marzo. Resta ancora qualche settimana di attesa. È un’attesa davvero ardua e per alleviarla abbiamo deciso di ripercorrere i 10 momenti indimenticabili degli Oscar 2017.

10. Justin Timberlake travolge il pubblico con “Can’t Stop the Feeling”

Justin Timberlake esibizione

L’attore e cantante Justin Timberlake è noto anche per il proprio carisma. Durante la notte degli Oscar, la sua esibizione di “Can’t Stop the Feeling” in apertura ha travolto davvero tutti e nessuno è riuscito a restare al proprio posto. La folla si è scatenata ballando e cantando sulle note della canzone. Per qualche minuto, l’evento si è trasformato in un incredibile concerto.

9. L’applauso di Nicole Kidman

Nicole Kidman red carpet

Molti spettatori sono rimasti piuttosto divertiti dall’applauso di Nicole Kidman. L’attrice, infatti, ha mostrato un modo di applaudire piuttosto peculiare, in cui le dita delle mani restavano molto rigide e solo i palmi si toccavano tra di loro. Per questo motivo l’attrice, vincitrice del premio Oscar nel 2003 per l’interpretazione in “The Hours”, pare essersi meritata il soprannome di “mani da foca”.

8. La reazione di Denzel Washington alla vittoria di Casey Affleck

Denzel Washington

Uno dei momenti più chiacchierati della scorsa edizione degli Oscar è stata la reazione di Denzel Washington alla vittoria di Casey Affleck come Miglior attore protagonista. La spontaneità dell’espressione dell’attore ha divertito quasi tutti gli spettatori, poichè non ha accennato un sorriso neanche durante il discorso di Affleck. Sembra proprio che la notte degli Oscar 2017 sia stata particolarmente indimenticabile per Denzel Washington.

7. Il primato di Damien Chazelle

Damien Chazelle

Impossibile rimuovere il momento in cui Damien Chazelle ha ricevuto il premio alla Miglior regia per “La La Land“. A soli 31 anni, il regista è diventato il più giovane di sempre a ricevere questo premio. Come direbbe Mia, la protagonista della pellicola: “Onore a chi è un po’ folle, a chi ama osare, a chi ama sognare!”

6. La vittoria di Kevin O’ Connell

Kevin O' Connell

L’attesa ripaga sempre e Kevin O’ Connell ne è la prova. Dopo ben 21 candidature, il progettista del suono è riuscito a conquistare la celebre statuetta. La pellicola “La Battaglia di Hacksaw Ridge” è riuscita a far far entrare O’ Connell nella storia.

5. Emma Stone e la celebrazione dei sognatori

emma stone academy awards 2017

Il film “La La Land” è un vero e proprio insegnamento per chi decide di non porre limiti ai propri sogni. Emma Stone non poteva che fare riferimento al messaggio della pellicola durante il suo discorso di vittoria come Miglior attrice protagonista. L’attrice, però, ha colpito moltissimo per la propria umiltà e non ha trattenuto la commozione per il traguardo raggiunto. Dopo aver ringraziato gli altri membri del cast e il regista, la Stone si è dichiarata immensamente grata per il premio, mostrando con le sue parole un’incredibile somiglianza con il personaggio da lei interpretato: “Ho ancora tanto da crescere e da imparare, ho tanto lavoro da fare, e questo Oscar è davvero un bellissimo simbolo per continuare questo viaggio, e io sono così grata per questo”.

4. La lettera di Asghar Farhadi

Il grande assente della serata è stato sicuramente il regista iraniano Asghar Farhadi, che ha ricevuto il premio Oscar per Miglior film straniero con “Il Cliente“. Farhadi ha preferito non presentarsi e lanciare un messaggio forte e chiaro contro il cosiddetto Muslim Ban del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Nonostante non fosse presente, ha deciso di far leggere una lettera in cui la sua posizione è stata resa piuttosto chiara: “Dividere il mondo fra noi e gli altri, i nemici, crea paure e crea una giustificazione ingannevole per l’aggressione e la guerra. E questo impedisce lo sviluppo della democrazia e dei diritti umani in paesi che a loro volta sono stati vittime di aggressioni. Il cinema può catturare le qualità umane e abbattere gli stereotipi e creare quell’empatia che oggi ci serve più che mai”. Queste parole non potevano che meritare un grande applauso.

3. Un trucco tutto italiano

Miglior trucco 2017

Una vittoria tutta italiana quella dell’Oscar al Miglior trucco. Grazie a “Suicide Squad” sono stati premiati, infatti, i due truccatori Giorgio Gregorini e Alessandro Bertolazzi. Non potevamo che farli salire sul podio dei momenti indimenticabili degli Oscar 2017.

2. Le storie di Viola Davis

Viola Davis premiazione

Tanta grinta, immenso talento. L’attrice Viola Davis riceve l’Oscar per la propria interpretazione in “Barriere” e pronuncia un discorso davvero indimenticabile davanti al pubblico. In un’infinita commozione, l’attrice ha lasciato il proprio segno alla scorsa edizione degli Oscar: “C’è un posto che riunisce tutte la persone con grandi potenzialità, il cimitero. La gente mi chiede sempre: “Che tipo di storie vuoi raccontare, Viola?” E io rispondo che la mia intenzione è riesumare quei corpi, quelle storie. Le storie delle persone che avevano grandi sogni ma non hanno mai potuto realizzarli. Le persone che si sono innamorate e hanno perso”. La Davis ci ha raccontato invece la propria storia, completamente diversa. La storia di una donna afroamericana che aveva grandi sogni e che ha vinto.

1. “La La Land” o “Moonlight”?

Ryan Gosling Ride Oscar 2017

Il primo posto non poteva che spettare al momento più imbarazzante nella storia degli Oscar: l’annuncio sbagliato del Miglior film. Tantissima confusione e tantissima delusione (per Chazelle, soprattutto). Il cast di “La La Land” ha dovuto lasciare il palco quando sembrava ormai pronto per ringraziare la platea… e in una sorpresa incredibile i protagonisti e i produttori di “Moonlight” hanno ritirato il premio di Miglior film dell’anno. La reazione più divertente è stata indubbiamente quella di Ryan Gosling che, trattenendo un sorriso sotto i baffi, ha sintetizzato la risposta di tutti i presenti. L’attore è la prova che bisogna prenderla sempre con filosofia!

 

Claudia Pulella

18/1/2018

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *