Hereditary (2018)

  • Regia: Ari Aster
  • Cast: Toni Collette, Alex Wolff, Gabriel Byrne, Ann Dowd, Marilyn Miller, Mallory Bechtel, Rachel Hardy, Milly Shapiro, Shane Morrisun
  • Genere: Horror, colore
  • Durata: 126 minuti
  • Produzione: USA, 2018
  • Distribuzione: Lucky Red
  • Data di uscita: 19 luglio 2018

Hereditary locandina

C'è chi crede nella reincarnazione, qualcun altro invece pensa che si tratti di un'invenzione di filosofi e pensatori. La protagonista del film "Hereditary" fa parte della schiera di scettici che non crede nell'esistenza di questo fenomeno. Si tratta di una donna che vive in una piccola cittadina americana. I fatti si svolgono quando, a causa di una malattia, muore la suocera. La donna era appassionata di arte e ha passato tutta la sua vita a pitturare con grande maestria vari giocattoli.

Poco dopo la morte dell'anziana signora, la figlia della protagonista, Charlie, nonostante non abbia mai avuto una passione per la pittura, scopre di avere lo stesso talento. Ma non è tutto: è cambiato anche il carattere della bambina, che inizia a comportarsi in modo inusuale. Questa serie di fenomeni dà il via ad alcune stranezze che sconvolgono la vita dell'intera comunità. Infatti, la bambina non è la sola a cambiare: muta il comportamento di tutti gli adolescenti della città, che diventano violenti senza riuscire a controllarsi. A questo punto la situazione diventa pericolosa e le previsioni più terrificanti cominciano ad avverarsi.

Hereditary: il primo lungometraggio di Ari Aster

"Hereditary" è il primo lungometraggio del giovane regista Ari Aster, premiato al Sundance Film Festival nel 2018.  Aster è conosciuto per aver realizzato una serie di cortometraggi, tra cui "Munchausen" e "The Strange Thing About The Johnsons".

Il ruolo della protagonista è stato assegnato a Toni Collette, nota attrice australiana, famosa per aver recitato nei film "Velvet Goldmine" di Todd Haynes, "Tre amici, un matrimonio e un funerale" di Matt Reeves e  "Little Miss Sunshine".

"Hereditary" è distribuito da Lucky Red.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *