Heath Ledger

Heath Ledger è noto principalmente per la sua florida carriera di attore, stroncata purtroppo da un'improvvisa morte. Nonostante la sua brave vita, però, la sua abilità attoriale e il suo carisma lo hanno consacrato come una delle star più amate di Hollywood.

Heath Ledger, una carriera vissuta tra “paradiso” e “inferno”

(Perth, 4 aprile 1979 - New York, 22 gennaio 2008)

Heath Ledger biografiaHeathcliff Andrew Ledger nasce a Perth, ricca capitale dello stato australiano dell’Australia Occidentale, il 4 Aprile 1979. La mamma decide di chiamarlo Heathcliff in onore dell’omonimo personaggio, protagonista del romanzo di Emily Brönte “Cime Tempestose” da lei molto amato. I genitori non gli consentono di vivere un sereno clima famigliare a causa dei continui litigi e divergenze di opinione; infatti nel 1989 divorziano.

Heath Ledger frequenta la Guildford Grammar School, appassionandosi allo sport e alla recitazione. Entra a far parte della squadra dei Kalamunda Field Hockey e comincia a frequentare i corsi di un piccolo teatro cittadino per poi iscriversi alla Globe Shakespeare Company dove ha modo di affinare le sue tecniche. L’amore per il palcoscenico lo convince ad abbandonare la sua città natale e trasferirsi a Sydney con Trevor, il suo inseparabile migliore amico, per tentare la carriera d’attore.

Dopo infiniti provini ottiene piccole parti in alcune serie televisive come “Ship to Shore” (1993), una parte più significativa nel serial “Sweat” (1996) e nel telefilm “Roar” (1997-2000), ingaggiato dallo Fox. Nel 1997 è nel cast del film “Blackrock” e così comincia a conquistare Hollywood e non solo. Nel 2000 Roland Emmerich lo vuole con se nel kolossal con Mel GibsonIl Patriota” nei panni del bellissimo e rivoluzionario Gabriel Martin. Osannato come un stella promettente, compare in un susseguirsi di lavori tra cui: “Monster’s Ball – L’ombra della vita” (2001) di Marc Forster, “Le quattro piume” (2002) accanto a Kate Hudson, e “La setta dei dannati” (2003) di Brian Helgeland, che lo aveva già diretto in “Il destino di un cavaliere” (2001). Nel 2003 è anche sul set di “Ned Kelly” dove conosce e s’innamora di Naomi Watts con cui convive per due anni.

"Brokeback Mountain" gli assicura maggior successo, un best friend e famiglia

Heath Ledger Film

Heath Ledger in "Brokeback Mountain".

Nel 2004 si vocifera anzi si ha la quasi certezza che Oliver Stone l’abbia scelto come protagonista del kolossal “Alexander”, ma poi la parte va a Colin Farrell. Nel 2005 è sul set del discusso ma bellissimo “I segreti di Brokeback Mountain” di Ang Lee. I film porta Heath Ledger alla conoscenza di Jake Gyllenhaal, che diventerà suo migliore amico e padrino di sua figlia Matilda Rose (il cui nome deriva da una canzone folk australiana del diciannovesimo secolo), avuta dall’attrice Michelle Williams (la bella Jenn di “Dawson’s Creek”); anche lei conosciuta sul set nel ruolo di sua moglie. Con Michelle convive per tre anni, fino al 2007, per poi separarsi.

Questo film gli regala un impagabile successo poiché è eletto “attore dell’anno” ed è candidato al Golden Globes, al Bafta e infine all’Oscar. Gli vengono poi attribuiti brevi flirt con la modella Helena Christensen, con l’attrice Lindsay Lohan e la modella Gemma Ward.

Heath Ledger: tra fiabe e leggende, correndo su uno skate

A confermarlo e consacrarlo ulteriormente al successo sono nel 2005: “Casanova” di Lasse Hallström, che lo farà innamorare della splendida Venezia; “I fratelli Grimm e l’incantevole strega” di Terry Gilliam con Matt Damon e Monica Bellucci; “Lord of Dogtown” della regista di “Twilight”, Catherine Hardwicke, per il quale Heath dichiara di essersi divertito particolarmente.

Nel 2006 recita in “Paradiso + Inferno” nel ruolo di un tossicodipendente che vive una tormentata e sofferente storia d’amore con un’altra ragazza dipendente da droghe. Segue un anno di pausa in cui decide di dedicarsi solo alla figlia Matilda. Torna sul grande schermo nel 2007 con “Io non sono qui”, film biografico su Bob Dylan, con Richard Gere, Cate Blanchett e la compagna Michelle Williams. Il film ottiene il Premio ex equo e la Coppa Volpi alla sessantaquattresima Mostra del Cinema di Venezia.

L'oscura e improvvisa morte del miglior Joker del XXI secolo

Heath Ledger Il cavaliere oscuro

Heath Ledger in "Il Cavaliere Oscuro"

Nel 2007 Christopher Nolan lo sceglie per interpretare il malvagio Joker ne “Il Cavaliere Oscuro” (sequel di “Batman Begins”) con Christian Bale. Questa interpretazione l’11 Dicembre 2008 gli varrà un Oscar postumo. Il 22 Gennaio 2008 all’età di soli 28 anni, bello e dannato, amato e venerato come un dio, apprezzato e lodato come un premio Nobel, muore improvvisamente nel suo appartamento di Soho a New York.

Il corpo senza vita viene ritrovato dalla domestica, che afferma di averlo visto la mattina ancora vivo. A pochi minuti dal primo annuncio delle agenzie stampa, una folla di spettatori increduli e di telecamere circonda l'edificio, mentre ancora si aspetta o si confida in una smentita; Poco dopo una sequenza che ha fatto il giro del mondo conferma definitivamente la drammatica notizia; i paramedici trasportano il corpo coperto sull'autoambulanza, immersi tra i flash dei giornalisti. Nelle ore e nei giorni seguenti il marciapiede davanti all'edificio viene riempito di fiori, biglietti e omaggi all'attore; nel frattempo si avviano le indagini per capire cosa abbia causato la morte di una persona così giovane.

Non ci sono nemmeno indizi che facciano pensare ad un suicidio, ma solo bottigliette di medicinali regolarmente prescritte. Soprattutto non ci sono droghe. Viene effettuata un'autopsia per capire le cause della morte che però non riesce a dare risposte certe, rendendo necessario attendere i risultati di analisi più approfondite.

Il 6 febbraio la polizia dichiara la morte per intossicazione acuta provocata dagli effetti combinati di oxicodone, idrocodone, diazepam, temazepam, alprazolam e doxylamine; ossia sonniferi e ansiolitici presi sotto prescrizione medica, ma che gli stroncano la vita avvelenandolo. Il corpo viene riportato a Perth in Australia dove il 9 Febbraio si svolgono i funerali, a cui partecipano più di seicento persone tra parenti, amici, colleghi e ammiratori.

Heath Ledger: l'uomo che voleva ingannare il diavolo, ma che non ha potuto farsi beffe della morte

Nel frattempo gli show televisivi “Entertainment Tonight” e “The Insider” hanno annunciato la messa in onda di un vecchio video di due anni prima in cui Ledger partecipa ad un droga party al Chateau Marmont Hotel. Per rispetto verso la famiglia non vengono mandato in onda le immagini dov'è presente il divo; si sente solo la sua voce ammettere di aver fumato marijuana in passato.

Poche sere dopo, Daniel Day-Lewis gli dedica il premio come Migliore Attore per il film “Il Petroliere”. Susie Doson, presidente di Australians in Film (AiF), associazione di cui Ledger era ambasciatore, annuncia l'istituzione di una borsa di studio a lui intitolata, destinata ai giovani talenti australiani, che vogliono dedicarsi al mondo del cinema.

È inoltre prevista l’uscita postuma di “Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo” del regista e amico Terry Gillam. Gli amici e attori Johnny Depp, Jude Law, Colin Farrell, grazie a sofisticate tecniche, lo sostituiscono per omaggiarlo ancora una volta, donando il loro singolare cachet alla figlia Matilda.

Dopo la sua morte ci sono state delle spiacevoli tensioni in famiglia sul tema dell'eredità. Heath aveva fatto testamento, ma ad inizio carriera, senza mai più aggiornarlo: come suoi eredi figuravano i genitori. L'atteggiamento del padre ha suscitato varie critiche, fino a che il 29 settembre 2008 è circolata la notizia che il nonno aveva lasciato a Matilda l'intero patrimonio del padre.

Hollywood e il mondo intero hanno perso prematuramente un altro uomo straordinario, con un prezioso e immenso talento che poteva continuare a far sognare milioni di persone. Una stella hollywoodiana che riposa chissà dove con altrettante stelle che come lui hanno, che smesso di brillare e illuminarci troppo presto.

Giusy Del Salvatore

Heath Ledger Filmografia - Cinema

Heath Ledger Joker

Heath Ledger nei panni (e trucco) di Joker.

  • Clowning Around, regia di George Whaly (1992)
  • Blackrock, regia di Steven Vidler (1997)
  • Un computer a 4 zampe, regia di Karl Zwicky (1997)
  • 10 cose che odio di te, regia di Gil Junger (1999)
  • Two Hands, regia di Gregor Jordan (1999)
  • Il patriota, regia di Roland Emmerich (2000)
  • Il destino di un cavaliere, regia di Brian Helgeland (2001)
  • Monster's Ball - L'ombra della vita, regia di Marc Forster (2001)
  • Le quattro piume, regia di Shekhar Kapur (2002)
  • Ned Kelly, regia di Gregor Jordan (2003)
  • La setta dei dannati, regia di Brian Helgeland (2003)
  • Lords of Dogtown, regia di Catherine Hardwicke (2005)
  • I fratelli Grimm e l'incantevole strega), regia di Terry Gilliam (2005)
  • I segreti di Brokeback Mountain, regia di Ang Lee (2005)
  • Casanova, regia di Lasse Hallström (2005)
  • Paradiso + Inferno, regia di Neil Armfield (2006)
  • Io non sono qui, regia di Todd Haynes (2007)
  • Il cavaliere oscuro, regia di Christopher Nolan (Postumo) (2008)
  • Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo, regia di Terry Gilliam (Postumo) (2009)

Heath Ledger Filmografia - Televisione

  • Ship to Shore (Serie TV) (1993)
  • Sweat (Serie TV) (1996)
  • Home and Away (Serie TV) (1997)
  • Roar (Serie TV) (1997-2000)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *