Gomorroide – conferenza stampa e proiezione di alcune scene dal film

In occasione dell’uscita di “Gomorroide” il prossimo 9 Marzo, sono state proiettate in esclusiva delle sequenze del film. In seguito il cast ha risposto ad alcune domande. Ecco quello che abbiamo scoperto:

“Gomorroide”: quando la risata combatte la mafia

I Ditelo Voi Trio Comico
Poche ore fa si è tenuta a Roma la conferenza stampa di “Gomorroide”, un film di e con I Ditelo Voi, Francesco De Fraia, Raffaele Ferrante e Domenico Manfredi.

Per motivi tecnici di rifinitura non è stato possibile prendere visione dell’intera pellicola, ma sono state comunque proiettate delle sequenze in quattro blocchi distinti che hanno permesso di comprendere il senso del film.

<<“Gomorroide” non vuole essere una parodia di “Gomorra”>> precisano i produttori, <<ma vi prende spunto per cercare di dissacrare i temi della mafia e della paura>>.

L’idea di “Gomorroide” è venuta alla luce diversi anni fa, quando il trio preparava degli sketch che prendevano in giro i classici della letteratura mondiale e si sono imbattuti per caso nel romanzo di Saviano.

Da lì la domanda che ha poi portato alla realizzazione del film: “Cosa succederebbe se la gente sostituisse la paura per la mafia con la risata?”

Successivamente ci sono state mostrate delle clip, alcune davvero esilaranti ed altre più riflessive; degna di nota è la conversazione tra Lello e il prete (scena che il trio teneva particolarmente a mostrarci), che sintetizza alla perfezione la morale del film: far funzionare la satira e sensibilizzare il pubblico sul tema della camorra.

“Gomorroide”: I Ditelo Voi nelle vesti di cantanti

Dal punto di vista della regia, “Gomorroide” è un film traboccante di riferimenti, tanto nella sceneggiatura (uno fra molti riguarda l’incendio che ha divorato sei padiglioni della Città della Scienza nel 2013, un caso tutt’ora irrisolto) quanto nella colonna sonora: si passa dai film di Cohen ai grandi progetti hollywoodiani a Batman.

E parlando di colonna sonora, che sfortunatamente non abbiamo potuto apprezzare durante la proiezione, c’è una curiosa novità: I Ditelo Voi hanno collaborato con il responsabile Giordano Corapi cantando alcuni pezzi che sarà possibile ascoltare in alcune scene del film; una nuova veste per il trio partenopeo che ha deciso di mettersi ulteriormente in gioco.

“Gomorroide”: un coinvolgimento inesistente da parte della Rai

Nonostante il successo scaturito dagli sketch nella nota trasmissione televisiva Rai “Made in Sud” (alla quale il trio continuerà a partecipare), l’emittente televisiva non ha dato alcun supporto al progetto.

Dopo il successo al botteghino di “Vita, cuore, battito“, commedia de I Ditelo Voi del 2016, si pensava che la Rai potesse prendere in considerazione di produrre il film, ma è stata una speranza vana. <<Il che va bene>> afferma Gaetano Di Vaio (che con la sua Bronx Film Srl ha co-prodotto il film), alla sua prima esperienza con una pellicola che egli stesso definisce “non molto seria”, <<ci amareggia, però, il fatto che non siano state fornite spiegazioni, nè possibilità di dialogo>>.

Neanche le aziende private, tuttavia, hanno mostrato interesse nel progetto in quanto considerano I Ditelo Voi come dei “comici Rai”. Una strana anomalia, spiegano gli intervistati, in quanto il trio ha lavorato per diverse emittenti.

Solo Sky ha recentemente iniziato a mostrarsi più disponibile al dialogo, arrivando a capire quale sia l’obiettivo primario di questa produzione: mettere in piedi un’economia territoriale che possa creare molti posti di lavoro.

Lo scarso coinvolgimento esterno, però, non ha scalfito la fiducia del cast sulla buona riuscita del film, anzi: nella sala 8 del cinema Lux di Roma aleggiava la convinzione che la pellicola sarà un successo come e più dell’ultima commedia proposta.

In attesa del responso da parte di critica e pubblico, vi ricordiamo che “Gomorroide” debutterà nelle sale italiane il 9 Marzo 2017, prodotto dalla Tunnel Produzione Srl in collaborazione con Minerva Pictures Group.

Sonia Buongiorno

03/03/2017

 

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *