Glass (2019)

M. Night Shyamalan regista di GlassKevin Wendell è affetto da ben 24 personalità: l'ultima di queste è la più pericolosa in assoluto, La Bestia, che sembra dominarlo completamente e non permettergli di avere il controllo di sé. Soltanto Casey Cooke ne è a conoscenza e ora è in fuga da Kevin, speranzosa di salvarsi.

Nella burrascosa vita di Kevin arriva anche David Dunn, un uomo apparentemente ordinario che pare però essere invincibile. Sarà l'Uomo di Vetro a manipolare entrambi i personaggi per i suoi loschi fini.

Glass: il sequel di "Split"

Il produttore Jason Blum torna a collaborare con il regista M. Night Shyamalan per "Glass", il sequel di "Split", che si intreccia anche con la trama di "Unbreakable".

In merito a questo progetto, il regista si espresso in particolare sul budget limitato che aveva caratterizzato anche i due precedenti lavori (che ottennero un ottimo successo): "Sto cercando di tornare a essere un esordiente e per farlo devo privarmi di tutto. Non ho soldi, ho solo una storia da raccontare. Affronterò "Glass" come "The Visit" e "Split", con la stessa filosofia. Mi impongo queste restrizioni perché voglio che il film, quasi a livello genetico direi, sia sensibilmente guidato dalla forza delle idee e non dai soldi".

"Glass" include, nonostante tutto, un cast davvero stellare. Accanto a James McAvoy ("L'ultimo Re di Scozia", "Becoming Jane - Ritratto di una donna contro", "Espiazione"), già protagonista di "Split", vi sono infatti Bruce Willis ("Pulp Fiction", "The Sixth Sense - Il sesto senso", "Ocean's Twelve", "Sin City"), Samuel L. Jackson ("Pulp Fiction", "Jackie Brown", "Django", "The Hateful Eight"), Sarah Paulson ("12 anni schiavo", "Carol", "The Post", "Ocean's 8") e Anya Taylor-Joy ("New Mutants").

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *