Giuliano Gemma

Simbolo comico del cinema western, Giuliano Gemma ha sempre conquistato il pubblico grazie al suo carattere frizzante.

Giuliano Gemma: il Ringo degli spaghetti western

(Roma, 2 settembre 1938 - Civitavecchia, 1° ottobre 2013)

Una foto recente di Giuliano GemmaGiuliano Gemma, nato a Roma il 2 settembre del 1938, fin dall’adolescenza è un grande appassionato di sport e cinema e decide di coniugare le sue due passioni andando a lavorare a Cinecittà, come tanti ragazzini della sua epoca, ingegnandosi in ruoli da figurante o da stunt-man.

Grazie alla sua corporatura atletica ottiene facilmente piccole parti nel cinema di quegli anni. Il suo esordio è nel film “Venezia, la luna e tu” (1958) di Dino Risi, dove recita al fianco di Sordi e Marisa Allasio.

Nel 1959 è nella folla del kolossal “Ben-Hur”, mentre nel 1960 ha un piccolo ruolo nel peplum “Messalina, Venere imperatrice” di Cottafavi.

Vedendolo recitare in quest’ultimo film, il regista Duccio Tessari, uno degli artigiani del cinema di genere italiano di quegli anni, ne rimane favorevolmente impressionato e lo propone per un ruolo dal protagonista nel mitologico “Arrivano i titani” (1962). Da questo momento e per tutto il decennio successivo Gemma passa da un film di genere all’altro. Mentre ottiene una particina nella pellicola “Il Gattopardo” (1963) di Visconti, è anche Robin Hood in “L’arciere di Sherwood” (1963), passa in Arabia con “La schiava di Bagdad” (1963) e nella Roma antica con “La rivolta dei pretoriani” (1964).

Anche i francesi si accorgono di lui, arruolandolo nella coproduzione dedicata alle avventure della bella Angelica, eroina dei best-seller dei Golon, interpretata da Michèle Mercier. Oltre che nel primo film della serie “Angelica” (1964), Gemma reciterà in “Angelica alla corte del re” (1965) e in “La meravigliosa Angelica” (1965).

Intanto è scoppiata la moda degli Spaghetti Western che contribuiranno a farne un volto mitico per il cinema italiano. Diretto da professionisti del genere come Tessari, Sergio Corbucci e Tonino Valerii, Giuliano diventa il cowboy più conosciuto d’Italia con film quali “Una pistola per Ringo” (1965), “Il ritorno di Ringo” (1965), “Per pochi dollari ancora” (1966) o “I giorni dell’ira” (1967).

Negli anni Settanta, Gemma continua a recitare in film di genere con una vena più ironica, fra i quali si possono citare “Quando le donne avevano la coda” (1970) di Festa Campanile o “Anche gli angeli mangiano fagioli” (1973) al fianco di Bud Spencer. Partecipa però anche a operazioni più autoriali in film come “Il deserto dei Tartari” (1976) di Zurlini, tratto dal noto romanzo di Dino Buzzati, “Il prefetto di ferro” (1977) di Squitieri, che ricostruisce la vita di Cesare Mori o “Corleone” (1978), film contro la mafia, sempre di Squitieri.

Negli anni Ottanta Gemma è ormai un attore consacrato del cinema italiano. Interpreta “Tenebre” (1982) di Dario Argento ed è il famoso ranger del Texas dei fumetti Bonelli in “Tex e il signore degli abissi” (1985) di Tessari.

Negli anni Novanta aumenta la sua presenza sul piccolo schermo. Lo vediamo in produzioni come “Non aprite all’uomo nero” (1990), “Una storia italiana” (1992), “Deserto di fuoco” (1997); mentre nel nuovo millennio è nel cast di “Giovanni Paolo II” (2005) e della serie TV “Butta la luna” (2006 e 2009), “Il Capitano” (2005-07), “Capri 3” (2010). Nel 2012 compare anche nel film di Woody Allen "To Rome with Love".

Il 1° ottobre 2013, all'età di 75 anni, Giuliano Gemma perde la vita in un incidente stradale vicino Roma.

Isabella Gasparutti

Giuliano Gemma Filmografia - Cinema

Giuliano Gemma Filmografia

  • Venezia, la luna e tu, regia di Dino Risi (1958)
  • Il nemico di mia moglie, regia di Gianni Puccini (1959)
  • Arrangiatevi!, regia di Mauro Bolognini (1959)
  • Ben-Hur (1959)
  • I cosacchi, regia di Giorgio Rivalta (1960)
  • Messalina, Venere imperatrice, regia di Vittorio Cottafavi (1960)
  • Io amo, tu ami..., regia di Alessandro Blasetti (1961)
  • Il pianeta degli uomini spenti, regia di Antonio Margheriti (1961)
  • Boccaccio '70, regia di Vittorio De Sica, Federico Fellini, Mario Monicelli, Luchino Visconti (1962)
  • Arrivano i titani, regia di Duccio Tessari (1962)
  • Il giorno più corto, regia di Sergio Corbucci (1963)
  • Il Gattopardo, regia di Luchino Visconti (1963)
  • Maciste, l'eroe più grande del mondo, regia di Michele Lupo (1963)
  • La schiava di Bagdad, regia di Pierre Gaspard-Huit (1963)
  • I due gladiatori, regia di Mario Caiano (1964)
  • Ercole contro i figli del sole, regia di Osvaldo Civirani (1964)
  • La rivolta dei pretoriani, regia di Alfonso Brescia (1964)
  • Angelica, regia di Bernard Borderie (1964)
  • Angelica alla corte del re, regia di Bernard Borderie (1965)
  • Erik il vikingo, regia di Mario Caiano (1965)
  • Una pistola per Ringo, regia di Duccio Tessari (1965)
  • Un dollaro bucato, regia di Giorgio Ferroni (1965)
  • La ragazzola, regia di Giuseppe Orlandini (1965)
  • Il ritorno di Ringo, regia di Duccio Tessari (1965)
  • Adiós gringo, regia di Giorgio Stegani (1965)
  • La meravigliosa Angelica, regia di Bernard Borderie (1965)
  • Kiss Kiss... Bang Bang, regia di Duccio Tessari (1966)
  • Arizona Colt, regia di Michele Lupo (1966)
  • Per pochi dollari ancora (1966)
  • I lunghi giorni della vendetta (1967)
  • Wanted (1967)
  • I giorni dell'ira, regia di Tonino Valerii (1967)
  • ...e per tetto un cielo di stelle, regia di Giulio Petroni (1968)
  • I bastardi, regia di Duccio Tessari (1968)
  • Violenza al sole, regia di Florestano Vancini (1969)
  • Vivi o preferibilmente morti, regia di Duccio Tessari (1969)
  • Il prezzo del potere, regia di Tonino Valerii (1969)
  • Corbari, regia di Valentino Orsini (1970)
  • Quando le donne avevano la coda, regia di Pasquale Festa Campanile (1970)
  • L'arciere di fuoco, regia di Giorgio Ferroni (1971)
  • L'amante dell'orsa maggiore, regia di Valentino Orsini (1971)
  • Amico, stammi lontano almeno un palmo..., regia di Michele Lupo (1972)
  • Il maschio ruspante, regia di Antonio Racioppi (1972)
  • Un uomo da rispettare, regia di Michele Lupo (1972)
  • Anche gli angeli mangiano fagioli, regia di E.B. Clucher (1973)
  • Troppo rischio per un uomo solo (1973)
  • Delitto d'amore, regia di Luigi Comencini (1974)
  • Anche gli angeli tirano di destro, regia di E.B. Clucher (1974)
  • Il bianco, il giallo, il nero, regia di Sergio Corbucci (1974)
  • Africa Express, regia di Michele Lupo (1975)
  • Safari Express, regia di Duccio Tessari (1976)
  • Il deserto dei Tartari, regia di Valerio Zurlini (1976)
  • California, regia di Michele Lupo (1977)
  • Il prefetto di ferro, regia di Pasquale Squitieri (1977)
  • Il grande attacco, regia di Umberto Lenzi (1978)
  • Sella d'argento, regia di Lucio Fulci (1978)
  • Corleone, regia di Pasquale Squitieri (1978)
  • Un uomo in ginocchio, regia di Damiano Damiani (1979)
  • Circuito chiuso, regia di Giuliano Montaldo (1979)
  • L'avvertimento, regia di Damiano Damiani (1980)
  • La baraonda, regia di Florestano Vancini (1980)
  • Commando d'assalto, regia di Raoul Coutard (1980)
  • Ciao nemico, regia di E.B. Clucher (1981)
  • Tenebre, regia di Dario Argento (1982)
  • Senza un attimo di respiro, regia di José María Sánchez Álvaro (1983)
  • Le cercle des passions, regia di Claude d'Anna (1983)
  • Claretta, regia di Pasquale Squitieri (1984)
  • Tex e il signore degli abissi, regia di Duccio Tessari (1985)
  • Speriamo che sia femmina, regia di Mario Monicelli (1986)
  • Il padre americano, regia di Philippe Charigot (1987)
  • Qualcuno pagherà, regia di Sergio Martino (1988)
  • L'agguato, regia di Gerardo Herrero (1988)
  • Il morso del ragno, regia di Claude d'Anna (1988)
  • Ya no hay hombres, regia di Alberto Fischerman (1991)
  • Firenze no kaze ni dakarete, regia di Seiji Izumi (1991)
  • Un bel dì vedremo, regia di Tonino Valerii (1996)
  • Un uomo perbene regia di Maurizio Zaccaro (1999)
  • La donna del delitto, regia di Corrado Colombo (2000)
  • Giovanna la pazza, regia di Vicente Aranda (2002)
  • To Rome with Love, regia di Woody Allen (2012)

Giuliano Gemma Filmografia - Televisione

  • Circuito chiuso (1978)
  • Caccia al ladro d' autore (1985-86)
  • Rally (1988)
  • I promessi sposi (1989)
  • Prigioniera di una vendetta (1990)
  • Dagli Appennini alle Ande (1990)
  • Non aprite all'uomo nero (1990)
  • La moglie nella cornice (1991)
  • Una storia italiana (1992)
  • Le Chinois (1992)
  • Jewels (1992)
  • Maximum Exposure (1995)
  • Deserto di fuoco (1997)
  • Marseille (1998)
  • Game over (1999)
  • Premier de cordée (1999)
  • L'uomo che piaceva alle donne - Bel Ami (2001)
  • Angelo il custode (2001)
  • La bambina dalle mani sporche (2005)
  • Giovanni Paolo II (2005)
  • Butta la luna (2006-2009)
  • Pompei (2007)
  • Il Capitano (2005-07)
  • Capri 3 (2010) (13 episodi)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *