Gifted – Il dono del talento

Gifted – Il dono del talento - Recensione: un film "di genere"

Gifted il dono del talento film

Facciamocene una ragione: ormai i film sui bambini prodigio formano un genere a sé stante, e come tali andrebbero dunque trattati. Per essere obiettivi, pertanto, è essenziale lasciare da parte ogni giudizio di merito sulla trama, sul finale “telefonato” (ma funzionale), sul sentimentalismo (idem come sopra) e sulla macchiettizzazione dei personaggi buoni e cattivi (idem con patate). Le sopraelencate sono, difatti, ormai caratteristiche dei film sui bambini superdotati. Può ben darsi che detti topoi non piacciano allo spettatore, ma egli sa che, se sceglierà di guardare una pellicola con l’enfant prodige di turno, ci si dovrà scontrare (del resto, lo spettatore sa anche bene a cosa va incontro quando sceglie di vedere un film con Jason Statham).

Fatta questa essenziale premessa, si può sicuramente affermare che "Gifted – Il dono del talento" presenti tutti i clichés necessari per trascorrere l’abbiocco del dopo pranzo della domenica davanti alla tv tra lacrime e struggimenti. Come già detto “ad nauseam” (cit. dal film) sarà perciò essenziale concentrarsi piuttosto sugli aspetti formali per giudicare questo prodotto. In questo senso il film è davvero riuscitissimo: un felice esempio di genere trattato con criterio: la regia, come si conviene, è quasi “invisibile” ma efficace, il montaggio è fluido e sapiente, la sceneggiatura è davvero ben fatta (con alcuni dialoghi particolarmente buoni), i tempi narrativi sono perfetti, i personaggi sono ben tratteggiati, la fotografia è a tratti patinata ma funzionale.

Il regista Marc Webb ci regala un prodotto nettamente superiore alle aspettative da “ciclo Tante Storie”, in quanto ben confezionato, ben fotografato e, soprattutto, ben recitato. Ciononostante, resta il fatto che il mercato di destinazione di "Gifted" sembri quello dell’home video o della televisione.

Gifted: il dono di un bel cast

Gifted il dono del talento Octavia SpencerIl punto di forza di "Gifted - Il dono del talento" è l’ottimo cast, cui va gran parte del merito per la riuscita del prodotto finale. Un plauso va a Chris Evans, sorprendentemente credibilissimo nel ruolo dello zio che alleva la piccola Mary, riuscendo a dare al personaggio anche una sensibilità e profondità intellettuale che non ci si aspetterebbe dal volto di Capitan America. Molto brava anche la bimba prodigio protagonista, Mckenna Grace, munita di grandi occhi blu, lunghe ciglione e una verve magnetica. Ottima la scelta di Jenny Slate per interpretare la maestra: l’attrice è dotata di una faccia e una mimica 'reali' e riesce a dare credibilità e realismo al film (quando invece la scelta ovvia per la maestra secondo i canoni del genere sarebbe stata la biondina “della porta accanto”). Perfette nei ruoli, anche se, prevedibilmente, più stereotipate, anche le straordinarie attrici Octavia Spencer e Lindsay Duncan.

Marta Maiorano

  • Titolo originale: Gifted
  • Regia: Marc Webb
  • Cast: Chris Evans, Jenny Slate, Octavia Spencer, Mckenna Grace, Julie Ann Emery, Lindsay Duncan, Keir O'Donnell, Glenn Plummer, Jona Xiao, John Finn, Kelly Collins Lintz, Joe Chrest, Jon Sklaroff, Julian Brittano
  • Genere: Drammatico, Colore
  • Durata: 101 minuti
  • Produzione: USA, 2017
  • Distribuzione: 20Th Century Fox
  • Data di uscita: 1 novembre 2017

Gifted Il dono del talento posterLa pellicola di Marc Webb, "Gifted - Il dono del talento", segue la storia di Frank, un uomo che prova a crescere la giovane ed estremamente geniale figlia della sorella, tragicamente morta poco dopo la sua nascita. Sua nipote Mary è un vero asso della matematica e, dal momento in cui la nonna della bambina e madre di Frank scoprirà le abilità della piccola, cercherà di trarre vantaggio in ogni modo possibile della situazione, iniziando una battaglia legale per la custodia.

Gifted - Il dono del talento: chi c'è dietro e davanti la pellicola?

Il film è il quarto del regista Marc Webb, specializzato in video musicali, che finora non si era mai cimentato nei drammi, ma aveva sempre toccato nel segno con i lavori precedenti. Tra questi vi è la commedia romantica "(500) giorni insieme" con Zooey Deschanel e Joseph Gordon-Levitt, ma la sua breve carriera cinematografica annovera anche i primi due film della saga "The Amazing Spiderman" con Andrew Garfield.

Il protagonista di "Gifted" è il bel Chris Evans, anche lui noto al pubblico più che altro per i ruoli di supereroe, tra cui figurano la Torcia Umana nel team dei Fantastici Quattro e Captain America, interpretazione con cui ha svolto un gran numero di cinecomic Marvel. A condividere con lui il posto centrale sullo schermo c'è la piccola co-protagonista Mckenna Grace, che, nonostante la giovanissima età, vanta già una florida carriera, sebbene questo il suo primo ruolo come personaggio principale. Nel cast del film anche le celebri Lidsay Duncan ("Birdman") e Octavia Spencer ("Il diritto di contare").

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *