Gerard Butler

Attore e produttore cinematografico scozzese, Gerard Butler ha conquistato le colline di Hollywood grazie a una bellezza particolare e a quel suo fascino misterioso.

Gerard Butler, un re spartano dal cuore tenero

(Glasgow, 13 novembre 1969)

Gerard Butler farfallinoGerard Butler è uno degli attori più apprezzati del momento, soprattutto dal pubblico femminile: fisico scolpito ma non troppo, sguardo ammaliante, sorriso coinvolgente, perfetto sia nei ruoli da ‘macho’, come quello del Re Leonida in “300”, che nei ruoli romantici come quello in "P.S: I love you". Butler, che nelle vene ha sangue irlandese, nasce a Glasgow il 13 novembre del 1969, in una famiglia cattolica, da Margaret e Edward, che hanno già due figli, Lynn e Brian.

Presto si trasferisce a Montreal, dove il padre, organizzatore di eventi sportivi, ha impegni di lavoro. Il divorzio dei genitori lo riporta dopo soli due anni nei pressi di Glasgow, a Paisley, paese natale della madre.

Una vita sregolata fatta d'eccessi prima della recitazione

L’assenza del padre è una ferita tuttora aperta, l’uomo non è mai stato presente, e quando l’attore, adolescente, tenta un riavvicinamento, dopo un po’ il padre si ammala di tumore, tanto che Butler si trasferisce in Canada per stargli accanto, ma la malattia non lascia speranze, e così Edward muore, lasciando nel figlio un grande vuoto. A Glasgow, Gerard compie il suo percorso scolastico e s’innamora del teatro, debuttando nel famoso Kings Theatre di Glasgow, in “Oliver”, a soli dodici anni.

Nonostante la grande passione che lo anima, e l’amore col quale segue i corsi estivi di recitazione dello Scottish Youth Theatre di Livingstone, la famiglia lo spinge a seguire gli studi in legge. Si laurea brillantemente alla Glasgow University ed è subito assunto presso un prestigioso studio legale di Edimburgo; ma il conflitto interiore tra ciò che fa e ciò che vorrebbe, lo conduce ad una vita sregolata, con eccessi che lo portano al licenziamento.

I primi lavori, tra cinema e teatro

È proprio in questo momento di crisi che trova il coraggio di ricostruirsi una vita, cercando di realizzare il sogno mai abbandonato, quello di recitare, e per questo si trasferisce a Londra. Qui è determinante l’incontro con Steven Berkoff, che gli concede un’audizione, con la quale Butler ottiene una parte nel suo “Coriolano”, al Mermaid Theatre.

Nel 1996 calca il palcoscenico con “Traispotting”, nel ruolo che sul grande schermo è di Ewan McGregor. Nel 1997 l’esordio cinematografico con un film in costume, “La mia regina”, di John Madden, dove recita a fianco di Judi Dench. La sua è una carriera in continua ascesa, tra successi teatrali, come “Improvvisamente l’estate scorsa”, del 1999, dove veste i panni del dott. Sugar, che sul grande schermo furono di Montgomery Clift, e produzioni televisive, come “Sullivan is Getting Married”, nonché ruoli al cinema, tra i quali ricordiamo quello di Yasha, nella trasposizione realizzata da Michael Cacoyannis de “Il giardino dei ciliegi” di Cechov, con Charlotte Rampling e Alan Bates.

"300" volte Gerard Butler

Il 2000 è l’anno della svolta: ottiene due parti da protagonista, in “Attila l’Unno”, miniserie tv, e in “Dracula Legacy – Il fascino del male”, di Patrick Lussier, prodotto da Wes Craven. Nel 2001 riceve il suo primo riconoscimento, lo Spirit of Scotland Award per il Cinema, di cui ancor oggi va orgoglioso. Fioccano i copioni, ora è lui a scegliere i ruoli che più gli interessano; tra i tanti film di questi anni ricordiamo: “Il regno del fuoco” di Rob Bowman, pellicola di fantascienza del 2002; “Lara Croft Tomb Raider - La culla della vita” di Jan De Bont, del 2003, dove duetta con Angelina Jolie; il drammatico “Dear Frankie” di Shona Auerbach, del 2004; il celebre musical di Joel SchumacherIl fantasma dell’opera” del 2004, che continuerà ad accrescere la sua popolarità e, dello stesso anno, il film fantastico di Richard Donner “Timeline”.

Il 2006 è l’anno di “300” di Zack Snyder, dove incarna abilmente il grande condottiero Leonida, che con un manipolo di uomini blocca l’esercito persiano alle Termopili. Nel 2007 un po’ di romanticismo col film di Richard LaGraveneseP.S. I Love You – Non è mai troppo tardi”, dove è affiancato da Hilary Swank e Lisa Kudrow.

L’anno successivo è il protagonista dell’action movie di Guy RitchieRockNRolla”. Nel 2009 in “La dura verità” di Robert Luketic, esplode il suo talento comico, in coppia con la spiritosa Katherine Heigl, ed è anche il protagonista, con Jamie Foxx, del thriller di F. Gary Gray, “Giustizia privata”.

A 'caccia di ex': tutto 'quello che sa sull'amore' Gerard Butler

Nel 2010 è sugli schermi con il divertente “Il cacciatore di ex” di Andy Tennant, assieme a Jennifer Aniston, e presta la sua voce per la pellicola d’animazione “Dragon Trainer”, di Dean DeBlois e Chris Sanders. Lavora poi in: “Coriolanus” (2010) di Ralph Fiennes, dove recita con lo stesso regista, William Hurt e Vanessa Redgrave; “Untitled Comedy” (2010), un film corale sia per la regia che per il cast, formato da una serie di sketch; “Machine Gun Preacher” di Marc Forster, dove veste i panni di Sam Childers, motociclista e ex-spacciatore che scopre la fede in Dio e cambia completamente vita, dedicandosi alla difesa e alla protezione dei bambini del Sudan, strappandoli anche dall’arruolamento militare.

Nel 2012 è diretto dall’italiano Gabriele Muccino in “Quello che so sull’amore”, dove interpreta un padre che cerca di riavvicinarsi al figlio, diventando allenatore della sua squadra di calcio.

Nel 2013 partecipa alla commedia corale “Comic Movie” e veste i panni di un agente della sicurezza da cui dipende la vita del presidente degli Stati Uniti nonché il destino della stessa nazione in “Attacco al potere – Olympus has fallen”. Nel 2014 doppia nuovamente Stoik nel seguito di Dragon Trainer, "Dragon Trainer 2". Nel 2016 lo vedremo in "Attacco al potere 2 - London Has Fallen", seguito del film "Attacco al potere - Olympus Has Fallen" del 2013.

Due anni dopo lo ritroviamo nei panni del dio egizio Seth nel film "Gods of Egypt", diretto da Alex Proyas, e uscito al cinema nel 2018 in "Nella tana dei lupi".

Maria Grazia Bosu

Gerard Butler Filmografia – Cinema

Gerard Butler sorriso

  • La mia regina, regia di John Madden (1997)
  • Il domani non muore mai, regia di Roger Spottiswoode (1997)
  • Fast Food, regia di Stewart Sugg (1998)
  • Talos – L’ombra del faraone, regia di Russell Mulcahy (1998)
  • One More Kiss, regia di Vadim Jean (1999)
  • The Cherry Orchard, regia di Mihalis Kakogiannis (1999)
  • Harrison’s Flowers, regia di Elie Chouraqui (2000)
  • Dracula’s Legacy – Il fascino del male, regia di Patrick Lussier (2000)
  • Shooters, regia di Colin Teague e Glenn Durfort (2002)
  • Il regno del fuoco, regia di Rob Bowman (2002)
  • Tomb Raider – La culla della vita, regia di Jan de Bont (2003)
  • Timeline – Ai confini del tempo, regia di Richard Donner (2003)
  • Dear Frankie, regia di Shona Auerbach (2004)
  • Il fantasma dell’Opera, regia di Joel Schumacher (2004)
  • In campo per la vittoria, regia di David Anspaugh (2005)
  • Beowulf & Grendel, regia di Sturla Gunnarsson (2005)
  • 300, regia di Zack Snyder (2007)
  • Shattered – Gioco mortale, regia di Mike Barker (2007)
  • P.S. I Love You, regia di Richard LaGravenese (2007)
  • Alla ricerca dell’isola di Nim, regia di Jennifer Flackett e Mark Levin (2008)
  • RocknRolla, regia di Guy Ritchie (2008)
  • La dura verità, regia di Robert Luketic (2009)
  • Il cacciatore di ex, regia di Andy Tennant (2009)
  • Gamer, regia di Mark Neveldine e Brian Taylor (2009)
  • Dragon Trainer, regia di Chris Sanders eDean DeBlois (Voce) (2010)
  • Giustizia privata, regia di F. Gary Gray (2010)
  • Coriolanus, Robin hood, regia di Ralph Fiennes (2011)
  • Machine Gun Preacher, diretto da Marc Forster (2011)
  • Chasing Mavericks, regia di Curtis Hanson e Michael Apted (2012)
  • Quello che so sull’amore, regia di Gabriele Muccino (2012)
  • Comic Movie, registi vari (2013)
  • Attacco al potere – Olympus Has Fallen, regia di Antoine Fuqua (2013)
  • Dragon Trainer 2, regia di Dean DeBlois (Voce) (2014)
  • Attacco al potere 2 – London Has Fallen (London Has Fallen), regia di Babak Najafi (2016)
  • Gods of Egypt, regia di Alex Proyas (2016)
  • Quando un padre , regia di Mark Williams (2016)
  • Geostorm, regia di Dean Devlin (2017)
  • Nella tana dei lupi, regia di Christian Gudegast (2018)

Gerard Butler Filmografia – Televisione

  • Little White Lies, regia di Philip Saville  (Film TV) (1998)
  • The Young Person’s Guide To Becoming A Rock Star (Serie TV) (1998)
  • Lucy Sullivan Is Getting Married (Serie TV) (1999-2000)
  • Attila – Il cuore e la spada, regia di Dick Lowry (Miniserie TV) (2001)
  • An Unsuitable Job for a Woman (Serie TV) (2001)
  • The Jury, regia di Pete Travis (Miniserie TV) (2002)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *