Game of Thrones: ‘The Dragon and The Wolf’ [SPOILER]

Come ogni altra puntata di “Game of Thrones” di questa settima stagione, anche l’episodio finale è stato un susseguirsi di dialoghi, tirando fuori il peggio di ognuno e sin dall’inizio tutto ciò che i personaggi dicono e fanno sembra essere senza alcun senso logico; fino ad arrivare ad un punto di svolta.

Game of Thrones: finalmente sono state giocate tutte le carteGame of Thrones Cersei Lannister

Come capitolo finale c’è poco da dire, è sicuramente ben riuscito e finalmente i personaggi sembrano rispettare i propri principi morali, ma iniziamo dal principio.

Finalmente Jon Snow e i suoi seguaci riescono ad arrivare ad Approdo del Re per portare un componente dell’armata di Estranei davanti agli occhi di Cersei per poter porre fine alla faida e iniziare un Grande Guerra. Si riuniscono tutti i principali capi delle casate al centro di un’arena dove, da un principio di battibecchi per capire chi ha più potere di chi, il Mastino arriva con una cassa contenente un non-morto.

La cosa sembra spaventare Cersei che in un primo momento decide di concedere l’armistizio a patto che Jon Snow rinunci a schierarsi sia con i Lannister che con i Targaryen, ma ovviamente il povero Snow sa di non poterlo fare perché ha già giurato fedeltà a Daenerys e quindi manda a monte l’intero incontro.

Tutto sembra perso, l’alleanza non è destinata a compiersi, ma Tyrion Lannister non demorde e decide di andare a parlare con la sorella. Dopo una chiacchierata a quattrocchi Cersei sembra convincersi e dichiara di voler mandare la sua armata a Grande Inverno per affrontare gli Estranei.

Alla fine è bene ciò che finisce bene, ma anche no. Per fortuna Cersei rimane dei suoi sani principi di odio e vendetta e infatti ha deciso di mentire spudoratamente sul suo aiuto, restando seduta sul trono a guardare mentre gli Estranei staneranno al suolo tutto il Nord. Sarà stata una buona idea?

Game of Thrones: al Nord succede qualcosa di rilevanteGame of Thrones Sansa Stark 7x07

Lunga vita a Lady Stark! Abbiamo visto Sansa essere soggiogata dai poteri ammaliatori di Dito Corto per molti episodi, ma ora che Sansa è diventata lady di Grande Inverno le cose sono cambiate e non sembra avere più bisogno dell’aiuto di un doppiogiochista ruffiano.

Innanzitutto c’è da dire che il piano principale di Dito Corto era quello di mettere una contro l’altra le due sorelle Stark, senza sapere che sia Sansa che Arya stavano già tre passi avanti, quindi è convinto di avere il potere nelle sue mani.

Sansa con l’inganno convoca un processo contro Arya per poi rivelarsi un vero e proprio processo contro Dito Corto. Finalmente quel verme viscido ha ottenuto ciò che si meritava.

Game of Thrones: dobbiamo aspettarci solo il chaos dalla prossima stagione

Ahimè l’ottava e ultima stagione di “Game of Thrones” uscirà solamente nel 2019, questa notizia ha sconvolto tutti. Dovrà essere come minimo un capitolo finale veramente epico e meno banale di questa settima stagione. Diciamola tutta, non è tra le stagioni migliori.

Saltando i dialoghi e battibecchi inutili e noiosi, si arriva finalmente alla rivelazione delle rivelazioni (cosa che molto probabilmente tutti noi sapevamo già). Viene data conferma a ogni sospetto dei fan a rivelarlo è l’ormai onnisciente Bran Stark, il Corvo a tre occhi: Jon Snow è il figlio legittimo di Rhaegan Targaryen, Aegon. Boom, colpo di scena!

Non appena appresa la notizia vediamo Dany e Jon in un momento di intimità. Insomma “Game of Thrones” non vuole proprio smetterla con gli incesti, almeno è stata consolidata un’alleanza. E le sorprese non finiscono qui.

Nella puntata precedente abbiamo visto il Re della Notte resuscitare il drago abbattuto con una lancia di ghiaccio. Ora questo drago è vivo ed è al servizio degli Estranei e alita fiamme blu. Le stesse fiamme blu con cui ha abbattuto la Barriera. Ora sì che Westeros ha un enorme problema.

Alessio Camperlingo

29/08/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *