Flavio Bucci

Flavio Bucci è un attore di teatro e di cinema, noto al grande pubblico per alcuni importanti ruoli di spalla e per lo sceneggiato televisivo “Ligabue”.

Flavio Bucci, il perfetto Ligabue

(Torino, 25 maggio 1947)

Flavio Bucci bioBucci, come molti torinesi, è figlio di immigrati, i suoi genitori infatti si erano trasferiti in Piemonte dalla Puglia e dal Molise. Fin da giovane si interessa alla recitazione e ben presto, dopo alcune esperienze amatoriali, decide di studiare teatro presso lo Stabile di Torino.

Verso la fine degli anni Sessanta, come molti attori italiani, si trasferisce a Roma in cerca di maggiori occasioni di lavoro, mentre approfondisce la sua tecnica teatrale recitando con varie compagnie. Nel 1972, grazie anche alla sua fisionomia inconfondibile, viene notato dal regista Elio Petri che lo fa esordire al cinema nel grottesco-impegnato “La classe operaia va in paradiso”. In questo film recita in supporto di stelle di prima grandezza quali Volonté, la Melato e Salvo Randone.

Petri, che ne stimava molto sia la tecnica artistica che la capacità di attribuire un tono surreale all’immagine grazie alla sua fisionomia, lo dirigerà ancora in “La proprietà non è più un furto” (1973), questa volta al fianco di Ugo Tognazzi.

Altri film notevoli degli anni Settanta sono, per Flavio Bucci “L’amante dell’Orsa Maggiore” di Valentino Orsini, “L’ultimo treno della notte”, di Aldo Lado, e il resistenziale “L’Agnese va a morire” (1976), di Giuliano Montaldo. Anche gli spettatori più giovani ricorderanno il suo volto nell’horror classico “Suspiria” (1977) di Dario Argento, nel ruolo di un pianista cieco dilaniato dal suo stesso cane.

Flavio Bucci e il successo televisivo

Il vero successo presso il pubblico di massa arriva però con la televisione. Bucci esordisce alla Rai già fin dal 1975, quando interpreta lo sceneggiato “Il lungo viaggio”, per la regia di Franco Giraldi, ma la vera celebrità la ottiene grazie a Salvatore Nocita, che lo vuole come protagonista di “Ligabue” (1977), una biografia romanzata del famoso pittore naif, che riscuote un grande successo e gli frutta un Nastro d’Argento come miglior attore. Nel cinema il grande pubblico lo ricorda principalmente per il suo ruolo cinematografico nel cult “Il marchese del Grillo” (1981) di Monicelli, dove interpreta un bislacco prete-brigante, ribelle al Papa, che finisce decapitato senza pietà.

Negli anni Ottanta, con la crisi del cinema italiano, i ruoli interessanti scarseggiano e Bucci si concentra molto sul teatro dove coglie alcuni fra i suoi più grandi successi, con Ionesco e Pirandello. In TV bisogna ricordare la sua partecipazione all’interessante “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana” (1983), tratto dal celebre romanzo di Carlo Emilio Gadda, nel quale interpreta il ruolo del sornione commissario Ingravallo, una sua interpretazione nel famoso e premiatissimo sceneggiato “La Piovra” (1984) e in “Le due vite di Mattia Pascal” (1985) da Pirandello, dove recita al fianco di Marcello Mastroianni.

Negli ultimi anni Flavio Bucci, pur senza lasciare l’amato campo teatrale, ha recitato in numerose commedie con autori famosi, come “Caterina va in città” (2003), di Virzì, e “Lezioni di volo” (2007), di Francesca Archibugi”. Strepitosa la sua caratterizzazione del politicante Franco Evangelisti, braccio destro del mefistofelico Andreotti di “Il Divo” (2008), di Paolo Sorrentino. La sua ultima fatica in ordine di tempo è stata “La scomparsa di Patò” (2010), al fianco di Neri Marcoré, tratta dal romanzo di Andrea Camilleri.

Salvatore Buellis

Flavio Bucci Filmografia - Televisione

Flavio Bucci filmografia

  • Il lungo viaggio, regia di Franco Giraldi (1975)
  • Ligabue, regia di Salvatore Nocita (1977)
  • Circuito chiuso, regia di Giuliano Montaldo (1978)
  • I problemi di Don Isidro Parodi, regia di Andrea Frezza (1978)
  • Martin Eden, regia di Giacomo Battiato (1979)
  • Poco a poco, regia di Alberto Sironi (1980)
  • Il prete di Caltagirone, regia di Giovanni Fago (1980)
  • Il caso Graziosi, regia di Michele Massa (1981)
  • Storia di Anna, regia di Salvatore Nocita (1981)
  • Don Luigi Sturzo, regia di Giovanni Fago (1981)
  • Il diavolo al Pontelungo, regia di Pino Passalacqua (1982)
  • Bebawi: Il delitto di via Lazio, regia di Michele Massa (1982)
  • Quer pasticciaccio brutto de via Merulana, regia di Piero Schivazappa (1983)
  • La Piovra, regia di Damiano Damiani (1984)
  • Tex e il signore degli abissi, regia di Duccio Tessari (1985)
  • Garibaldi il generale, regia di Luigi Magni (1987)
  • Teta, 7 episodi, regia di Juraj Jakubisko (1987)
  • Gli angeli del potere, regia di Giorgio Albertazzi (1989)
  • I promessi sposi, regia di Salvatore Nocita (1989)
  • Mit den Clowns kamen die Tränen, regia di Reinhard Hauff (1990)
  • The Nightmare Years, regia di Anthony Page (1990)
  • Einer stirbt bestimmt, regia di Rainer Bär (1992)
  • La dottoressa Giò, regia di Filippo De Luigi (1997)
  • La dottoressa Giò 2, regia di Filippo De Luigi (1998)
  • Provincia segreta, regia di Francesco Massaro1998
  • L'avvocato Guerrieri 1, regia di Alberto Sironi (2007)
  • La morte di pietra, regia di Roberto Lippolis (2008)
  • Il divo, regia di Paolo Sorrentino (2008)
  • Mai altri, cortometraggio, regia di Fabio Perroni (2008)
  • Fly Light, regia di Roberto Lippolis (2009)
  • Border Line, regia di Roberto Lippolis (2010)
  • La scomparsa di Patò, regia di Rocco Mortelliti (2010)
  • La grande rabbia, regia di Claudio Fragasso (2016)

Flavio Bucci Filmografia - Cinema

  • La classe operaia va in paradiso, regia di Elio Petri (1972)
  • Il generale dorme in piedi, non accreditato, regia di Francesco Massaro (1972)
  • L'amante dell'orsa maggiore, regia di Valentino Orsini (1972)
  • La proprietà non è più un furto, regia di Elio Petri (1973)
  • I giorni della chimera, regia di Franco Corona (1974)
  • L'ultimo treno della notte, regia di Aldo Lado (1975)
  • La orca, regia di Eriprando Visconti (1976)
  • L'Agnese va a morire, regia di Giuliano Montaldo (1976)
  • Quelle strane occasioni, episodio "Italian Superman", regia di Nanni Loy (1976)
  • Dove volano i corvi d'argento, regia di Piero Livi (1976)
  • Suspiria, regia di Dario Argento (1977)
  • Una spirale di nebbia, regia di Eriprando Visconti (1977)
  • Gegè Bellavita, regia di Pasquale Festa Campanile (1979)
  • Ammazzare il tempo, regia di Mimmo Refele (1979)
  • Uomini e no, regia di Valentino Orsini (1980)
  • Maledetti vi amerò, regia di Marco Tullio Giordana (1980)
  • Matlosa, regia di Villi Hermann (1981)
  • Il marchese del Grillo, regia di Mario Monicelli (1981)
  • L'inceneritore, regia di Pier Francesco Boscaro dagli Ambrosi (1982)
  • Der Zauberberg, regia di Hans W. Geißendörfer (1981)
  • Sogno di una notte d'estate, regia di Gabriele Salvatores (1983)
  • La donna delle meraviglie, regia di Alberto Bevilacqua (1985)
  • Tex e il signore degli abissi, regia di Duccio Tessari (1985)
  • Le due vite di Mattia Pascal, regia di Mario Monicelli (1985)
  • Il mistero del panino assassino, regia di Giancarlo Soldi (1987)
  • Pehavý Max a strasidlá, regia di Juraj Jakubisko (1987)
  • Il giorno prima, regia di Giuliano Montaldo (1986)
  • Com'è dura l'avventura, regia di Flavio Mogherini (1987)
  • L'ingranaggio, regia di Silverio Blasi (1988)
  • Secondo Ponzio Pilato, regia di Luigi Magni (1988)
  • La posta in gioco, regia di Sergio Nasca (1988)
  • Anni ’90, regia di Enrico Oldoini (1992)
  • Pierino Stecchino, non distribuito (1992)
  • Teste rasate, regia di Claudio Fragasso (1992)
  • Amami, regia di Bruno Colella (1993)
  • Quando le montagne finiscono, regia di Daniele Carnacina (1994)
  • La carabina, cortometraggio, regia di Sergio Russo (1997)
  • Fratelli coltelli, regia di Maurizio Ponzi (1997)
  • I miei più cari amici, regia di Alessandro Benvenuti (1998)
  • Frigidaire - Il film, regia di Giorgio Fabris (1998)
  • Lucignolo, regia di Massimo Ceccherini (1999)
  • Muzungu, regia di Massimo Martelli (1999)
  • Hotel Dajti, regia di Carmine Fornari (2000)
  • Caterina va in città, regia di Paolo Virzì (2003)
  • L'uomo spezzato, regia di Stefano Calvagna (2005)
  • Il silenzio dell'allodola, regia di David Ballerini (2005)
  • Lezioni di volo, regia di Francesca Archibugi (2006)
  • La morte di pietra, regia di Roberto Lippolis (2008)
  • Il Divo, regia di Paolo Sorrentino (2008)
  • Mai altri, regia di Fabio Perroni (2008)
  • Fly Light, regia di Roberto Lippolis (2009)
  • La scomparsa di Patò, regia di Rocco Mortelliti (2010)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *