Fixeur (2016)

  • Regia: Adrian Sitaru
  • Cast: Sorin Cocis, Andrei Gajzago, Tudor Istodor, Mehdi Nebbou, Diana Spatarescu, Adrian Titieni, Andreea Vasile, Nicolas Wanczycki
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 100 minuti
  • Produzione: Romania, Francia, 2016
  • Distribuzione: Lab 80 Film
  • Data di uscita: 22 marzo 2018

Fixeur - PosterRadu è un giovane aspirante giornalista, tirocinante in una redazione, che cerca di trarre vantaggio da un grande scandalo sessuale riguardante un giro di prostituzione minorile tra Francia e Romania. Scrivere di questo fatto potrebbe portarlo a fare un salto di qualità nella propria carriera e raggiungere la notorietà nel campo. Radu inizia quindi a intervistare Anca, una minorenne rimpatriata da poco, ma le sue intenzioni incontrano non pochi ostacoli.

Fixeur: la rivelazione di Adrian Sitaru nel cinema rumeno

"Fixeur" è diretto da Adrian Sitaru, considerato una delle grandi rivelazione del cinema rumeno. La critica si è mostrata entusiasta, in maniera unanime, dello stile del regista dal film "Waves", con cui Sitaru ha ottenuto il Pardino d'oro al Festival di Locarno nel 2007.

Il regista è stato, inoltre, membro della giuria del concorso principale della 34° edizione del Torino Film Festival, dove ha presentato i suoi due ultimi lungometraggi, "Fixeur" e "Illegittimo". In particolare, in "Fixeur", Sitaru mostra le varie sfaccettature del mondo giornalistico, non solo raccontando una storia vera, ma mostrando anche la divisione interiore che attanaglia il protagonista. Il film, infatti, considera da un lato l'etica della figura giornalistica, dall'altro la necessità e la voglia di raggiungere il successo e la notorietà.

L'intenzione di Adrian Sitaru è sicuramente quella di suscitare e provocare una profonda riflessione in chi guarda la propria opera, come ha dichiarato lui stesso: "Ci sentiamo in diritto di mettere l'arte davanti alla vita perché pensiamo che le nostre intenzioni siano nobili. I registi, come il protagonista del film Radu, sono mossi dalla passione, dalla certezza, a volte anche dal desiderio di combattere le ingiustizie. È anche questo che muove Radu, è questo che gli permette di manipolare le autorità o che gli fa rischiare di danneggiare ulteriormente la vita già distrutta di una bambina. Non penso che cambieremo con questo film ma spero almeno che le persone parleranno di quello che hanno visto".

 

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *