Film al cinema dal 7 settembre

Ben sette i film al cinema dal 7 settembre, tra cui cinque produzioni statunitensi: si passa dall’azione con “Baby Driver – Il genio della fuga”, alla commedia con “Fottute!”, ai drammatici “La fratellanza” e “In Dubious Battle – Il coraggio degli ultimi”, passando per l’horror “The Devil’s Candy”. Dalla Slovacchia una commedia grottesca, “The Teacher”, mentre è un noir il film italiano nelle sale, “Veleni”.

Film al cinema dal 7 settembre: Nikolaj Coster-Waldau è il criminale Jacob ne “La fratellanza”; James Franco dirige e interpreta “In Dubious Battle”

la fratellanza nikolaj coster-waldau film al cinema dal 7 settembre

Nikolaj Coster-Waldau ne “La fratellanza”

I due film drammatici al cinema questa settimana sono “La fratellanza“, di Ric Roman Waugh e “In Dubious Battle – Il Coraggio degli Ultimi”, di e con James Franco.
La fratellanza” è un film che esplora le problematiche legate alla vita dei carcerati americani nel sistema di detenzione statunitense. Protagonista è Jacob, gangster accusato d’omicidio colposo per aver causato la morte accidentale di un suo amico, durante un’incidente d’auto. Finito in carcere, il criminale dovrà fare i conti con una serie di loschi e pericolosi figuri alle cui angheria potrà sottrarsi soltanto alleandosi a loro nella “fratellanza ariana”. Rilasciato per buona condotta, l’uomo non potrà rifiutarsi di compiere una serie di crimini contro una temibile gang rivale, per ordine della ‘fratellanza’ e per proteggere ex moglie e figlia. Il noto Jaime Lannister de “Il trono di spade”, Nikolaj Coster-Waldau, passa dal piccolo al grande schermo con un dramma carcerario. Dietro la cinepresa Ric Roman Waugh, regista ed ex stuntman di Hollywood che, prima de “La fratellanza”, si era già cimentato con questo tema nelle sue precedenti produzioni “Felon – Il colpevole” e “Snitch –L’infiltrato”.

Il poliedrico James Franco è sia dietro che davanti alla macchina da presa con “In Dubious Battle – Il Coraggio degli Ultimi“. Nell’ America nei primi anni ’30, durante la lotta per i diritti tra lavoratori e capitalisti, un uomo cerca coraggiosamente di organizzare uno sciopero dei contadini raccoglitori di frutta del sud della California, lottando strenuamente per il riconoscimento della propria dignità. Il film è tratto dal romanzo omonimo dello scrittore Premio Nobel John Steinbeck. A ben vedere, anche i precedenti film da regista di Franco sono tratti da grandi opere letterarie: c’è un altro Premio Nobel, Faulkner, dietro “As I Lie Dying”, mentre dal romanzo di Cormac McCarthy è tratto “Child of God”.

Film al cinema dal 7 settembre: il brillante Edgar Wright ci regala un divertente film d’azione; Goldie Hawn e Amy Schumer sono madre e figlia in “Fottute!”

Baby Driver film al cinema dal 7 settembre

Scena dal film “Baby Driver”

In “Baby Driver – Il genio della fuga” un pilota di una banda di rapinatori di nome Baby è un giovane enfant prodige che ascolta musica costantemente per placare un fastidioso ronzio, che egli sente nelle orecchie da quando ha subito, in tenera età, un drammatico incidente automobilistico. La sua vita si complica quando decide di cambiare vita e di uscire dal giro criminale. Come nella vita di Baby, anche nel film la musica riveste un ruolo fondamentale, al punto da scandire il ritmo delle scene, rendendolo a tratti quasi un musical. Nel film, diretto da Edgar Wright – apprezzato regista della Trilogia del Cornetto – anche due attori premio Oscar, Kevin Spacey e Jamie Foxx. Spacey è Doc, capo della banda, mentre Jamie Foxx è Bats, delinquente efferato e folle.

Al cinema dal 7 settembre anche “Fottute!” commedia avventurosa in cui le attrici Goldie Hawn e Amy Schumer interpretano madre e figlia. Nel film Emily, una ragazza trentenne, viene lasciata dal ragazzo. Emily decide quindi di partire per l’avventura e andare in vacanza in Ecuador, convincendo la madre ad accompagnarla. Durante il viaggio le due donne verranno rapite, ma riusciranno a rinsaldare il loro rapporto proprio grazie alla condizione estrema in cui si sono impelagate.

Horror d’autore, noir e commedie grottesche tra i film al cinema dal 7 settembre

"The Teacher" film al cinema dal 7 settembre

Scena dal film “The Teacher”

Nelle sale italiane arriva “The Devil’s Candy“, horror firmato da Sean Byrne. Il regista si è fatto conoscere nel 2009 grazie a “The Loved Ones”, pellicola horror romantica acclamata da critica e pubblico, come dimostra il consenso quasi plebiscitario che detiene sul popolare sito di rating Rotten Tomatoes, dove ha il 98% di reviews positive. Ed è forse proprio grazie al successo di “The Loved Ones” – non arrivato nei cinema del nostro Paese – che l’ultimo film di Byrne è riuscito ad avere una distribuzione italiana. In “The Devil’s Candy” vediamo Jesse Hellman, giovane padre e artista tormentato, che si lascia tentare dal male quando va ad abitare con la famiglia in una casa sperduta nella campagna texana. L’uomo dovrà lottare contro le forze del male per evitare che la sua famiglia venga minacciata.

Dalla Slovacchia arriva una commedia dolceamara diretta dal regista ceco Jan Hrebejk, “The Teacher“, in cui si narra di una maestra di scuola all’apparenza dolce e gentile, ma dalla moralità alquanto discutibile. La maestra Drazdechova, infatti, manipola i suoi alunni per ottenere favori dai loro genitori, aiuti manuali e perfino una storia d’amore, utilizzando come arma i brutti voti. Gli studenti faranno di tutto per ostacolare le sue menzogne e i suoi ricatti, mettendo però in pericolo il futuro di tutte le persone coinvolte. “The Teacher” è ambientato in una scuola cecoslovacca negli anni 80, prima del crollo del regime comunista.

Nel 1951 un piccolo paese del sud Italia è abitato solo da donne, svuotato della componente maschile della popolazione in seguito all’emigrazione economica. Un giorno un ex abitante fa ritorno al paese per il funerale del padre, ma le donne della città sembrano nascondere qualcosa. Questo l’incipit di “Veleni“, noir della regista italiana Nadia Baldi con Giulio Forges Davanzati, Lello Arena e Tosca D’Aquino.

Marta Maiorano
07/09/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *