Film al cinema dal 16 novembre

 

Il nostro autunno 2017 continua così: costellato d’interessanti proposte cinematografiche.

Dal 16 novembre, infatti, usciranno nelle sale ben 10 film in più; e ce n’è per tutti i gusti, dal biografico al fantascientifico. Non resta che scegliere.

the big sick scena

Film al cinema dal 16 novembre: per chi ama il genere drammatico

Gli amanti del genere drammatico sicuramente apprezzeranno “Ogni tuo respiro”, pellicola in pieno stile british che narra di una coppia dal destino infausto: Diana e Robin. Quest’ultimo, infatti, si ammala di poliomielite, e sarà la giovane compagna a prendersi cura di lui, non arrendendosi neppure per un secondo.

Meno sentimentale del primo è “Lezione di pittura”, film incentrato sulla figura di Augusto, un bambino di campagna dal prodigioso talento artistico, che viene iniziato al mondo dell’arte da Aguir, un farmacista. Aguir narrerà la storia del suddetto bambino che aveva preso sotto la sua ala, sostenendo che sarebbe potuto diventare un vero e proprio genio, se solo non fosse deceduto all’età di 13 anni a causa del Colpo di Stato in Cile.

Infine, per concludere il ‘cerchio drammatico’, come non nominare “I’m – Infinita come lo spazio”, film che vede fra i protagonisti Guglielmo Scilla (aka Willwhoosh) ? Al centro della pellicola una ragazza adolescente dai capelli fucsia e dalle sopracciglia tatuate, bullizzata dai compagni di liceo e attratta unicamente dagli outsider come lei. Una giovane frustrata da una madre depressa, un padre deceduto, ed una realtà che sente non appartenerle.

Film al cinema dal 16 novembre: e due risate no?

Passiamo ora agli amanti del genere comico. Tanto per cominciare, abbiamo una commedia biografica assolutamente brillante,“The Big Sick”, che narra della relazione tra i due sceneggiatori del film: Emily V. Gordon e Kumail Nanjiani. I due si conoscono in un Comedy Bar di Chicago, lei studentessa di psicologia, lui stand-up comic che si guadagna da vivere come Uber driver. Una storia assolutamente imperdibile, soprattutto per chi ha apprezzato “Master of None”, serie tv dai toni decisamente similari.

Si prosegue con “La casa di famiglia”, opera prima del regista teatrale Augusto Fornari. L’impianto del film, in la casa di famigliaeffetti, è precisamente ‘teatrale’: quattro fratelli, il cui padre è in coma da anni, decidono di vendere la sua casa – credendolo, chiaramente, spacciato -; tuttavia, come per miracolo divino, il padre si risveglierà e, su ordine dei dottori, al fine di garantirgli una ripresa definitiva, dovrà tornare alla sua quotidianità, circondato dall’amore filiale e dai ‘ricordi’ a lui cari.

Film al cinema dal 16 novembre: azione, animazione, e fantascienza

Un po’ di ‘leggerezza’ ogni tanto ci vuole. Pertanto, eccovela servita su un piatto d’argento: iniziamo con “Justice League”, immancabile ‘fumettone’ della DC Comics che si pone in competizione con i celebri “Avengers” della Marvel. Vedremo Batman, Wonder Woman, Superman, Flash, Lantera verde, Aquaman e tanti altri combattere contro le originalissime ‘forze del male’. E voi da che parte starete, Avengers, Justice League, o magari «anche no, preferisco rimanere a casa a cucinare il minestrone e/o portare la mia prole a vedere “Pipì, Pupù e Rosmarina in Il Mistero delle note rapite”» ? Perché beh, diciamocelo, a questo punto è meglio la seconda, soprattutto considerando il concetto di ‘gender fluid’ propostovi tramite la figura del ‘Mapà’, un po’ mamma un po’ papà. Certamente più moderno di tutti i fumettoni americani.

Terminiamo con un film fantascientifico dai tratti cupi, “The Broken Key”, colmo di riferimenti letterari alla Dan Brown ed esoterismo di varia natura, che risalta, tuttavia, per il fatto di essere un film nostrano. Un bel colpo nell’immagine cinematografica collettiva.

Film al cinema dal 16 novembre: ispirato alla realtà, e alla letteratura

la signora dello zoo di varsavia primo pianoPer quanto riguarda il genere biografico abbiamo “La signora dello zoo di Varsavia”, film ispirato a fatti realmente accaduti nella Polonia invasa dalla Germania nazista. Trama un po’ convenzionale, ma non per questo meno commovente: Jan e Antonina hanno un giardino zoologico la cui popolazione animale, purtroppo, viene letteralmente dimezzata a seguito di un bombardamento da parte dei tedeschi. I coniugi riempiranno le gabbie vuote e le cantine con tutte le persone che riusciranno a far uscire dal ghetto di Varsavia, mettendo a repentaglio la propria vita e quella del loro figlioletto. Un atto di un’umanità inenarrabile.

Infine, ispirato al romanzo di Jan Potocki “Manoscritto trovato a Saragozza”, concludiamo con “Agadah”, pellicola che narra del viaggio di Alfonso van Worden; un viaggio della durata di dieci giorni che lo porterà ad incontrare e conoscere svariati personaggi che, come si scoprirà, in realtà sono semplicemente parti di se stesso.

 

Nicole Ulisse

16/11/2017

 

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *