Filippo Timi

Filippo Timi è uno scrittore, attore, regista e doppiatore italiano di teatro e cinema, che si alterna tra i vari campi dello spettacolo seminando successo in ogni angolo.

Filippo Timi, un attore “come Dio comanda”

(Perugia, 27 febbraio 1974)

filippo-timi

Filippo Timi nasce il 27 febbraio del 1974. Perugino doc, muove i primi passi nel mondo dello spettacolo con la pièce teatrale “La vita bestia”, tratto dal libro “Tuttalpiù muoio”, da lui stesso scritto insieme a Edoardo Albinati.

L’attore scopre il cinema solamente nel 1999, dopo tanto teatro, ed esordisce in film indipendenti come “Rosatigre” e “Fare la vita”, rispettivamente del 2000 e del 2001, diretti da Tonino De Bernardi, e lavora per la Kubla Khan nel cortometraggio “Homo Homini Lupus” (2006) di Matteo Rovere.

La svolta artistica sul grande schermo

La svolta artistica arriva nel 2007 quando Ferzan Ozpetek lo chiama a lavorare nel suo “Saturno Contro”, per interpretare il ruolo del marito di Serra Yilmaz, una delle protagoniste del film corale del regista turco, un ruolo di secondo piano ma comunque molto incisivo.

Lo stesso anno affianca Valeria Solarino e Sabrina Impacciatore nel film di Wilma Labate “Signorina Effe”, ambientato negli Anni Ottanta sullo sfondo delle lotte sindacali contro la riorganizzazione aziendale della Fiat, e viene scelto da Saverio Costanzo per il ruolo di Zanna in “In memoria di me”.

Giuliano Montaldo lo dirige nel 2008 nel drammatico “I demoni di San Pietroburgo”, ma la pellicola più importante dello stesso anno è “Come Dio Comanda”, di Gabriele Salvatores, adattamento dell’omonimo romanzo di Niccolò Ammaniti.

L’interpretazione di Rino Zena, protagonista della vicenda, gli vale il riconoscimento come Miglior Attore al Bastia Italian Film Festival 2010 (dove viene premiato anche per “Vincere”). Ed è proprio “Vincere”, di Marco Bellocchio, che consacra definitivamente Filippo Timi come attore internazionale di prestigio.

Il regista piacentino, che ha portato sullo schermo la storia dell’amante segreta di Benito Mussolini, Ida Dalser, e del figlio illegittimo che ebbe dal Duce, Benito Albino, ha voluto Filippo Timi come protagonista per interpretare il doppio ruolo di Mussolini e del figlio in età adulta. Il film è candidato alla Palma d’Oro a Cannes, e vince 8 David di Donatello (tra cui quello per la Miglior Regia), mentre Timi si deve accontentare solamente di una nomination come Miglior Attore Protagonista.

La performance di Timi in “Vincere” è tale che il New York Magazine l’ha inserita nella lista delle “25 migliori interpretazioni del 2010 che purtroppo non potranno mai vincere l’Oscar”.

Ancora successi al cinema

Il nome di Filippo Timi è ormai una garanzia, dopo l’esperienza con Belloccio arrivano: “La doppia ora” (2009), di Giuseppe Capotondi, che vale all’attore il Premio Pasinetti alla Mostra del Cinema di Venezia; “Vallanzasca: gli angeli del male” (2010), di Michele Placido, dove lavora al fianco di Kim Rossi Stuart e ritrova Valeria Solarino, “La solitudine dei numeri primi” (2010), di Saverio Costanzo, tratto dall’omonimo romanzo di Paolo Giordano, per arrivare alla commedia sexy di Fausto Brizzi “Com’è bello far l’amore” (2012), in cui interpreta l’improbabile quanto divertente ruolo di un pornodivo.

Come doppiatore Timi ha recentemente lavorato in "L'era glaciale 4 - Continenti alla deriva" e “Asterix e Obelix al servizio di sua maestà” di Laurent Tirard.

Nel 2013 è impegnato sul set di “Come il vento”, per la regia di Marco Simon Puccioni, mentre nel 2014 è nel cast del film drammatico “I corpi estranei” di Mirko Locatelli. Nel 2015 fa parte del cast di "Sangue del mio sangue" diretto da Marco Bellocchio, in cui il regista attraverso la Storia lascia emergere alcune tracce autobiografiche.

Massimiliano Ponzi

 

Filippo Timi Filmografia - Attore

timi filippo

L'attore Filippo Timi.

  • Filipput e la musica, regia di Lamberto Maggi, Ivana Mancini (Cortometraggio) (1984)
  • Ottarde, regia di Giacomo Oliva, Lorenzo Feligioni, Pietro Zanchi, Sara Lanzi (Cortometraggio) (1995)
  • Il tocco degli angeli, regia di Katia Assuntini (Cortometraggio) (1998)
  • Virtus F.C., regia di Roberto Costantini e Luca Labarile (Cortometraggio) (1998)
  • In principio erano le mutande, regia di Anna Negri (1999)
  • Appassionate, regia di Tonino De Bernardi (1999)
  • Atomique. Les trois portes, regia di Filippo Timi (Cortometraggio) (2000)
  • Rosatigre, regia di Tonino De Bernardi (2000)
  • Ofelia lontana, regia di Tonino De Bernardi (2000)
  • Fare la vita, regia di Tonino De Bernardi (2001)
  • Esile rosa tu, regia di Filippo Timi (Cortometraggio) (2001)
  • 500!, regia di Giovanni Robbiano, Lorenzo Vignolo, Matteo Zingirian (2001)
  • Aprimi il cuore, regia di Giada Colagrande (2002)
  • L’altra donna, regia di Anna Negri (2002)
  • La strada nel bosco, regia di Tonino De Bernardi (2002)
  • Camera 207, regia di Riccardo Giudici (Cortometraggio) (2003)
  • Marlene de Sousa, regia di Tonino De Bernardi (2004)
  • Onde, regia di Francesco Fei (2005)
  • Transe, regia di Teresa Villaverde (2006)
  • La camera, regia di Ra Di Martino (Cortometraggio) (2006)
  • L'eredità di Caino, regia di Luca Acito e Sebastiano Montresor (2006)
  • Homo Homini Lupus, regia di Matteo Rovere (Cortometraggio) (2006)
  • In memoria di me, regia di Saverio Costanzo (2007)
  • Saturno contro, regia di Ferzan Özpetek (2007)
  • Signorina Effe, regia di Wilma Labate (2007)
  • I demoni di San Pietroburgo, regia di Giuliano Montaldo (2008)
  • Come Dio comanda, regia di Gabriele Salvatores (2008)
  • Vincere, regia di Marco Bellocchio (2009)
  • La doppia ora, regia di Giuseppe Capotondi 2009)
  • Immota manent, regia di Gianfranco Pannone (Cortometraggio) (2010)
  • The American, regia di Anton Corbijn (2010)
  • La solitudine dei numeri primi, regia di Saverio Costanzo (2010)
  • Vallanzasca - Gli angeli del male, regia di Michele Placido (2010)
  • Quando la notte, regia di Cristina Comencini (2011)
  • Ruggine, regia di Daniele Gaglianone (2011)
  • Missione di pace, regia di Francesco Lagi (2011)
  • Piazza Garibaldi, regia di Davide Ferrario (Documentario) (2011)
  • Italian Movies, regia di Matteo Pellegrini (2011)
  • Com'è bello far l'amore, regia di Fausto Brizzi (2012)
  • L'era glaciale 4 - Continenti alla deriva, regia di Steve Martino e Mike Thurmeier (2012)
  • Il cavaliere oscuro - Il ritorno, regia di Christopher Nolan (2012)
  • Rumors, regia di Marcella Vanzo (2012)
  • Un castello in Italia, regia di Valeria Bruni Tedeschi (2013)
  • Asterix e Obelix al servizio di sua maestà, regia di Laurent Tirard (2013)
  • Come il vento, regia di Marco Simon Puccioni (2013)
  • I corpi estranei, regia di Mirko Locatelli (2014)
  • I delitti del Barlume, regia di Eugenio Capuccio (TV) (2013)
  • Il Candidato - Zucca Presidente, regia di Ludovico Bessegato (Serie TV) (2014)
  • Sangue del mio sangue, regia di Marco Bellocchio (2015)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *