settembre 04, 2015

Presentato il programma della selezione delle Giornate degli Autori al Festival di Venezia

Si è tenuta oggi la conferenza stampa relativa alla presentazione del programma delle Giornate degli Autori della 72° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, che si svolgerà al Lido di Venezia dal 2 al 12 settembre 2015, diretta da Alberto Barbera.

Ecco i dettagli del programma delle Giornate degli Autori

festival_venezia_2015

Conosciuta per essere la kermesse cinematografica più antica del mondo, La Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è, nel corso degli anni, divenuta un evento glamour e dall’ineguagliabile fascino. Con il tentativo di favorire la conoscenza e la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme di espressione, secondo uno spirito di libertà e di dialogo, La Mostra organizza retrospettive e omaggi a personalità di rilievo, come contributo a una migliore conoscenza della storia del cinema.

L’elenco dei film in programma alla 72° edizione sarà annunciato nel corso della conferenza stampa di presentazione mercoledì 29 luglio 2015 a Roma, alle ore 11.00 presso l’Hotel Excelsior. Entriamo nel dettaglio per quello che riguarda film e nomi delle Giornate degli Autori.

Laurent Cantent, Carlos Saura e il premio Nobel per la letteratura Orhan Pamuk, alcuni degli importanti ospiti presenti alle Giornate degli Autori di Venezia

Altisonanti risuonano i nomi dei grandi maestri del cinema e letteratura mondiale, Carlos Saura tra questi, più Laurent Cantet, Palma d’Oro a Cannes, presente nelle vesti di presidente della giuria, tra gli altri protagonisti , il premio Nobel per la letteratura Orhan Pamuk e il fondatore dell’Odin Teatret, Eugenio Barba, e una serie innumerevole di interpreti famosi come: Luis Tosar, Miranda Otto, Sam Neill, Paul Ducet, Suzanne Clément, Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Celia Rowlson Hall, Massimo Popolizio, Valentina Carnelutti, Roberto Bolle, Elio, Cristiana Capotondi. Interessante anche la partecipazione di Agnés Varda al centro del progetto Women’s Tales realizzato con Miu Miu.

Tre gli autori italiani in concorso: Ascanio Celestini, Vincenzo Marra e l’esordiente Carlo Lavagna

Tre risultano essere i nostri autori in concorso, per quella che è la selezione parallela e indipendente alla Mostra, della quale è direttore Giorgio Goretti: Ascanio Celestini, Vincenzo Marra e l’esordiente Carlo Lavagna. Carlo Lavagna, scommessa sul tema dell’intersessualità con il suo “Arianna”, un’adolescente diventata ormai una donna, presa dalla ricerca e dalla scoperta di se stessa, prendendo lentamente coscienza e rendendosi conto della sua vera natura. Conferma importante quella dei due registi notoriamente amati come Vincenzo Marra e Ascanio Celestini.

Quello che avremo modo di esplorare è un cinema di ricerca e passione, rispettivamente con “La prima luce” e “Viva la sposa”. Storia di figli contesi, figli dei genitori ma anche della globalizzazione, Marra analizza lo scontro tra due culture, complice le capacità interpretative di Riccardo Scamarcio. Alba Rohrwacher ci accompagnerà nel road movie di Ascanio Celestini, dalle atmosfere pasoliniane nella periferia romana, in una coralità di incontri e di storie disperate, ma con un velo di speranza.

Le produzioni straniere

Gli altri film in concorso ci racconteranno l’India di Ruchika Oberoi, mentre l’opera prima di Pengfei, “Underground Fragrance”, racconta le memorie dal sottosuolo della Cina di oggi. “Early Winter” di Michael Rowe si concentrerà sulla incomunicabilità nella vita reale raccontando di un cinquantenne che lavora in una casa di riposo canadese, e Piotre Chrzan, con “Klezmer”, opera prima, ci ‘descrive la passione dell’ebreo in un’Europa divisa tra umanità e paura all’ombra del nazismo’. Una visione sulla Tunisi del 2010, prima della rivoluzione con “A peine j’ouvre les yeux” di Leyla Bouzid, mentre con “La memoria de l’agua”, di Matias Bize, faremo un’analisi introspettiva  sul dolore come detonatore della vita e della speranza.

Le polemiche sulle rappresentanze nazionali accompagnano ogni anno le anticipazioni stampa dai grandi festival, quest’anno non verrà fatta un’eccezione, ma confidiamo di ritenerci perlomeno contenti se faranno notizia i tre film italiani in concorso alle Giornate degli Autori.

Eleonora Di Giacomo

24/07/2015

Related posts

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *