Festival di Cannes 2017: il programma del 26 maggio

Grandi anteprime in uno degli ultimi giorni del Festival di Cannes 2017, nessun nome hollywoodiano, ma imponente cinema d’autore con “L’amant double” di François Ozon.

Festival di Cannes 2017: il ritorno di François Ozon con “L’amant double”

Festival di Cannes 2017 l'amant double

“L’amant double” di François Ozon

Uno dei più interessanti autori di cinema francese, François Ozon, è arrivato a Cannes 2017 con “L’amant double”. In concorso al Festival francese il 26 maggio, il film racconterà la storia di Chloé, una giovane donna molto fragile che si innamora del suo psicoterapeuta Paul. Qualche mese dopo che la loro relazione sembra essersi stabilita, la ragazza scopre che l’uomo ha nascosto una parte della sua identità.
Nel cast, oltre Marine Vacth e Jérémie Renier nei ruoli dei protagonisti, troviamo anche la legenda del cinema francese, Jacqueline Bisset, nei panni di Madame Schenker.

Diane Kruger in “In the Fade”

Uno degli ultimi film in Concorso è “In the Fade” del regista, sceneggiatore e attore tedesco Fatih Akin. Sua musa, per questa volta, è Diane Kruger, attrice tedesca, particolarmente amata in Francia.
Il dramma racconta la storia di Katja, una donna la cui vita viene sconvolta quando il marito e il figlio vengono uccisi da una bomba durante un attentato. Dopo una fase di lutto, a causa di un’ingiustizia decide di vendicarsi.
“In the Fade” (“Aus dem nichts”, in tedesco) potrebbe essere il film con cui Diane Kruger conquisterà il premio come Miglior Attrice. Anche se la presenza di una già lunga lista di celebri donne potrebbe conquistare il premio.

Un certain regard e Quinzaine des Réalisateurs

La Quinzaine des Réalisateurs ha ben tre film italiani quest’anno in concorso. Ma ad essere presentati il 26 maggio al Festival di Cannes 2017, come film di chiusura, sarà “Patti Cake$”. Il film d’esordio di Geremy Jasper ruoterà attorno alla figura di una giovane rapper.
Per la sezione Un certain Regard verrà presentato, invece, “Directions” (“Posoki”) di Stephan Komandarev, autore bulgaro.

Leggi qui il programma completo del Festival di Cannes 2017

Paola Pirotti

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *