Fabrizio Gifuni

Fabrizio Gifuni da prima un attore teatrale, poi cinematografico. Diventa famoso grazie alla partecipazione al film "Hannibal", sequel di "Il silenzio degli innocenti".

Fabrizio Gifuni, "la meglio gioventù" del cinema italiano

(Roma, 16 luglio 1966)

Fabrizio Gifuni attoreFiglio di Gaetano Gifuni, per molto tempo Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Fabrizio Gifuni nasce a Roma il 16 luglio del 1966 e cresce nella Capitale, dove comincia ben presto a interessarsi di recitazione. La sua passione per il teatro lo conduce ad iscriversi all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, dove si diploma agli inizi degli anni ’90.
Nel 1993 fa il suo debutto al teatro con “Elettra”. A partire da questo primo successo collabora con diverse importanti compagnie teatrali, ottenendo numerosi premi e riconoscimenti, fra i quali il Premio Ubu 2010 per il suo spettacolo “L’ingegner Gadda va alla guerra”, dedicato alla vita dello scrittore Carlo Emilio Gadda.

La sua carriera cinematografica comincia con il film “La bruttina stagionata” (1996) diretto da Anna Di Francisca e tratto dal romanzo di Carmen Covito.
Dopo aver interpretato un ruolo nel drammatico “Vite in sospeso” (1998) di Marco Turco, Fabrizio viene selezionato dal maestro Gianni Amelio per il cast del suo “Così ridevano”, Leone d’Oro al Festival di Venezia, dove recita accanto a Enrico Lo Verso e a Francesco Giuffrida.

Con il regista e amico Gianluca Maria Tavarelli interpreta due importanti pellicole: “Un amore” (1999), lungo dramma amoroso che si prolunga per diciotto anni illustrati in lancinanti piani sequenza, e “Qui non è il paradiso” (2000), una riflessione sull’alienazione dell’Italia contemporanea sotto le vesti di un noir. Nello stesso anno Gifuni, accanto a Stefano Dionisi, anima l’epica resistenziale di “Il partigiano Johnny”, per la regia di Guido Chiesa.

Il successo e il debutto internazionale di Fabrizio Gifuni

Il 2001 è un anno molto importante per l’attore romano, che viene incluso nel cast di “Hannibal”, sequel di “Il silenzio degli innocenti”, girato da Ridley Scott in Italia, insieme a Anthony Hopkins, Julianne Moore e Giancarlo Giannini.
La carriera di Fabrizio è ormai lanciata e Marco Tullio Giordana gli dà una grossa opportunità chiamandolo a collaborare alla miniserie “La meglio gioventù” (2003), che racconta trentasette anni di storia italiana attraverso le storie esemplari dei membri di una famiglia.

Il film e la relativa miniserie sono un trionfo e l’intero cast, che include anche Luigi Lo Cascio, Alessio Boni e Sonia Bergamasco, viene premiato con il Nastro d’Argento per la recitazione.
Fra gli ultimi film di Fabrizio Gifuni si segnalano, oltre al bislacco “Musikanten” (2005), opera seconda di Franco Battiato, il thriller “La ragazza del lago” (2007) di Andrea Molaioli, e “L’uomo nero” (2009) di Sergio Rubini.

Il lavoro in TV

Per la televisione, Gifuni ha interpretato da protagonista la miniserie “De Gasperi – L’uomo della speranza” (2005), di Liliana Cavani, e “Paolo VI” (2008), di Fabrizio Costa. Nel recente “C’era una volta la città dei matti” (2010), di Marco Turco, ha indossato i panni del pioniere dell’anti-psichiatria, Franco Basaglia.

Nello stesso anno è nel cast, in un ruolo di minore, di “Io sono con te”, per la regia di Guido Chiesa. Nel 2011, Ivan Cotroneo lo dirige nella commedia bizzarra “La kryptonite nella borsa” che vede protagonista un bambino alquanto strano e impacciato. Un progetto importante a cui partecipa è poi “Romanzo di una strage”, la rievocazione storica della strage di Piazza Fontana di Marco Tullio Giordana, nel ruolo di Aldo Moro. Nel 2012 Fabrizio Gifuni recita in “La leggenda di Kaspar Hauser”, regia di Davide Manuli, mentre l'anno successivo lo vediamo in "Il capitale umano" di Paolo Virzì.

Tra il 2014 e il 2017 Fabrizio Gifuni recita in film come: "Noi 4" (2014), "Fai bei sogni" (2015), "Rubando bellezza"(2015) e "Dove non ho mai abitato" (2017)

Massimiliano Ponzi

Fabrizio Gifuni Filmografia - Cinema

Fabrizio Gifuni filmografia

  • Giovanni Falcone, regia di Giuseppe Ferrara (1993)
  • La bruttina stagionata, regia di Anna Di Francisca (1996)
  • Vite in sospeso, regia di Marco Turco (1998)
  • Così ridevano, regia di Gianni Amelio (1998)
  • La carbonara, regia di Luigi Magni (1999)
  • Un amore, regia di Gianluca Maria Tavarelli (1999)
  • Qui non è il paradiso, regia di Gianluca Maria Tavarelli (2000)
  • L'amore probabilmente, regia di Giuseppe Bertolucci (2000)
  • Il partigiano Johnny, regia di Guido Chiesa (2000)
  • L'inverno, regia di Nina Di Majo (2001)
  • Hannibal, regia di Ridley Scott (2001)
  • Sole negli occhi, regia di Andrea Porporati (2001)
  • La meglio gioventù, regia di Marco Tullio Giordana (2003)
  • Movimenti, regia di Claudio Fausti e Serafino Murri (2004)
  • Le cinque giornate di Milano, regia di Carlo Lizzani (Miniserie TV) (2004)
  • De Gasperi, l'uomo della speranza, regia di Liliana Cavani (Miniserie TV) (2005)
  • Musikanten, regia di Franco Battiato (2005)
  • Fratelli di sangue, regia di David Sordella (2006)
  • L'ultima frontiera, regia di Franco Bernini (Miniserie TV) (2006)
  • La ragazza del lago, regia di Andrea Molaioli (2007)
  • Signorina Effe regia di Wilma Labate (2007)
  • Il dolce e l'amaro,regia di Andrea Porporati (2007)
  • Beket, regia di Davide Manuli (2008)
  • Galantuomini, regia di Edoardo Winspeare (2008)
  • Paolo VI - Il Papa nella tempesta, regia di Fabrizio Costa (Miniserie TV) (2008)
  • L'amore buio, regia di Antonio Capuano (2009)
  • L'uomo nero, regia di Sergio Rubini (2009)
  • C'era una volta la città dei matti..., regia di Marco Turco (Miniserie TV) (2010)
  • Io sono con te regia di Guido Chiesa (2010)
  • La kryptonite nella borsa, regia di Ivan Cotroneo (2011)
  • Romanzo di una strage, regia di Marco Tullio Giordana (2011)
  • La leggenda di Kaspar Hauser, regia di Davide Manuli (2012)
  • Il capitale umano, regia di Paolo Virzì (2013)
  • Noi 4, regia di Francesco Bruni (2014)
  • Fai bei sogni, regia di Marco Bellocchio (2015)
  • Rubando bellezza, regia di Fulvio Wetzl, Danny Biancardi e Laura Bagnoli (Documentario) (2015)
  • Dove non ho mai abitato, regia di Paolo Franchi (2017)

Fabrizio Gifuni Filmografia - Televisione

  • Le cinque giornate di Milano, regia di Carlo Lizzani (Miniserie TV) (2004)
  • De Gasperi, l'uomo della speranza, regia di Liliana Cavani (Miniserie TV) (2005)
  • L'ultima frontiera, regia di Franco Bernini (Miniserie TV) (2006)
  • Paolo VI - Il Papa nella tempesta, regia di Fabrizio Costa (Miniserie TV) (2008)
  • C'era una volta la città dei matti..., regia di Marco Turco (Miniserie TV) (2010)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *