Ethan Coen

Sceneggiatore, produttore e regista statunitense, noto per la collaborazione continua con il fratello Joel, Ethan Coen è dotato di una fervida immaginazione, grazie alla quale ha costruito un mondo eccentrico dove pellicole e realtà si confondono, in maniera mai monotona e noiosa, rappresentando quella Hollywood eccentrica e allo stesso tempo sofisticata che piace al pubblico e alla critica.

Ethan Coen: il regista 'che non c'era'

(St. Louis Park, 21 settembre 1957)

Ethan Coen festival di cannesFin da ragazzini, i due fratelli nutrono un avido interesse nei confronti del cinema, secondo la leggenda, ricevono in regalo una cinepresa Super 8 e passano il tempo a “rifare” i film, soprattutto di serie B, che vedono passare in televisione negli anni Sessanta.

Più tardi, mentre Joel studia produzione cinematografica alla prestigiosa New York University, Ethan frequenta la facoltà di Filosofia nell’ancor più prestigiosa università di Princeton, dove si laurea in Filosofia del Linguaggio con una tesi su Wittgenstein.

Ethan Coen: gli esordi dei fratelli Coen

Grazie all’amicizia di Joel con il regista Sam Raimi riescono ad accumulare abbastanza esperienza da mettersi alla prova in un film d’esordio nel 1984. Si tratta del noir “Blood Simple - Sangue Facile”, scritto e diretto a quattro mani, anche se nominalmente è Joel a firmare la regia ed Ethan la sceneggiatura. Si inaugura già con quest’opera prima una collaborazione nella quale i ruoli sono e restano indistinguibili, tanto che di solito ci si riferisce ai due semplicemente come ai “Fratelli Coen”.

Il loro primo lavoro è una decostruzione del genere noir classico con molto umorismo e con l’uso di movimenti di macchina spesso vertiginosi, un’altra loro cifra tipica. “Blood Simple” riceve un premio al Sundance Film Festival e viene molto apprezzato dalla critica.

Ethan Coen: i riferimenti a Kubrick nelle pellicole di fine anni ottanta

Nel 1987 i due artisti firmano con la Fox e girano “Arizona Junior”, un elettrizzante e grottesco road movie con Nicolas Cage, che risente delle influenze visive di Kubrick, ma anche del cinema di serie B e dei cartoon. Il lungometraggio riscuote anche un buon successo al botteghino, lanciando stabilmente il duo ai vertici della produzione hollywoodiana.

Dopo l’interessante rielaborazione del gangster-movie in “Crocevia della morte” (1990), i Coen partoriscono il visionario “Barton Fink” (1991), un’opera che mescola suggestioni kafkiane con il linguaggio visuale della slapstick, ma che allude più o meno apertamente a “Shining” (1980) di Kubrick.

Il protagonista è un John Turturro che si impone definitivamente alla ribalta internazionale nel ruolo di un nevrotico intellettuale che si reca a Hollywood a scrivere sceneggiature per B movie. La pellicola è accolta con entusiasmo al Festival di Cannes, dove frutta ai registi una Palma d’Oro, un Premio alla Regia (nominalmente attribuito a Joel) e un premio a Turturro come Miglior Attore.

Joel ed Ethan Coen sono ormai una realtà consolidata: arriva "Fargo"

Ethan Coen Festival di BerlinoAll’inizio degli anni Novanta Ethan e Joel si profilano come i più promettenti nuovi autori di Hollywood. Dopo il mezzo passo falso di “Mister Hula Hoop” (1994), decostruzione degli stilemi della screwball comedy hollywoodiana, interpretata da Tim Robbins e Paul Newman, recuperano l’attenzione di pubblico e critica con “Fargo” (1996), storia pulp interpretata dall’incantevole Frances McDormand, moglie di Joel Coen e ambientata fra le nevi gelide del nativo Minnesota.

Su “Fargo” piovono le nomination che portano a un Oscar per la sceneggiatura, oltre a un Oscar come Miglior Attrice per la McDormand. Il successo si ripete a Cannes, dove il film riceve una Palma d’Oro per la regia. I successivi “Il grande Lebowski” (1998) e “Fratello, dove sei?” (2000) assurgono allo stato di cult movie. “Il grande Lebowski”, epica pop con un fantastico Jeff Bridges, che interpreta un ex-hippy rintronato ma simpatico, vince l’Orso d’Oro a Berlino, mentre “Fratello, dove sei?”, una rivisitazione in chiave country del mito di Ulisse, con un sardonico George Clooney, ottiene un Golden Globe.

Nomination agli Oscar e tripudio di pubblico e critica

Ethan Coen e Joel Coen a RomaOltre al grande successo di pubblico, registra otto nomination agli Oscar, fruttando infine al duo registico l’Oscar per la regia, quello per Miglior Film, per Miglior Sceneggiatura e a Javier Bardem l’Oscar come Miglior Attore Non Protagonista. Nel 2008 i due fratelli dirigono “Burn After Reading”, parodia delle spy-stories con Brad Pitt e George Clooney; mentre nel 2009 si occupano di tre regie "Il Grinta" (remake del film "True Grit" del 1978, sequel delle due pellicole "Il Grinta" (1969) e "Torna El Grinta" (1975) che avevano come protagonista John Wayne), "Gambit" e "A Serious Man".

Nel 2013 esce "A proposito di Davis" film ispirato alla vita del cantante folk Dave Van Ronk. Nel 2014 i fratelli Coen figurano come produttori esecutivi di "Fargo", la miniserie televisiva ispirata all'omonimo film, con Billy Bob Thornton e Martin Freeman, che ha vinto l'Emmy Award come Miglior Mini Serie e Miglior Regia.

Fabio Benincasa

Ethan Coen Filmografia - Cinema

Ethan Coen filmografia

  • Blood Simple - Sangue facile (1984) - co-regia con Joel Coen
  • Arizona Junior (1987) - co-regia con Joel Coen
  • Crocevia della morte (1990) - co-regia con Joel Coen
  • Barton Fink - È successo a Hollywood (1991) - co-regia con Joel Coen
  • Mister Hula Hoop (1994) - co-regia con Joel Coen
  • Fargo (1996) - co-regia con Joel Coen
  • Il grande Lebowski (1998) - co-regia con Joel Coen
  • Fratello, dove sei? (2000) - co-regia con Joel Coen
  • L'uomo che non c'era (2001) - co-regia con Joel Coen
  • Prima ti sposo, poi ti rovino (2003) - co-regia con Joel Coen
  • Ladykillers (2004) - co-regia con Joel Coen
  • Non è un paese per vecchi (2007) - co-regia con Joel Coen
  • Burn After Reading - A prova di spia (2008) - co-regia con Joel Coen
  • A Serious Man (2009) - co-regia con Joel Coen
  • Il Grinta (2010) - co-regia con Joel Coen
  • A proposito di Davis (2013) - co-regia con Joel Coen
  • Ave, Cesare! (2016) - co-regia con Joel Coen

Ethan Coen Filmografia - Sceneggiatore

  • Blood Simple - Sangue facile, regia di Joel e Ethan Coen (1984)
  • I due criminali più pazzi del mondo, regia di Sam Raimi (1985)
  • Arizona Junior, regia di Joel e Ethan Coen (1987)
  • Crocevia della morte, regia di Joel e Ethan Coen (1990)
  • Barton Fink - È successo a Hollywood, regia di Joel e Ethan Coen (1991)
  • Mister Hula Hoop, regia di Joel e Ethan Coen (1994)
  • Fargo, regia di Joel e Ethan Coen (1996)
  • Il grande Lebowski, regia di Joel e Ethan Coen (1998)
  • Lo spezzaossa, regia di J. Todd Anderson (1998)
  • Fratello, dove sei?, regia di Joel e Ethan Coen (2000)
  • L'uomo che non c'era, regia di Joel e Ethan Coen (2001)
  • Prima ti sposo, poi ti rovino, regia di Joel e Ethan Coen (2003)
  • Ladykillers, regia di Joel e Ethan Coen (2004)
  • Non è un paese per vecchi, regia di Joel e Ethan Coen (2007)
  • Burn After Reading - A prova di spia, regia di Joel e Ethan Coen (2008)
  • A Serious Man, regia di Joel e Ethan Coen (2009)
  • Il Grinta, regia di Joel e Ethan Coen (2010)
  • Gambit - Una truffa a regola d'arte, regia di Michael Hoffman (2012)
  • A proposito di Davis, regia di Joel e Ethan Coen (2013)
  • Unbroken, regia di Angelina Jolie (2014)
  • Il ponte delle spie, regia di Steven Spielberg (2015)
  • Ave, Cesare!, regia di Joel e Ethan Coen (2016)

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *