Edoardo Leo

Attore, sceneggiatore e regista italiano, Edoardo Leo, dalla laurea in Lettere, ne ha fatta di strada, da quando era un 'timido' attore di teatro e interpretava Marcello nella serie tv "Un medico in famiglia"; da allora è divenuto un punto di riferimento per la commedia italiana di 'spessore', tra gag e risate, mantenendo sempre un tono pulito e mai volgare.

Edoardo Leo, il regista dei quarantenni in crisi

(Roma, 21 Aprile 1972)

Edoardo Leo foto bianco e neroEdoardo Leo ha esordito giovanissimo con la televisione in diverse fiction per poi dedicarsi al cinema sia come attore sia come regista. Amante della commedia, che è cosa ben diversa - dal suo punto di vista - dal film comico. Tanto che il suo regista di riferimento è Ettore Scola, con le sue opere venate di pessimismo ma anche di ironia.

Edoardo Leo nasce a Roma il 21 aprile del 1972 da una famiglia modesta. Sua madre lavora per la SIAE e lui va spesso a cinema grazie ai biglietti omaggio a sua disposizione. Il suo primo film è “Un sacco bello” di Carlo Verdone. Grande tifoso della Roma, da giovane coltiva il sogno di fare il calciatore e l’amore per il calcio gli farà fondare nel 2000, insieme ad altri attori, la squadra Calciattori Team, con fini di beneficenza. Spesso nei panni del poliziotto o del delinquentello, partecipa a film che raccontano la sua città. Per far contento il padre, si laurea in lettere nel 1999. Attore autodidatta fa una lunga gavetta in teatro.

"La classe non è acqua" per Edoardo Leo

I suoi primi lavori sono “La classe non è acqua” (1997) di Cecilia Calvi e di “Grazie di tutto” (1998) di Luca Manfredi. Ma prima aveva già fatto parte del cast di diverse fiction televisive, tra cui “I ragazzi del muretto”, “L’avvocato Porta” (1997) e “Il maresciallo Rocca” (1998), in cui divide il set con Gigi Proietti, che lui considera un po’ il suo maestro.

La notorietà arriverà con “Un medico in famiglia”, saga sulla famiglia Martini con Lino Banfi, anche se il primo regista che valorizza il talento di Leo è Claudio Fragasso che lo dirige nella miniserie “Operazione Odissea” nel 1999 e nel film tv “La banda” nel 2001, dove ottiene il suo primo ruolo da protagonista, in un prodotto che tuttavia per la durezza della storia e delle immagini non ha una buona audience.

Il successo passa per la tv

Edorardo Leo sul set di Buongiorno PapàNel frattempo recita per il grande schermo in una serie di film, tutti ambientati a Roma. “La collezione invisibile” (2000) di Gianfranco Isernia è un giallo atipico tutto girato nel popolare quartiere di Testaccio.  È invece un omaggio al grande Alberto Sordi, “Gente di Roma” del 2003 del maestro Scola, un ritratto frammentato della città eterna, non particolarmente riuscito. Nel cast, con Leo, appaiono Valerio Mastandrea, Antonello Fassari, Salvatore Marino, Arnaldo Foà e il grande Fiorenzo Fiorentini in un cammeo.

Taxi Lovers” del 2005 del regista esordiente Luigi Di Fiore che vede Edoardo protagonista nei panni di un tassinaro romano è piuttosto mediocre. Lo stesso anno, Leo torna in televisione nella serie “Ho sposato un calciatore” diretta da Stefano Sollima che lo vorrà anche nella fiction Sky “Romanzo criminale - La serie” anni dopo.

'A Roma con amore'

Il 2010 è l’anno della svolta per Edoardo che esordisce come regista con “18 anni dopo”, scritto in tandem con il suo amico Marco Bonini. I due sono protagonisti di uno sconclusionato road movie di fratelli che si sono persi negli anni. Il viaggio verso la tomba della madre con le ceneri del padre in macchina è l’occasione di ritrovarsi. Il film è accolto benissimo dalla critica e si candida ai David di Donatello e ai Nastri d’Argento. Peccato che venga distribuito in giugno durante i mondiali di calcio per una sola settimana, incassando solo 30.000 euro.

Nel 2012, Edoardo fa parte del cast del grande affresco su Roma di Woody AllenTo Rome with Love”. Sono gli anni, questi, del sodalizio artistico con l’ex stellina di “Non è la Rai” Ambra Angiolini. Insieme fanno una tournée con uno spettacolo di Massimiliano Bruno, intitolato “Ti ricordi di me?”, che diventerà un film interpretato da loro nel 2014. Ma prima, nel 2012, la strana coppia aveva girato insieme “Ci vediamo a casa” di Maurizio Ponzi e “Viva l’Italia” di Massimiliano Bruno, ritratto agrodolce dell’Italietta corrotta. Nel cast c’è anche Raul Bova, che sarà il protagonista della seconda prova registica di Leo, ”Buongiorno papà” (2013), storia di un immaturo quarantenne che scopre di avere una figlia di diciassette anni. Tra gli attori c’è pure il regista, che è l’alter ego sfigato di Bova. Il film questa volta, va benissimo al botteghino, viene, inoltre, premiato ai Nastri d’Argento come Miglior Commedia. Firma la colonna sonora Laura Marafioti, in arte la Elle, moglie del regista e madre dei suoi due figli.

Edoardo Leo, l'attore che 'smette quando vuole'

Edoardo Leo sfondo cieloSempre nel 2013 è tra i protagonisti dell’opera prima di Claudio AmendolaLa mossa del pinguino”, dove con Ricky Memphis, cerca di dare vita a una squadra di curling, sport invernale olimpionico. La pellicola è il ritratto di una generazione persa, che cerca nei sogni irrealizzabili una via di fuga dalle difficoltà di tutti i giorni.

Lo stesso tema, seppur in chiave molto più ironica, è al centro di “Smetto quando voglio” (2014) di Sydney Sibilla, in cui un gruppo di laureati disoccupati per puro caso iniziano a fare gli spacciatori dopo aver creato una nuova droga sintetica. Il risultato è esilarante, grazie all’amalgama che c’è gli interpreti.  Ancora nel 2014 è nel cast di “Tutta colpa di Freud” di Paolo Genovese e si “Pane e Burlesque” di Manuela Tempesta.

Un successo consolidato

A 43 anni, dopo tanta gavetta e tanta televisione, Edoardo Leo è approdato nel 2015 al suo terzo film “Noi e la Giulia”, tratto da un romanzo di Fabio Bartolomei. Ancora una volta, si ritrova a raccontare la generazione dei quarantenni allo sbaraglio. Tre amici cercano di aprire un agriturismo. Sulla loro strada incontreranno un veterocomunista, una ragazza randagia incinta e un bizzarro camorrista. Si tratta di una commedia, velenosa ma divertente che mette alla berlina tutti gli stereotipi del nostro tempo. E lui, il regista, si è dato la parte del borgataro fascista e ignorante, con la giusta cattiveria, che siamo sicuri al maestro Scola è piaciuta molto… e anche al pubblico. Nel 2015 farà sorridere il pubblico italiano in coppia con Marco Giallini, diretto da Francesco Miccichè e Fabio Bonifacci, nella commedia "Loro chi?".

Nel 2016 è tra i protagonisti di uno delle italiani più interessanti e viste in sala dell'anno, "Perfetti sconosciuti" di Paolo Genovese, inoltre dirige "Che vuoi che sia", sua quarta prova registica. L'anno dopo è nei due sequel di "Smetto quando voglio", ovvero "Smetto quando voglio - Masterclass" e "Smetto quando voglio - Ad Honorem".

Roberta D’Amico

Edoardo Leo Filmografia - Cinema

Edoardo Leo smoking

  • La classe non è acqua, regia di Cecilia Calvi (1997)
  • Grazie di tutto, regia di Luca Manfredi (1998)
  • La vita per un'altra volta, regia di Domenico Astuti (1999)
  • La collezione invisibile, regia di Gianfranco Isernia (2000)
  • Tutto in quella notte, regia di Franco Bertini (2003)
  • Gente di Roma, regia di Ettore Scola (2003)
  • Dentro la città, regia di Andrea Costantini (2004)
  • 69 prima, regia di Franco Bertini (2005)
  • Taxi Lovers, regia di Luigi Di Fiore (2005)
  • Scrivilo sui muri, regia di Giancarlo Scarchilli (2007)
  • L'anno mille, regia di Diego Febbraro (2008)
  • Billo - Il grand Dakhaar, regia di Laura Muscardin (2008)
  • Diciotto anni dopo, regia di Edoardo Leo (2009)
  • Nessuno mi può giudicare, regia di Massimiliano Bruno (2011)
  • To Rome with Love, regia di Woody Allen (2012)
  • Ci vediamo a casa, regia di Maurizio Ponzi (2012)
  • Viva l'Italia, regia di Massimiliano Bruno (2012)
  • Buongiorno papà, regia di Edoardo Leo (2013)
  • La mossa del pinguino, regia di Claudio Amendola (2013)
  • Tutta colpa di Freud, regia di Paolo Genovese (2014)
  • Smetto quando voglio, regia di Sydney Sibilia (2014)
  • Ti ricordi di me?, regia di Rolando Ravello (2014)
  • Pane e burlesque, regia di Manuela Tempesta (2014)
  • Noi e la Giulia, regia di Edoardo Leo (2015)
  • Loro chi?, regia di Fabrizio Micciché e Fabio Bonifacci (2015)
  • Perfetti sconosciuti, regia di Paolo Genovese (2016)
  • Che vuoi che sia, regia di Edoardo Leo (2016)
  • Smetto quando voglio - Masterclass, regia di Sydney Sibilia (2017)
  • Smetto Quando Voglio - Ad Honorem regia di Sydney Sibilia (2017)

Edoardo Leo Filmografia - Televisione

  • La luna rubata, regia di Gianfranco Albano (1995)
  • I ragazzi del muretto 3, regia di Gianfrancesco Lazotti e Gianluigi Calderone (Serie TV - Episodio 14) (1996)
  • L'avvocato Porta, regia di Franco Giraldi (1997)
  • Il maresciallo Rocca 2, regia di Giorgio Capitani (1998)
  • Operazione Odissea, regia di Claudio Fragasso (1999)
  • La banda, film TV, regia di Claudio Fragasso (2001)
  • Don Matteo 3, regia di Enrico Oldoini (Episodio: Scandalo in città) (2002)
  • Ma il portiere non c'è mai?, regia di Carlo Corbucci, Rossano Mancin e Giuseppe Moccia (2002)
  • Il bello delle donne, regia di Luigi Parisi e Maurizio Ponzi (Seconda stagione) (2002)
  • Lo zio d'America (2002-2006)
  • Blindati, regia di Claudio Fragasso (2003)
  • Un medico in famiglia 3, regia di Isabella Leoni e Claudio Norza (2003)
  • Un medico in famiglia 4, regia di Isabella Leoni e Claudio Norza (2004)
  • Ho sposato un calciatore, regia di Stefano Sollima (2005)
  • Caterina e le sue figlie 2, regia di Vincenzo Terracciano e Luigi Parisi (2007)
  • Liberi di giocare, regia di Francesco Miccichè (2007)
  • Romanzo criminale - La serie, regia di Stefano Sollima (2008)
  • Ne parliamo a cena, regia di Edoardo Leo - Puntata pilota presentata al RFF (2008)
  • I Cesaroni 3, regia di Stefano Vicario e Francesco Pavolini (2009)
  • Crimini 2: Mork e Mindy, regia di Stefano Sollima (2009)
  • Il signore della truffa, regia Luis Prieto (2010)
  • Dov'è mia figlia?, regia di Monica Vullo (2011)
  • Baciati dall'amore, regia di Claudio Norza (2011)
  • Titanic - Blood & Steel regia di Ciaran Donnelly (2012)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *