Dynasty: le novità nel reboot della soap opera anni Ottanta

Dopo quasi trent’anni, torna sugli schermi “Dynasty”, serie televisiva americana degli anni 80, in un reboot sviluppato da Josh Schwartz, Stephanie Savage e Sallie Patrick che sarà distribuito a livello internazionale da Netflix.

Dynasty, il ritorno

Dynasty, serie originaleSono probabilmente molti i fan che avranno esultato alla notizia che la mitica soap opera “Dynasty” (vincitrice, tra i tanti, del Golden Globe alla Miglior Serie Drammatica nel 1984) sarebbe finalmente tornata: la serie era andata in onda tra il 1981 e il 1989 in America (in Italia era stata trasmessa dal Settembre 1982), per un totale di nove stagioni, più miniserie conclusiva; nel 2017, la famiglia di petrolieri Carrington approderà invece sul servizio on demand Netflix. Ma attenzione! Trattandosi di un reboot (e non di un remake) ci saranno alcune differenze rispetto alla serie originale degli anni ’80, che riguarderanno anche alcuni personaggi… e qualcuno potrebbe addirittura aver cambiato sesso!

Dynasty, cosa resterà di quegli anni 80?

Il fulcro della trama di “Dynasty” saranno, proprio come negli anni ’80, i Carrington, i Colby e leDynasty reboot loro vicende, con attenzione particolare all’eterno scontro tra la seconda moglie e la figlia avuta dal primo matrimonio di Blake Carrington; ma se l’anima rimane invariata, l’aspetto esteriore non sarà certo lo stesso.

Innanzi tutto, c’è uno spostamento geografico: da Denver, le famiglie si spostano ad Atlanta. Blake Carrington, patriarca della famiglia Carrington, originariamente magnate del petrolio, diventa nel 2017 un magnate delle nuove potenze energetiche globali, e sarà interpretato dall’attore Grant Show. La sua seconda moglie si trasforma dalla segretaria Krystle Carrington in un’ispanica Cristal Flores (Linda Evans), addetta alle pubbliche relazioni nella Carrington Atlantic, la società di quello che sta per diventare suo marito.

Non sarà tutto rose e fiori: Fallon Carrington (Elizabeth Gillies nella nuova serie), figlia di Blake avuta dalla sua prima moglie, torna a casa perché è in lizza per diventare il nuovo amministratore delegato della Carrington Atlantic. Ad attenderla c’è però una brutta sorpresa, che veste proprio i panni di Cristal; tra le due donne si crea subito una forte tensione, proprio come accadeva quasi trent’anni fa.

 

Il reboot di “Dynasty”: restyling e personaggi invariati

Dynasty reboot 2017 immagineSteven (James Mackay), unico erede maschio dell’impero Carrington, nel 2017 come nel 1981, è gay e spesso si trova a scontrarsi con il padre; ma stavolta sarà il suo spiccato ambientalismo, piuttosto che il suo orientamento sessuale, a determinare gli attriti con Blake; mentre Jeff Colby, interpretato originariamente da John James, futuro marito di Fallon ed erede della famiglia Colby, con il volto di Sam Adegoke nel reboot diventa un milionario che si è fatto da solo, ancora innamorato della sua fiamma del liceo.. e chi potrebbe mai essere, se non Fallon?

Quella che originariamente era Josephine “Sammy Jo” Dean (Rafael de la Fuente), nipote di Krystle, scalatrice sociale che sposa Steven Carrington (che occulta la sua omosessualità dietro la bisessualità) per interesse, diventa adesso Samuel Josiah “Sammy Joe” Flores, nipote di Cristal, uomo intrigante e attratto da Steven.

Rimangono invece fedeli a loro stessi i personaggi di Michael Culhane, autista e amante di Fallon, e Joseph Anders, fidato maggiordomo dei Carrington, che nutre un certo disprezzo per la seconda moglie di Blake.

Il nuovo Dynasty: che fine ha fatto Alexis?

Manca ancora all’appello Alexis Carrington, la prima moglie di Blake, sulla cui presenza nel nuovo “Dynasty” non è stata fatta menzione; ma è ancora presto per preoccuparsene, visto che anche nella serie originale non fa realmente la sua comparsa prima della seconda serie: i più precisi ricorderanno che alla fine della prima stagione, Alexis compare nell’episodio con il volto celato da una veletta: il suo ruolo, poi assegnato a Joan Collins, era infatti ancora vacante, e attrici importanti come quello di Elizabeth Taylor e Sophia Loren erano in forse per interpretare la prima moglie del magnate del petrolio. Chissà se rivedremo Alexis nel nuovo Dynasty.

Giada Aversa

12/10/2017

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *