Donald Sutherland

Scozzese di origini, canadese di nascita, Donald Sutherland è un attore di cinema e teatro, molto apprezzato a livello internazionale. E' riuscito a costruirsi una solida carriera collaborando con registi canadesi, americani ed anche italiani. E' molto conosciuto anche tra le nuove generazioni per aver interpretato il perfido presidente Snow nella seguitissima saga di ''Hunger Games''.

Donald Sutherland, il 'Casanova' di Federico Fellini

(Saint John, New Brunswick, Canada, 17 luglio 1935)

Donald Sutherland completoEclettico attore dallo sguardo inconfondibile, Donald Sutherland nasce il 17 luglio del 1935. Studia ingegneria e teatro all’università di Toronto e lavora prima come corrispondente poi come dj per una radio locale. Decide in seguito di partire per l’Inghilterra e di iscriversi alla London Academy for Dramatic Arts.

Il debutto sul grande schermo avviene per Donald Sutherland nel 1964 con “Il castello dei morti vivi”, horror di serie b italo-francese, al quale seguono lavori per il cinema che Sutherland alterna a partecipazioni in serie tv per la televisione inglese. Intanto dal 1959 al 1966 è sposato con Lois Hardwick e dal 1966 al 1970 con Shirley Douglas, dalla cui unione nascono Rachel e Kiefer, che segue la sua strada. Unico titolo significativo degli anni Sessanta è il drammatico “Quella sporca dozzina” (1967) di Robert Aldrich, in cui l’attore ha la possibilità di recitare affianco a colleghi come Lee Marvin, Ernest Borgnine, Charles Bronson e John Cassavetes. Con la commedia satirica “M.A.S.H.” (1970) di Robert Altman, in cui riveste il ruolo del capitano Pierce, arriva la notorietà. Il film infatti ottiene numerosi riconoscimenti: la Palma d’Oro per Altman al Festival di Cannes, il premio Oscar alla Miglior Sceneggiatura Non Originale e il Golden Globe come Miglior Commedia Musicale.

Per Fellini sarà ''Il Casanova'', con Bertolucci appare in ''Novecento'', Donald Sutherland prosegue sulla via del successo

Il 1970 è per Donald Sutherland anche l’anno del riuscito “Una squillo per l’ispettore Klute” di Alan J. Pakula, con Jane Fonda con cui ha una relazione, prima di sposarsi nuovamente, nel 1972, con Francine Rachette. Dopo il drammatico “Il giorno della locusta” (1975) di John Schlesinger nel 1976 si dedica al cinema italiano: è diretto da Federico Fellini ne “Il Casanova di Federico Fellini”; da Bernardo Bertolucci in “Novecento” e “Novecento - Atto II” e da Gianni Amelio nel documentario “Bertolucci secondo il cinema”. È poi la volta di Claude Chabrol con “Rosso nel buio” (1977); di John Landis con “Ridere per ridere” (1977) e di John Sturges con “La notte dell’aquila” (1977).

Prosegue sulla via del successo, lavorando in “1855 - La grande rapina al treno” (1978) di Michael Crichton con Sean Connery; in “Animal House” (1978), con John Belushi, dove ritrova John Landis e in “Terrore dallo spazio profondo” (1978) di Philip Kaufman. Gli anni Ottanta si aprono con la regia di Robert Redford in “Gente comune” cui seguono: “La cruna dell'ago” (1981) di Richard Marquand; “Revolution” (1985) di Hugh Hudson, che lo dirige di nuovo in “Lost Angels” (1989); “Sorvegliato speciale” (1989), dove è il direttore del carcere in cui è detenuto Stallone e “Un’arida stagione bianca” (1989) con Susan Sarandon e Marlon Brando.

Assolutamente riuscito il ruolo di Mister X che Oliver Stone sembra cucirgli addosso in “JFK - Un caso ancora aperto” nel 1991, anno in cui prende parte anche a “Fuoco assassino” di Ron Howard. Successivamente è impegnato sul set di: “Buffy l’ammazzavampiri” (1992); “Sei gradi di separazione” (1993) di Fred Schepisi; l’interessante “Rivelazioni - Sesso è potere” (1994) di Barry Levinson; “Virus letale” (1995) di Wolfgang Petersen; “Cittadino X” (1995) con cui vince un Golden Globe, e “Instinct - Istinto primordiale” (1999) di Jon Turteltaub con Anthony Hopkins.

Gli anni 2000 sono ricchi di collaborazioni importanti, tra ''Space Cowboys'' ed ''Hunger Games'', Donald Sutherland diventa una celebrity anche per i più giovani

Il nuovo millennio si apre per Donald Sutherland con “Space Cowboys” (2000) di Clint Eastwood; mentre nel 2003 è impegnato, tra gli altri, nell’italiano “Piazza delle cinque lune” di Renzo Martinelli; “Ritorno a Cold Mountain” di Anthony Minghella e “The Italian Job” (2003) di F. Gary Gray. È accanto a Nicolas Cage in “Lord of War” (2005) di Andrew Niccol; è con Keira Knightley in “Orgoglio e pregiudizio” (2005) di Joe Wright; con Colin Farrell in “Chiedi alla polvere” (2006) e con Adam Sandler in “Reign Over Me” (2007). Seguono: l’avventuroso “Tutti pazzi per l’oro” (2008) e nel 2009 il doppiaggio di “Astro Boy”.

Dal 2007 al 2009 è inoltre protagonista della serie tv “Dirty Sexy Money”. Dopo altri lavori nel 2010, recita in "Come ammazzare il capo e vivere felici", diretto da Seth Gordon, mentre nel 2012 lo troviamo in "Hunger Games", nel ruolo del presidente Snow. Nel 2013 recita nel film di Giuseppe Tornatore "La migliore offerta" e nel secondo film di Hunger Games, "Hunger Games - La ragazza di fuoco".

Del 2014 e del 2015 sono le partecipazioni di Donald Sutherland negli ultimi due capitoli della saga di Hunger Games, "Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 1" e "Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 2".

Fabiana Girelli

Donald Sutherland Filmografia - Cinema

Donald Sutherland ne Il Casanova di Federico Fellini

Donald Sutherland ne "Il Casanova di Federico Fellini" (1976), per la regia di Federico Fellini.

  • Le donne del mondo di notte, regia di Wolf Rilla (1963)
  • Il castello dei morti vivi, regia di Luciano Ricci e Lorenzo Sabatini (1964)
  • Stato d'allarme, regia di James Poe (1965)
  • Le cinque chiavi del terrore, regia di Freddie Francis (1965)
  • Una notte per morire, regia di Silvio Narizzano (1965)
  • Quella sporca dozzina, regia di Robert Aldrich (1967)
  • Il cervello da un miliardo di dollari, regia di Ken Russell (1967)
  • Edipo Re, regia di Philip Saville (1967)
  • Sebastian, regia di David Greene (1968)
  • Interludio, regia di Kevin Billington (1968)
  • I sei della grande rapina, regia di Gordon Flemyng (1968)
  • Joanna, regia di Michael Sarne (1968)
  • M*A*S*H, regia di Robert Altman (1970)
  • Fate la rivoluzione senza di noi, regia di Bud Yorkin (1970)
  • I guerrieri, regia di Brian G. Hutton (1970)
  • Act of the Heart, regia di Paul Almond (1970)
  • Il mondo di Alex, regia di Paul Mazursky (1970)
  • Piccoli omicidi, regia di Alan Arkin (1971)
  • Una squillo per l'ispettore Klute, regia di Alan J. Pakula (1971)
  • E Johnny prese il fucile, regia di Dalton Trumbo (1971)
  • Una squillo per quattro svitati, regia di Alan Myerson (1973)
  • I diamanti dell'ispettore Klute, regia di Tom Gries (1973)
  • A Venezia... un dicembre rosso shocking, regia di Nicolas Roeg (1973)
  • Alien Thunder, regia di Claude Fournier (1974)
  • S*P*Y*S, regia di Irvin Kershner (1974)
  • Il giorno della locusta, regia di John Schlesinger (1975)
  • Assassinio sul ponte, regia di Maximilian Schell (1975)
  • Novecento, regia di Bernardo Bertolucci (1976)
  • Il Casanova di Federico Fellini, regia di Federico Fellini (1976)
  • La notte dell'aquila, regia di John Sturges (1976)
  • Ridere per ridere, regia di John Landis (1977)
  • ...unico indizio, un anello di fumo, regia di Stuart Cooper (1977)
  • Rosso nel buio, regia di Claude Chabrol (1978)
  • Animal House, regia di John Landis (1978)
  • Terrore dallo spazio profondo, regia di Philip Kaufman (1978)
  • Assassinio su commissione, regia di Bob Clark (1979)
  • 1855 - La prima grande rapina al treno, regia di Michael Crichton (1979)
  • Un uomo, una donna e una banca, regia di Noel Black (1979)
  • L'isola della paura, regia di Don Sharp (1979)
  • Niente di personale, regia di George Bloomfield (1980)
  • Gente comune, regia di Robert Redford (1980)
  • La cruna dell'ago, regia di Richard Marquand (1981)
  • A tutto gas, regia di Les Rose (1981)
  • A cuore aperto, regia di Richard Pearce (1981)
  • Per fortuna c'è un ladro in famiglia, regia di Herbert Ross (1983)
  • Crackers, regia di Louis Malle (1984)
  • Agente Porter al servizio di Sua Maestà, regia di Burt Kennedy (1984)
  • Heaven Help Us, regia di Michael Dinner (1985)
  • Prova d'innocenza, regia di Desmond Davis (1985)
  • Revolution, regia di Hugh Hudson (1985)
  • La vita di Gauguin, regia di Henning Carlsen (1986)
  • I delitti del rosario, regia di Fred Walton (1987)
  • The Trouble with Spies, regia di Burt Kennedy (1987)
  • La notte dello sciamano, regia di Ralph L. Thomas (1988)
  • Lost angels, regia di Hugh Hudson (1989)
  • Sorvegliato speciale, regia di John Flynn (1989)
  • Un'arida stagione bianca, regia di Euzhan Palcy (1989)
  • Bethune - Il mitico eroe, regia di Phillip Borsos (1990)
  • L'esercizio del potere, regia di John Irvin (1990)
  • Buster's Bedroom, regia di Rebecca Horn (1991)
  • Fuoco assassino, regia di Ron Howard (1991)
  • Grido di pietra, regia di Werner Herzog (1991)
  • JFK - Un caso ancora aperto, regia di Oliver Stone (1991)
  • Buffy - L'ammazza vampiri, regia di Fran Rubel Kuzui (1992)
  • Rakuyô, regia di Rou Tomono (1992)
  • The Railway Station Man, regia di Michael Whyte (1992)
  • Shadow of the Wolf, regia di Jacques Dorfmann e Pierre Magny (1992)
  • Beneficio del dubbio, regia di Jonathan Heap (1993)
  • Red Hot, regia di Paul Haggis (1993)
  • 6 gradi di separazione, regia di Fred Schepisi (1993)
  • Younger & Younger, regia di Percy Adlon (1993)
  • Punch, regia di Alan Birkinshaw e Johannes Flütsch (1994)
  • Il terrore dalla sesta luna, regia di Stuart Orme (1994)
  • Rivelazioni, regia di Barry Levinson (1994)
  • Virus letale, regia di Wolfgang Petersen (1995)
  • Il momento di uccidere, regia di Joel Schumacher (1996)
  • Impatto devastante, regia di Robert Geoffrion (1996)
  • Shadow Program - Programma segreto, regia di George Pan Cosmatos (1997)
  • The Assignment - L'incarico, regia di Christian Duguay (1997)
  • Il tocco del male, regia di Gregory Hoblit (1998)
  • Without Limits, regia di Robert Towne (1998)
  • In fuga col malloppo, regia di Yves Simoneau (1998)
  • Virus, regia di John Bruno (1999)
  • Instinct - Istinto primordiale, regia di Jon Turteltaub (1999)
  • Panic, regia di Henry Bromell (2000)
  • Space Cowboys, regia di Clint Eastwood (2000)
  • L'arte della guerra, regia di Christian Duguay (2000)
  • Un funerale dell'altro mondo, regia di Feng Xiaogang (2001)
  • Piazza delle cinque lune, regia di Renzo Martinelli (2003)
  • The Italian Job, regia di F. Gary Gray (2003)
  • Tempesta baltica, regia di Reuben Leder (2003)
  • Ritorno a Cold Mountain, regia di Anthony Minghella (2003)
  • Aurora Borealis, regia di James C.E. Burke (2005)
  • Gioventù violata, regia di Griffin Dunne (2005)
  • Orgoglio e pregiudizio, regia di Joe Wright (2005)
  • American Gun, regia di Aric Avelino (2005)
  • Le schiave del sesso, regia di Christian Duguay (2005)
  • An American Haunting, regia di Courtney Solomon (2005)
  • Land of the Blind, regia di Robert Edwards (2006)
  • Chiedi alla polvere, regia di Robert Towne (2006)
  • Beerfest, regia di Jay Chandrasekhar (2006)
  • Puffball - L'occhio del diavolo, regia di Nicolas Roeg (2007)
  • L'età barbarica, regia di Denys Arcand (2007)
  • Reign Over Me, regia di Mike Binder (2007)
  • Tutti pazzi per l'oro, regia di Andy Tennant (2008)
  • L'artista della truffa, regia di Risa Bramon Garcia (2010)
  • The Eagle regia di Kevin Macdonald (2011)
  • Professione assassino, regia di Simon West (2011)
  • Man on the Train, regia di Mary McGuckian (2011)
  • Come ammazzare il capo... e vivere felici, regia di Seth Gordon (2011)
  • Hunger Games, regia di Gary Ross (2012)
  • Dawn Rider, regia di Terry Miles (2012)
  • Assassin's Bullet, regia di Isaac Florentine (2012)
  • La migliore offerta, regia di Giuseppe Tornatore (2013)
  • Hunger Games: La ragazza di fuoco, regia di Francis Lawrence (2013)
  • Jappeloup, regia di Christian Duguay (2013)
  • The Calling - Vocazione omicida, regia di Jason Stone (2014)
  • Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 1, regia di Francis Lawrence (2014)
  • Hunger Games: Il canto della rivolta - Parte 2, regia di Francis Lawrence (2015)
  • Il fuoco della giustizia, regia di Jon Cassar (2015)

Donald Sutherland Filmografia - Televisione

  • Cittadino X (Film TV) (1995)
  • Oltre la maschera, regia di Tom McLoughlin (Film TV) (1999)
  • La rivolta, regia di Jon Avnet (Film TV) (2001)
  • Path to War, regia di John Frankenheimer (Film TV) (2001)
  • Salem's Lot, regia di Mikael Solomon (Miniserie TV) (2004)
  • Human Trafficking - Le schiave del sesso, regia di Christian Duguay (Miniserie TV) (2005)
  • Una donna alla Casa Bianca (Serie TV, 19 episodi) (2005)
  • The Eastmans, regia di Jason Ensler (Film TV) (2009)
  • Dirty Sexy Money (Serie TV, 23 episodi) (2007-2009)
  • Moby Dick, regia di Mike Barker (Miniserie TV) (2010)
  • I pilastri della Terra, regia di Mike Barker (Miniserie TV) (2010)
  • L'isola del tesoro, regia di Steve Barron (Miniserie TV) (2012)
  • Crossing Lines (Serie TV) (2013-in corso)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *